foro ovalizzato

tutti gli argomenti pratici e teorici inerenti agli orologi a pendolo
Rispondi
Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5499
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

foro ovalizzato

Messaggio da carlo » sabato 4 febbraio 2017, 9:29

Il movimento di cui ho mostrato la platina malamente punzonata per terminare il lavoro senza disassemblare il movimento aveva dei guai ben più seri <a>

Immagine

All'apparenza, ad uno sguardo sommario, la forma ed il diametro di un foro (che era stato punzonato, come si vede chiaramente nella foto) di un pivot sarebbero potuti sembrare corretti <a>

Immagine

ma la parte interna della platina ha mostrato un ben più drammatica situazione: un foro ovalizzato solo per una parte dello spessore della platina che così mimetizzava il suo vero stato ad una sommaria osservazione della platina dalla parte esterna >>||<< ( si può distinguere , nonostante non sia a fuoco, la "zona" gialla che è parte della platina che esternamente non sembra essere usurata) <a>

Immagine

...l'unica soluzione proponibile... [[] ...una bella boccola :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 979
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
CAMPO ANTISPAM: domenica
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: foro ovalizzato

Messaggio da guidomaria » martedì 7 febbraio 2017, 10:18

Però con una ovalizzazione del genere, diventa molto importante centrare la foratura per la boccola, sul centro del foro originario e non al centro dell'ellisse/ovale.
Determinare quale è la parte "sana", originale, del foro non è difficile: è quella nel verso della trasmissione di forza, ma impedire alla punta di disporsi nella posizione media è un altro paio di maniche, se non si dispone dello strumento specifico con le sue punte a sezione semicircolare.

Se il foro non è centrato, poi l'asse gira male e si è costretti ad allargare il foro con l'alesatore, ridando così un gioco eccessivo (sarà fortunatamente sempre minore dell'eccentricità del foro ovalizzato).

Che consigli puoi dare per fare un lavoro pulito?

Io, finora, al massimo, quando potevo, bloccavo la platina e poi contavo sulla rigidità della punta da 1,9mm che uso per la boccole da 2mm

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5499
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: foro ovalizzato

Messaggio da carlo » mercoledì 8 febbraio 2017, 7:45

Ti ho fato una foto su come ho risolto il problema...ma, come ho già scritto, ho dimenticato la SD in laboratorio $£"&& ....a questa sera!!!! :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5499
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: foro ovalizzato

Messaggio da carlo » mercoledì 8 febbraio 2017, 19:30

guidomaria ha scritto: >>><<<
Che consigli puoi dare per fare un lavoro pulito?
Io, finora, al massimo, quando potevo, bloccavo la platina e poi contavo sulla rigidità della punta da 1,9mm che uso per la boccole da 2mm
Io segno ,con due linee che facilmente si possono tracciare, l'immaginario centro del foro per poterne poi, in ogni momento identificare la posizione.

Suvvessivamente con una lima tonda allargo il foro dalla parte opposta della zona consumata ed anche "lateralmente" fino ad ottenere un foro omogeneo : in questa operazione mi sono di preziosissimo aiuto le linee tracciate precedentemente che mi aiutano a conservare il centro originale del foro.

Nella foto qua sotto si vede come il foro allargato con la lima abbia mantenuto una ragionevole centratura ( anche se il lavoro è ancora da completare).

Immagine

Eliminato quindi il problema per cui una punta da trapano o un alesatore calibrato possa, durante l'azione di foratura, adattarsi al "nuovo" centro del foro ovalizzato, creandone uno a sua volta "fuori centro", si può procedere con determinazione nel generare il foro per la boccola il cui foro coinciderà esattamente con il centro delle linee precedentemente tracciate...C.V.D. :lol: :lol:

Le lime tonde da usarsi per allargare il foro devono essere ovviamente molto piccole: le mie sono queste ( se ne possono intravvedere le dimensioni confrontandole con la boccola da 2 mm. posta fra di esse) <a>

Immagine

Il diametro degli alesatori calibrati ( quelli che tu chiami "punte a sezione semicircolare" ) hanno un diametro ridotto rispetto a quello della boccola di 3/100 e quindi io penso che l'utilizzo di una punta da trapano con la differenza sul diametro di 10/100 ( come scrivi tu : punta da 1,9mm che uso per la boccole da 2mm) sia decisamente esagerata ... :(): :():

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 979
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
CAMPO ANTISPAM: domenica
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: foro ovalizzato

Messaggio da guidomaria » mercoledì 8 febbraio 2017, 21:53

é vero, è esagerata, ma di facile approccio e, finora, le boccole sono sempre entrate stringendosi un po' ... dopodichè alesatore a mano. Se dispongo della punta di soli 5 centesimi inferiore, certamente preferisco usare quella.

Grazie per le indicazioni .... c'è un po' più impegno, ma credo che certamente l'errore si riduca drasticamente :-D

Rispondi