Trapano Steinell

...del presente e del passato
Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1509
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: Trapano Steinell

Messaggio da pendolum » domenica 6 ottobre 2013, 10:42

Uhmm... :(): dalle prime prove nulla di buono. Ho effettuato delle prove sul trapano, anziché sul tornio.

La puleggia motore, misurata al comparatore centesimale, mostra una eccentricità solo di una ventina di centesimi. quella del trapano anche meno.

Messe in tiro con la cinghia danno risultati un po' peggiori (penso per via dei giochi dei cuscinetti) ma non superano i 30-35 centesimi.

Questi valori possono giustificare il "rattle"?

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6481
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Trapano Steinell

Messaggio da carlo » domenica 6 ottobre 2013, 12:17

pendolum ha scritto:Messe in tiro con la cinghia danno risultati un po' peggiori (penso per via dei giochi dei cuscinetti) manon superano i 30-35 centesimi.

Questi valori possono giustificare il "rattle"?
...con motore acceso o spento?

Ciao.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1509
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: Trapano Steinell

Messaggio da pendolum » domenica 6 ottobre 2013, 19:09

Dopo un pomeriggio (SPRECATO) a migliorare la concentricità delle pulegge che ora sono assolutamente adeguate, ho riprovato il tutto e il Rattle Rattle insiste e persiste :evil: :(((((: :(((((: !!!

Effettivamente mi sembra venga più dal motore che dal trapano, anche se la vibrazione si propaga in tutto il corpo trapano-motore rendendone difficile l'individuazione.

L'unica prova positiva che ho fatto alla fine della fiera è stata quella di rimisurare la tollesanza del cono portapinze, ed è invariata con movimento impercettibile all'interno del centesimo. Riprovato a forare con la punta da 0,3 a giri molto sostenuti: foro eseguito perfettamente senza rompere la punta in carbide.

Ma quel rumore (con la relativa vibrazione) è una vera tortura per le mie orecchie (e soprattutto per il mio orgoglio :oops: ).

Sono tentato di lasciare tutto com'è. >>||<<

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6481
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Trapano Steinell

Messaggio da carlo » domenica 6 ottobre 2013, 19:41

Riminiscenze giovanili :lol:
La minima anomalia di un motere per la propulsione di una nave si poteva anche rilevare auscultando le diverse parti meccaniche.... e vi lascio immaginare il rumore che c'era nella Sala Macchine delle navi di una volta.... esterefatto

Con il flash, una torcia portatile che non mancava nella tasca di nessun Macchinista, appoggiandolo ad un macchinario che conteneva parti in movimento era possibile auscultare il comportamento dei singoli organi che si muovevano all'interno. Ovviamente in mancanza del flash "qualsiasi cosa" poteva andar bene.

Prova prima con il corpo del trapano e poi con il motore elettrico: ritengo impossibile che tu non riesca ad individuare la fonte del rumore.

Per tua buona informazione, ho misurato oggi l'eccentricità della puleggia del mio Rosa 3 ( non del canotto, della puleggia) ed essa è risultare essere sui 3 centesimi, non 3 decimi come nel tuo caso.

Ciao.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1509
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: Trapano Steinell

Messaggio da pendolum » domenica 6 ottobre 2013, 23:38

Il mio problema nell'identificazione della provenienza del rumore è dovuto al fatto che il motore e il trapano sono solidali e un rumore sul motore si trasmette al trapano e viceversa. Se poggio una mano sul corpo del trapano avverto il rattle, ma mi sembra di avvertirlo più forte se poggio la mano sul motore.

Del resto il trapano da solo come posso provarlo se tolgo il motore? Il motore poi non fa nessun rumore se non c'è la cinghia ben tirata. Quindi non posso provarlo se non lo collego al trapano.

L'eccentricità della puleggia motore ora la ho corretta lavorando sul tornio il suo gambo e sistemando alcuni accrocchetti che erano stati fatti (ho sistemato meglio la sede della chiave sulla puleggia ed ho ribassato un po' tornendola, la battuta. Non ricordo quanti centesimi è ora ma è nell'intorno di 5.

Potrei sistemare meglio quella del trapano ma ci devo lavorare un po'. Comunque non credo sia quello il problema. Ha tutta l'aria di essere un problema di giochi eccessivi di cuscinetti usurati. Ma non ho l'esperienza per giudicarlo. E solo l'idea di smontare i cuscinetti al motore ed al trapano, come dicevo, mi fa venire il mal di pancia. Ci sono già passato col motore del tornio ed ho risolto dopo giorni di dubbi e sudore. E' più facile se si hanno gli esplosi e si sa dove battere, perché non si riesce quasi mai ad operare solo con estrattori.

Ad esempio nel motore del tornio c'era un cuscinetto tenuto in sede sull'asse, oltre che con la sua interferenza, anche con un canotto lungo 5 o 6 cm, anch'esso con la sua interferenza con l'asse. Per toglierlo (dopo aver scoperto che era un canotto e non un ringrosso dell'asse) ho dovuto tornirlo via e rifarlo.

Spero proprio di non dover ripassare questo calvario. §cal§

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6481
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Trapano Steinell

Messaggio da carlo » lunedì 7 ottobre 2013, 6:56

pendolum ha scritto: Il mio problema nell'identificazione della provenienza del rumore è dovuto al fatto che il motore e il trapano sono solidali
Immagine
a vedersi sembrerebbero due corpi separati ancorchè uniti.
pendolum ha scritto:e un rumore sul motore si trasmette al trapano e viceversa. Se poggio una mano sul corpo del trapano avverto il rattle, ma mi sembra di avvertirlo più forte se poggio la mano sul motore.
non giudicarmi troppo pedante,hai provato ad auscultare... ""==""

...e poi, prova a tagliare la testa al toro: cambia i cuscinetti del motore elettrico, con pochi euro ti togli tutti i dubbi.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1509
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: Trapano Steinell

Messaggio da pendolum » lunedì 7 ottobre 2013, 8:49

Carlo ho provato ma, come ti dicevo, non è chiarissimo. E' come se il rumore si trasmettesse tramite la cinghia ed il contatto motore trapano.

Non è per gli euro da spendere che mi viene il mal di pancia. E' solo al pensiero di dover sfilare i cuscinetti dall'asse del motore, dal quale, probabilmente, non sono mai stati sfilati. Una operazione apparentemente semplice, nel passato (ma forse sono stato sfortunato) mi ha causato non poche difficoltà.

Appena ho un po' di tempo mi farò coraggio.


ahh se abitassi un po' più vicino a te... :lol: magari lo avremmo fatto insieme. [[]

Grazie per i consigli.

Rispondi