Comtoise

tutti gli argomenti pratici e teorici inerenti agli orologi a pendolo
Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2942
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: Comtoise

Messaggio da sobas66 » giovedì 23 settembre 2010, 13:01

:-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D
Immagine

Ho riscontrato che ci sono dei giochi nella leva collegata all'asta del pendolo e la leva dell'ancora....
E' fatta con un lamierino di ottone, penso che la rifarò [[]

Ora tocca alla suoneria :-D

ciao Daniele

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5418
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Comtoise

Messaggio da carlo » sabato 25 settembre 2010, 19:32

sobas66 ha scritto:
E' fatta con un lamierino di ottone, penso che la rifarò [[]
ciao Daniele
Concettualmente il gioco che devi lasciare si può identificare con quello che in una comune pendoletta c'è fra l'asta del pendolo e la sua forchetta . Poco, ma ci deve essere.

Continua così, con quello che sembra essere un ottimo lavoro.

Cordialità.
carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2942
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: Comtoise

Messaggio da sobas66 » sabato 25 settembre 2010, 22:38

Esatto Carlo!

Nella ricostruzione ho tenuto conto dei giochi effettivi che ci devono essere, anche perchè ero stato troppo preciso e siccome la leva deve fare una piccola rotazione per entrare nella sede ho dovuto allargare il foro dell'asta dell'ancora :-D

Immagine

Nel frattempo ho anche costruito la chiave di carica :-D

Immagine

E sverniciato il fregio frontale §cal§ §cal§

Immagine

Purtroppo è ridotto male e questo lo immaginavo altrimenti non l'avrebbero verniciato :evil:
Per togliere le macchie di ossido ho un prodotto a base di acido cloridrico ==))((/ ma poi l'ottone diventa rosa <<<<))
Ho paura che lo devo lucidare con la spazzola...... :shock:

Ho anche il problema della lancetta mancante delle ore [-_-]

Immagine

ciao Daniele

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5418
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Comtoise

Messaggio da carlo » domenica 26 settembre 2010, 7:26

sobas66 ha scritto:Purtroppo è ridotto male e questo lo immaginavo altrimenti non l'avrebbero verniciato :evil:
Per togliere le macchie di ossido ho un prodotto a base di acido cloridrico ==))((/ ma poi l'ottone diventa rosa <<<<))
Ho paura che lo devo lucidare con la spazzola...... :shock:
Chi ha ascendenze che hanno lavorato in officine di trattamento dei metalli mi potrà smentire facilmente... ""==""

Peraltro in situazioni così disperate io ho utilizzato con successo il "cupro" ( non so neanche se il nome sia corretto) acquistabile in quei negozi che vendono prodotti chimici.

É un prodotto molto corrosivo ed i cui vapori penso siano nocivi, ma se lo usi con attenzione con l'ottone, produce risultati stupefacenti ( se nell'ottone è conglobato del ferro , quest'ultimo, ma solo esso, dopo una immersione in detto acido diventa nero).

Quando immergi l'ottone nel cupro, dopo pochi istanti esso si ricopre di una patina bianca. Sempre con delle pinzette ( che diventeranno nere... [[] )togli il pezzo da trattare e lo risciacqui sotto acqua corrente e non potrai che meravigliarti del risultato.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2942
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: Comtoise

Messaggio da sobas66 » giovedì 30 settembre 2010, 14:48

In quei negozi dove mi rifornisco non lo conoscono.
Ho provato un prodotto analogo che và bene per il rame.
Al primo tentativo è migliorato qualcosa.... [-_-] mi sà che devo insistere :-D

ciao Daniele

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2942
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: Comtoise

Messaggio da sobas66 » giovedì 3 febbraio 2011, 23:56

Dopo molto tempo ora posso dedicarmi a questa comtoise, rimasta abbandonata per alcuni mesi :cry:

Ho dovuto rismontarla perchè l'umidità di dicembre aveva fatto ricomparire alcune macchie di ruggine b(b

Pulita ho messo tutto in forno per alcuni minuti e poi gli ho dato una spennellata di cera per mobili togliedo i residui con un panno di cotone
Dicono che rimangono lucidi per lungo tempo..... :roll: vediamo

Invece in fase di montaggio ho avuto una brutta sorpresa

Immagine

Il bariletto della corda della suoneria và a toccare la ruota, inoltre non gira perfettamente dritto :(((((:
Avevo già perso del tempo per sistemare l'attacco del cricchetto in modo che lavorasse perfettamente al centro....ho dovuto aggiungere delle rondelle in ottone in modo da spessorare la ruota rispetto il bariletto.

Tutto da rifare :evil:

ciao Daniele

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5418
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Comtoise

Messaggio da carlo » venerdì 4 febbraio 2011, 8:58

sobas66 ha scritto: Pulita ho messo tutto in forno per alcuni minuti e poi gli ho dato una spennellata di cera per mobili togliedo i residui con un panno di cotone
Dicono che rimangono lucidi per lungo tempo..... :roll: vediamo

ciao Daniele
Io non ho mai provato, anche non avendo mai trovato alcuna traccia che facesse riferimento a tale pratica, e quindi non sono nella condizione di esprimere giudizi sul risultato dell'applicazione della cera sul metallo.

Peraltro, penso che non sia consigliabile in quanto con il calore della case oppure dell'estate, tale cera potrebbe "sciogliersi" e per caduta andare ad invadere i pozzetti dell'olio dei fori dei pivot...con quale risultato possiamo immaginare.... [-_-] . Per quanta poca cera metti, esse è sempre troppa... :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2942
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: Comtoise

Messaggio da sobas66 » venerdì 4 febbraio 2011, 13:24

Anch'io è il primo orologio che provo con questa tecnica ""==""

Mi sembrava una ottima cavia :lol: :lol:
anche perchè volendo mettere le chiusure laterali in plexiglass...poi si vede tutto :oops:

Come si suol dire..."se son rose fioriranno....

ciao Daniele

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2942
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: Comtoise

Messaggio da sobas66 » domenica 22 maggio 2011, 22:49

Il tempo è sempre molto poco e quest'orologio non è ancora finito :(((((: .

Anche a causa di qualche strano malfunzionamento <<<<)) .

Vi tengo aggiornati:
Il treno del tempo che inizialmente funzionava...dopo aver sostiutito un paio di boccole che sembravano consumate..il movimento ha funzionato per alcune settimane...poi non ne ha più voluto sapere. ""==""

Controllato le boccole, lucidato i perni, lubrificato tutto....ma niente da fare funziona per alcuni minuti e poi si ferma comunque il ticchettio è molto debole.

Mi è sorto un dubbio, perchè il pendolo lo avevo costruito io non avendo l'originale,avevo una lente e con un asta di acciaio l'ho ricostruito....non è che forse pesa troppo? <<<<))

Ho un pendolo di un movimento westminster gran saloon con l'asta in legno, utilizzando quello, funziona. :-D
Funziona ma in un strano modo, il sitema di fissaggio è un foro dove si deve inserire un gancio ricavato dall'asta del pendolo e questo conporta un oscillazione ad ogni oscillazione , non so se riesco a spiegarmi ""=="" praticamente il pendolo oscilla poco e nel punto dove c'è il gancio ad ogni oscillazione c'è una spina contraria [-_-]

Attendo le vostre ipotesi [[]

cioa Daniele

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5418
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Comtoise

Messaggio da carlo » lunedì 23 maggio 2011, 8:05

sobas66 ha scritto: >>><<< Ho un pendolo di un movimento westminster gran saloon con l'asta in legno, utilizzando quello, funziona. :-D
Funziona ma in un strano modo, il sitema di fissaggio è un foro dove si deve inserire un gancio ricavato dall'asta del pendolo e questo conporta un oscillazione ad ogni oscillazione , non so se riesco a spiegarmi ""=="" praticamente il pendolo oscilla poco e nel punto dove c'è il gancio ad ogni oscillazione c'è una spina contraria [-_-]
ciao Daniele
"spina"? suppongo spinta! :lol:

questo gancio deve essere perfettamente "di misura": deve, ovvero, alloggiare nel foro corrispondende senza che abbia giochi laterali che gli consentano di muoversi; deve, in poche parole fare "corpo unico" con la porzione di asta che è agganciata alla sospensione.

Diversamente, come credo che stia succedendo al pendolo del tuo orologio, quando esso avrebbe dovuto terminare una sua naturale oscillazione, finisce con l'aggiungere un piccolo angolo supplementare .... e tutto ciò sottraendo, in pratica, alla fin fine, energia al sistema.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2942
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: Comtoise

Messaggio da sobas66 » lunedì 23 maggio 2011, 12:55

carlo ha scritto:"spina"? suppongo spinta! :lol:

Diversamente, come credo che stia succedendo al pendolo del tuo orologio, quando esso avrebbe dovuto terminare una sua naturale oscillazione, finisce con l'aggiungere un piccolo angolo supplementare .... e tutto ciò sottraendo, in pratica, alla fin fine, energia al sistema.

Cordialità.
Carlo
Già.... ""=="" spinta! :-D

Giustamente come dici sottrae energia al sistema....allora cosa ho fatto...ho creato un sistema solidale in maniera di eliminare questa perdita di energia....e dopo poco il tutto si blocca :(((((:

Quanto dovrebbe pesare un pendolo di una comtoise?

ciao Daniele

Claudio
Messaggi: 121
Iscritto il: martedì 1 luglio 2008, 19:41

Re: Comtoise

Messaggio da Claudio » lunedì 23 maggio 2011, 18:12

sobas66 ha scritto:
carlo ha scritto:"spina"? suppongo spinta! :lol:

Diversamente, come credo che stia succedendo al pendolo del tuo orologio, quando esso avrebbe dovuto terminare una sua naturale oscillazione, finisce con l'aggiungere un piccolo angolo supplementare .... e tutto ciò sottraendo, in pratica, alla fin fine, energia al sistema.

Cordialità.
Carlo
Già.... ""=="" spinta! :-D

Giustamente come dici sottrae energia al sistema....allora cosa ho fatto...ho creato un sistema solidale in maniera di eliminare questa perdita di energia....e dopo poco il tutto si blocca :(((((:

Quanto dovrebbe pesare un pendolo di una comtoise?

ciao Daniele

Ciao Daniele,
credo il problema per me non sta al peso del pendolo......ma dalla sua errata oscillazione, dovuta molto probabilmente dal lamierino che hai ricostruito.!!!
tieni pesente che detto lamierino deve avere necessariamente i suoi giochi in tutti i sensi, in pratica dalla foto deduco il contrario.............prova a rimettere il suo originale.
Per il pendolo conta più la sua lunghezza che deve essere di circa cm 90/95 .
Ti allego un link di ebay fr. dove vi sono diversi pendoli , io per un mio comtoise me lo sono autocostruito ed é di forma a pera con l'asta a 6 snodi (di facile realizzazione) .
http://art-antiquite.shop.ebay.fr/i.html?_nkw=balancier+comtoise&_sacat=58756&defsort=12&_dmpt=FR_YO_Bijoux8horlogerie_HorlogesPendules&_odkw=balancier+comtoise&_osacat=58756&_trksid=p3286.c0.m270.l1313&LH_ClassifyToggle=0
Per quanto riguarda il pendolo appeso nel foro dell'asta secondo me deve essere LIBERO di oscillare e NON deve essere tutt'uno con l'asta su cui sta appeso, in pratica appendendo il pendolo e tenendo ferma l'asta a cui sta appeso, esso deve essere libero di oscillare !! :?: Vorrei chiederti : l'orologio senza il pendolo funziona ?
Ti saluto
cordialmente [[] Claudio

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5418
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Comtoise

Messaggio da carlo » lunedì 23 maggio 2011, 19:46

Claudio ha scritto: >>><<<
Per quanto riguarda il pendolo appeso nel foro dell'asta secondo me deve essere LIBERO di oscillare e NON deve essere tutt'uno con l'asta su cui sta appeso, in pratica appendendo il pendolo e tenendo ferma l'asta a cui sta appeso, esso deve essere libero di oscillare !! :?: Vorrei chiederti : l'orologio senza il pendolo funziona ?
Ti saluto
cordialmente [[] Claudio
scusa, e quale sarebbe il vantaggio derivante dall'avere un pendolo che ha 2 centri di rotazione ? ""==""

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Claudio
Messaggi: 121
Iscritto il: martedì 1 luglio 2008, 19:41

Re: Comtoise

Messaggio da Claudio » lunedì 23 maggio 2011, 23:09

carlo ha scritto:
Claudio ha scritto: >>><<<
Per quanto riguarda il pendolo appeso nel foro dell'asta secondo me deve essere LIBERO di oscillare e NON deve essere tutt'uno con l'asta su cui sta appeso, in pratica appendendo il pendolo e tenendo ferma l'asta a cui sta appeso, esso deve essere libero di oscillare !! :?: Vorrei chiederti : l'orologio senza il pendolo funziona ?
Ti saluto
cordialmente [[] Claudio
scusa, e quale sarebbe il vantaggio derivante dall'avere un pendolo che ha 2 centri di rotazione ? ""==""

Cordialità.
Carlo
Ciao Carlo,
credo che il pendolo anche se non solidamente ancorato nel foro dell'asta del bilanciere abbia due centri di rotazione,in quanto con il suo peso diventa solidale all'asta cui sta appeso oscillando insieme ad essa.
Quanto asserito non so spiegarlo in termini tecnici od altro,ma posso dire che è frutto di esperienza diretta!, ricordo . che ho avuto un problema con un pendolo di un Morbier a cui ho dovuto ridurre l'ampiezza della linguetta di aggancio troppo precisa nel foro dell'asta ,perchè l'oscillazione non era regolare,.... forse uguale problema rilevato da Daniele.
Tengo a precisare che le mie osservazioni ed i miei suggerimenti sono dettati da personali esperienze......poi ognuno è libero di accettarli,...poi non costa nulla provare,... quel che costa è l'ESPERIENZA!......ma io non me la pago, perchè non la vendo !......... ma sono felice di condividerla. :-D :-D :-D
un cordiale saluto
Claudio

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5418
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Comtoise

Messaggio da carlo » martedì 24 maggio 2011, 8:47

Claudio ha scritto: >>><<<
credo che il pendolo anche se non solidamente ancorato nel foro dell'asta del bilanciere abbia due centri di rotazione,in quanto con il suo peso diventa solidale all'asta cui sta appeso oscillando insieme ad essa.
Claudio
un forum dovrebbe essere scambio di esperienze ed opinioni, ed è molto raro , fortunatamente, che esse rivestano qualcosa di personale e quindi dico la mia... :lol:
Claudio ha scritto:che il pendolo anche se non solidamente ancorato .....diventa solidale
mi pare di capire che anche per te è fondamentale che alla fin fine il sistema asta-pendolo sia solidale alla porzione di asta che si aggancia alla sospensione.
Sia che questa condizione la si ottenga per effetto del suo peso oppure per un corretto accoppiamento.

...ma se , quando l'ancoretta conferisce il suo impulso alla porzione superiore dell'asta, e c'è gioco di accoppiamneto fra essa e la rimanente porzione di pendolo, c'è il rischio che parte dell'energia dell'impulso serva ( o tenda a farlo) a spostare i componenti fino ad eliminare quel gioco e poi svolga la sua reale funzione di mantenere il pendolo in moto.

Sono perfettamente d'accordo che questa perdita di energia è poca ...ma non tanto poca se il gioco fra i componenti è grande e penso che quello che sia interessante, sia comprendere l'interazione di QUALSIASI piccolo "disturbo" nel corretto funzionamento di un pendolo... credo sia anche questo lo scopo di un forum... :lol:

...e quindi è imperativo studiarsi per cercare di rendere quell'accoppiamento il più preciso possibile .... perfetto non potremo mai averlo ,... però saremo consci che ci sarà , in qualche posto, una inutile dispersione di energia dell'impulso.... :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Rispondi