orologio con scappamento tipo Arnfield (terminato)

tutti gli argomenti pratici e teorici inerenti agli orologi a pendolo
Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5415
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

orologio con scappamento tipo Arnfield (terminato)

Messaggio da carlo » giovedì 30 luglio 2009, 8:56

Si può definire un forum quello nel quale virtualmente scrive una sola persona... per la precisione, io ? :roll:

Non direi proprio. :lol: :lol: :lol:

Considero da oggi quindi PENDOLERIA.COM come un diario che quasi quotidianamente compilo e che potrò poi sfogliare con nostalgia quando, più vecchio di quello che oramai sono, non potrò più mettere mano sugli orologi nel mio laboratorio... :lol: :lol: :lol:


Ho in mente un orologio di cui non ho ben chiare le forme. Tutto il resto è già progettato. :lol:

Alcuni anni fa, quando ho incominciato ad utilizzare nei miei orologi il conoide con la catena , approifittando della disponibilità di un amico che aveva una grande officina con macchine con CNC, ne avevo tagliato un buon numero di sbozzi con le scanalature quadre atte ad accettare giust'appunto la catena.

Immagine

Ho serrato uno di questi sbozzi nel mandrino del mio Hardinge ed ho tagliato l'alloggio per il cricchetto di carica:

Immagine

con grande cautela e piccole passate ho tornito il diametro dell'asse a 8 mm. come quello della ruota con 96 denti e la ruota a cricchetto che ho descritto in altro tiopic.

Immagine

Verificato il perfetto accopiammento di dette ruote sull'asse, ne ho approfittato per segnare sull'asse stesso la posizione della rondella bombata che le terrà bloccate:

Immagine

Dopo aver quindi tagliato un "accenno" di scanalatuta

Immagine

verifico che la posizione di detta scanalatura dia corretta ( infatti sopravanza di pochi decimi la ruota dentata)

Immagine

ed ho completato poi il taglio della scanalatura

Immagine

Rimane ora da tagliare, per questa parte dell'asse, solo il "pivot"

Immagine

Ho quindi serrato nel mandrino una tondino di ottone già sagomato per ruote a cricchetto ( vedi altro topic) e ne ho tagliato un pezzo da 3 mm. di altezza

Immagine

Ho preferito, come spesso in queste circostanze, effettuare il taglio per mezzo dell'avanzamento trasversale automatico della torretta del tornio in quanto esso risulta essere più regolare a beneficio di un miglior risultato finale:



Ho quindi serrato in una pinza del mio Schaublin 102 la ruota a cricchetto ed ho segnato la posizione dei fori

Immagine

In questa foto, si vede cme detta ruota sia stata fissata al conoide

Immagine

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2938
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da sobas66 » giovedì 30 luglio 2009, 10:50

carlo ha scritto:Si può definire un forum quello nel quale virtualmente scrive una sola persona... per la precisione, io ? :roll:
Non direi proprio. :lol: :lol: :lol:
Considero da oggi quindi PENDOLERIA.COM come un diario che quasi quotidianamente compilo e che potrò poi sfogliare con nostalgia quando, più vecchio di quello che oramai sono, non potrò più mettere mano sugli orologi nel mio laboratorio... :lol: :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
Dai Carlo sai che siamo in pochi, ma Buonissimi (^^) e che non ti lasciamo solo :-D .

Comunque il tuo diario mi interessa moltissimo!

Una curiosità visto i tuoi conoidi: ho letto in un libro come nel 1700 facevano a costruire la scanalatura.

Avvolgevano il conoide liscio con della corda di un preciso diametro e poi con una punta in acciaio seguivano la corda dando origine al solco dove doveva appoggiare la corda di budello o la catena.
Dopo un infinità :???: di passate veniva creata la sede :-D .

ciao daniele

Grasg
Messaggi: 4
Iscritto il: martedì 7 ottobre 2008, 16:06

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da Grasg » giovedì 30 luglio 2009, 17:13

Carlo, ti sono vicino, ma la mia inesperienza è tale che devo guardare e studiare ancora molto....per esempio ho una pendola smontata devo mettere una boccola ma non ho ne l'attrezzatura ne l'esperienza per farlo e allora aspetto lumi e intanto guardo il tuo forum e apprendo :D

Non sei solo ci sono altri che come me non postano ma osservano e apprendono :D

Ciao e buona giornata :D

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5415
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da carlo » venerdì 31 luglio 2009, 7:19

Su una lastra di acciaio rettificato da 3 mm. ho quindi tracciato la forma del cricchetto e, per mezzo del seghetto da traforo, l'ho tagliato.

Immagine

Ho quindi tagliato e fissato sulla ruota cricchetto del mantenimento di potenza un perno per il cricchetto e la relativa molletta in ottone ( da una piastra ribattuta da 0.4 mm.)

Ecco il lavoro a questo stadio

Immagine

Cordialità
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2938
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da sobas66 » venerdì 31 luglio 2009, 8:40

carlo ha scritto: Ho quindi tagliato e fissato sulla ruota cricchetto del mantenimento di potenza un perno per il cricchetto e la relativa molletta in ottone ( da una piastra ribattuta da 0.4 mm.)
Cordialità
Carlo
In ottone? :shock:
Non sarebbe stato meglio in acciaio?

ciao daniele

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5415
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da carlo » venerdì 31 luglio 2009, 8:56

sobas66 ha scritto: In ottone? :shock:
Non sarebbe stato meglio in acciaio?
Incrudendolo, con ripetute martellate, una lastra di ottone, essa acquista una notevole elasticità... :lol:

Realizzo con questa pratica, e con grande soddisfazione, tantissime mollette di richiamo.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5415
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da carlo » venerdì 31 luglio 2009, 18:43

Partendo quindi da una molla come in fotografia ho ricavato ( e non è stata una impresa semplice il modellare il filo di acciaio da 2 mm. :???: ) la molletta per il mantenimento di potenza:

Immagine

Ho serrato sul mandrino del tornio la ruota dentata da 96 denti ( avendo la precauzione di salvaguardare i denti con dei pezzetti di rame ):

Immagine

ed ho tornito il recesso per la molletta che ho appena costruito:

Immagine

Controllo come il risultato di tutte queste lavorazioni mi sia soddisfacente

Immagine

Inizio poi a tagliare sulla mia (meravigliosa ::love:: ) fresa Sixis 101 , utilizzando la tavola rotante, la scanalatura per l'alloggio del perno di collegamento fra il conoide ( tramite la ruota a cricchetto da 100 denti) e la ruota dentata

Immagine

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5415
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da carlo » venerdì 31 luglio 2009, 19:43

sobas66 ha scritto:Una curiosità visto i tuoi conoidi: ho letto in un libro come nel 1700 facevano a costruire la scanalatura.

Avvolgevano il conoide liscio con della corda di un preciso diametro e poi con una punta in acciaio seguivano la corda dando origine al solco dove doveva appoggiare la corda di budello o la catena.
Dopo un infinità :???: di passate veniva creata la sede :-D .

ciao daniele
Questo è un conoide che avevo tornito con l'attrezzo "b" della fotografia sottostante

Immagine
Utilizzavo poi lo strumento "a" per generare le scanalature per il cavetto.

Una volta posizionatolo sul carro a croce del tornio al posto della torretta , inserivo l'avanzamento automatico per filettare, ed agendo sulla manopola di legno esrcitavo una forte pressione e con l'utensile opportunamente sagomato, creavo delle "filettare" che erano giust'appunto i solchi del conoide. Entrambi gli utensili li ho costruiti io adattandoli alle mie necessità, ma non sono stati inventati da me... :oops:

Immagine
Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5415
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da carlo » sabato 1 agosto 2009, 7:45

L'operazione successiva , per la realizzazione del conoide, è stata quella di fissare l'arresto della molla sulla ruota dentata da 96 denti.

Esso è un semplice tondino d'acciaio filettato da 7BA. Per creare la filettaura nella ruota ho utilizzato la mia maschiatrice

Immagine

Per una maggiore comprensione della funzionalità di questa macchina ho realizzato un breve filmino



Dopo aver tagliato la rondella bombata che tiene bloccate sull'asse contro il conoide la ruota dentata e la relativa ruota a cricchetto, considero terminato questo lato del conoide. Le attenzioni si volgono ora dall'altra parte dell'asse.

Immagine

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2938
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da sobas66 » domenica 2 agosto 2009, 10:26

Allora il prossimo conoide che hai in costruzione vorrei vedere un filmatino :-D :-D grazie!

ciao Daniele

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5415
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da carlo » martedì 4 agosto 2009, 8:22

sobas66 ha scritto:Allora il prossimo conoide che hai in costruzione vorrei vedere un filmatino :-D :-D grazie!
ciao Daniele
non mancherò!

...e proseguo nella costruzione di questo conoide.

Taglio, dopo averlo tracciato, da una lastra di ottone , l'arresto della carica e lo lascio di dimensioni maggiori onde poterlo bloccare sulla tavola rotante

Immagine

Quando non avevo questo attrezzo, portavo a termine il lavoro con la lima...ma ora... :wink:

Terminato l'arresto , inizio a tagliare le facce del quadrato di carica

Immagine

e in due passate, porto a termine questa lavorazione lasciando il quadro a misura per una chiave di carica da 4.5 mm. ( da notare che è bene lavorare un asse in una zona così distante dal mandrino sostenendolo sulla contropunta del tornio: l'eccedenza verrà poi tagliata alla fine della lavorazione)

Immagine

Fisso quindi sull'asse del conoide l'arresto di carica

Immagine

L'ultima cosa che rimane da fare è quella di tagliare il recesso per il gancio della catena

Immagine

e naturalmente sistemare il relativo pernetto di ingaggio del gancio.

Questi i componenti del conoide:

Immagine

e questo il conoide completamente montato e provvisto della sua catena:

Immagine

...ed ora dovrei guardare verso l'alto oppure verso il basso.... :lol: :lol: , voglio dire , pensare al pignone con il quale la ruota del conoide ingrana, oppure il bariletto della molla... :lol: :lol:

Siamo un pò tutti in ferie , e mi prendo un pò di tempo per pensarci... :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2938
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da sobas66 » mercoledì 5 agosto 2009, 11:12

carlo ha scritto: Siamo un pò tutti in ferie , e mi prendo un pò di tempo per pensarci... :lol: :lol:
Cordialità.
Carlo
Visto c he sei in ferie ti posso proporre una lettura utile :-D , ammesso che non l'abbia già letta :oops:

Immagine
Immagine
Immagine

Un altro modo di fare il conoide con il mantenimento di carica :-D

ciao Daniele

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5415
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da carlo » giovedì 6 agosto 2009, 8:45

Deve essere un libro alquanto interessante. Il titolo? Una passata di scanner :cry: ?

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 2938
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 10:40
Località: treviso

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da sobas66 » giovedì 6 agosto 2009, 8:59

pratical clock repair
by Donald de Carle... :roll: ti dice niente?

ciao Daniele

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 5415
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 11:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento tipo Arnfield

Messaggio da carlo » giovedì 13 agosto 2009, 20:02

carlo ha scritto:...ed ora dovrei guardare verso l'alto oppure verso il basso.... :lol: :lol: , voglio dire , pensare al pignone con il quale la ruota del conoide ingrana, oppure il bariletto della molla... :lol: :lol:
Carlo
...verso l'alto :-D ,...verso l'alto :-D !

É segno di ottimismo... e poi ci si prospettano orizzonti più sconfinati (....e non solo in senso figurativo! :lol: Avremo davanti tutto il treno di ingranaggi più lo scappamento invece di un banale bariletto.... :lol: :lol: )

...e quindi mi tocca il pignone che ingrana con la ruota del conoide. :lol:

Se centrare la fresa a modulo per tagliare una ruota dentata è un lavoro che concede alla precisione una se pur minima tolleranza, nel caso di un pignone, ogni macroscopico errore risulterà evidente. :evil:

Da qui la necessità di un perfetto allineamento.
Perfetto allineamento che è quasi impossibile ottenere affidandosi alla mera osservazione visiva. Preferisco quindi fare delle prove su una barretta di ottone ( di più facile e veloce realizzazione) finchè non sono soddisfatto del risultato di centratura.

Inoltre, per effettuare il taglio di un pignone, la fresa a modulo deve girare a basso numero di giri, ed è questo il motivo per il quale ho completato l'attrezzatura che uso al caso con un motore elettrico da 350-400 giri al minuto ( che ad onor del vero sarebbero comunque un pò tanti. Purtroppo non sono riuscito a trovare un motore elettrico più adatto :cry: .Il motore asincrono non permette l'utilizzo di un variatore di giri, per cui mi posso affidare solo all'utilizzo di pulegge di diverso diametro per cercare di ridurre il n. di giri :cry: )

Immagine

Inizio quindi con un tentativo di centratura visivo della fresa a modulo per poi verificare il risultato

Immagine

Solo dopo 4 tentativi rilevo che la fresa è posizionata correttamente ( come si può intuire vedendo la 4° foto) .

Immagine

Inizio quindi a tagliare il pignone nell'acciaio

Immagine

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Rispondi