informazioni sulle pinze ER16

...del presente e del passato
Rispondi
Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6564
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Help!

Messaggio da carlo » mercoledì 8 ottobre 2014, 7:47

Non so se esiste e sia di facile reperibilità, ma forse potresti trovare ( o farti fare da una officina specializzata) un adattatore che abbia l'esterno CM3 e l'interno un foro per le pinze W20 ( non ho presente a memoria se le dimensioni del CM3 consentano un foro da 20 mm.) oppure ( questo sicuramente sì) un foro da 12 mm. per le pinze W12.( oppure ancora B8, quelle per i torni da 8 mm.). In questo modo risolveresti definitivamente il problema delle pinze sull'Optimum che a mio avviso è una macchina più affidabile dell'Unimat.

Se le pinze per l'unimat non costano una follia puoi comunque tentare questa strada...buona fortuna... :lol:
pendolum ha scritto: Altrimenti ti tocca comprare il portapinze da montare al posto del mandrino. Comunque il mandrino può essere smontato e rimontato quante volte si vuole senza preoccuparsi della centratura
dei problemi potrebbero nascere se non utilizzassi un mandrino proprietario ... [[]

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
aldo
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2011, 14:57
Località: udine

Re: Help!

Messaggio da aldo » mercoledì 8 ottobre 2014, 8:50

Non vedo problemi allora per l'uso di pinze, se c'è già la sede CM3 puoi comprare quel tipo di pinza (da 1mm a 20mm dia.) o il porta pinze ER con il codolo CM3.
Oppure come dice giustamente Carlo, fare un manicotto ad hoc , per B8 o W12 max.
Considerazione personale :
- le pinze CM o le ER hanno dei limiti, le prime le trovi solo a passo di 1 mm, difficilmente 0.5 , entrambe non ti permettono di lavorare barre lunghe, ma è una soluzione abbastanza economica.
- fare un adattatore per W12 , tirante con filettatura particolare, pinze nuove che un set decente costa più del tuo tornio, non so se economicamente ne vale la pena.
Forse, se vedi che la materia ti appassiona, potresti pensare di vendere il tuo tornio e cercare uno Schaublin che è fatto apposta per questi lavori.
Usati non costano follie e se ben tenuti,o restaurati, sono da tenere in salotto. ::love::
Negli anni mi sono trovato un 102 e recentemente un 70 che sto, tempo permettendo, sistemando.

Nelle foto si vede il tipo di pinza CM, il tirante che dovrai realizzare ed il porta pinze ER .

Immagine
Immagine

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: Help!

Messaggio da guidomaria » mercoledì 8 ottobre 2014, 10:23

Finora la mia ricerca di uno Schaublin in buone condizioni ed a prezzo arrivabile è stata infruttuosa e alquanto frustrante. IL più bel 70 che ho visto lo vende un americano a 9000 Dollari cui va aggiunto trasporto e dogana :) Poi c'è il problema degli accessori: occorrerebbe che, nel prezzo, fossero compresi anche quelli in una quantità adeguata (esempio le pinze) ... E' facile che, ad un prezzo basso (parliamo per esempio di 2-3000 euro) corrisponda una macchina male in arnese, che bisogna appena cominciare a sistemare (e per sistemarla occorre quella competenza pratica che a me manca).

Mia moglie dice che con ogni mio successivo acquisto mi sto portando in casa ulteriore lavoro da fare e non ha affatto torto.

Per questo motivo per ora ho deciso di soprassedere ad ulteriori acqusti di usato. Un tornio nuovo, per quanto non di qualità eccellente, offre determinate garanzie, sopratutto quella di poter lavorare subito. Il mio Optimum 180x300 è stato acquistato nuovo ed ha lavorato poco e mai su acciaio, quindi è come nuovo e merita di essere adeguato con qualche accessorio a lavori più impegnativi. Ho scoperto esistere una vasta videoteca su youtube su lavori fatti con e sul mio tornio che può essere utile per imparare, dato che io sono assolutamente un autodidatta.

L'EMCO 3 è stato un incauto acquisto, ma è costato poco ed è molto facile da capire meccanicamente. Devo dire che ho potuto notare che non è affatto costruito male e può essere sempre reisionato perchè dispone di tutte le viti di registrazione. I due cuscinetti del mandrino non hanno gioco ne fanno rumore, ma cambiarli non mi sembra comunque difficile eventualmente con l'aiuto di un mio amico meccanico esperto in pensione, di cui mi fido ciecamente.

Proverò a vedere cosa riesce a fare con le pinze ER11 e degli ottimi utensili da taglio.
Anche le pinze ER per i mio Optimum sono assolutamente a portata di mano e questo costituisce una ulteriore possibilità che intendo sfruttare.

Se poi incrocerò uno Schaublin che sia un affare saprò coglierlo :-D, ma come dice Carlo, senza affrettare o forzare i tempi.

Ringrazio tutti per il supporto ricevuto e ... anche per quello che ancora mi vorrete dare :-D

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: Help!

Messaggio da guidomaria » mercoledì 8 ottobre 2014, 10:28

Aldo, scusa la domanda probabilmente cretina, ma il tirante a cosa serve? e serve anche con le pinze ER? perchè non ho notato se ci fosse nei set portapine-pinze che ho visto in vendita e pensavo che il tensionamento della pinza sul pezzo avvenisse tramite il dado forato di chiusura.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6564
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Help!

Messaggio da carlo » mercoledì 8 ottobre 2014, 10:38

se guido è d'accordo, sposterei parte di questo topic in un nuovo messaggio in "macchine utensili" con il titolo "pinze per tornio Optimum"

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
aldo
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2011, 14:57
Località: udine

Re: Help!

Messaggio da aldo » mercoledì 8 ottobre 2014, 10:57

Le pinze Cono Morse (o MK o Morse Taper) come il cono con il porta pinze ER hanno il foro filettato M10 ( nella misura CM2) per poter essere tirate in sede.
Poi le ER le fissi frontalmente con la sua ghiera.

:wink:

Avatar utente
daniele.marini
Messaggi: 112
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 13:00
Località: Milano

Re: Help!

Messaggio da daniele.marini » mercoledì 8 ottobre 2014, 14:21

guidomaria ha scritto:Sto aspettando una risposta dalla Optimum. Nella linea di accessori offerta c'è sempre un portapinza solidale con un disco da 100mm che si applica lla flangia su cui è fissato il mandrino al posto del mandrino. Temo che non ci sia una attacco conico e non correrò il rischio di smontare qualcosa prima di avere una risposta. Il rivenditore italiano con cui ho parlato mi dice che nei nuovi TU2004V ilportapinze si infila nel tubo dopo avere sfilato il mandrino. PEr

Per questo chiedevo a chi ha un optimum D180-300 vario (modello 2007) come è attaccato il suo mandrino.
Confermo che il 180 Optimum ha il mandrino montato su flangia e la testa porta pinze che si avvita sulla flangia come puoi vedere qui.

Immagine

Io ho comperato l'accessorio portapinze su CM2 da montare sulla contropunta per poter montare punte da trapano e altro fino alla misura massima delle pinze, come vedi qui:
Immagine

Non ricordo più quanto lo ho pagato, ma lo avevo comperato dalla Francia, costava parecchio meno e la spedizione non era esagerata.

Daniele

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6564
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Help!

Messaggio da carlo » mercoledì 8 ottobre 2014, 19:19

Scusa Daniele, ma inavvertitamente ho cancellato il tuo ultimo messaggio.

Per cortesia ridimensiona le foto a max 800x600 pixel ( con imagestime è questione di un solo click) e non usare il tasto URL per i collegamenti a siti esterni, bensì il tasto LINK
Grazie per la tua comprensione.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
daniele.marini
Messaggi: 112
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 13:00
Località: Milano

Re: Help!

Messaggio da daniele.marini » mercoledì 8 ottobre 2014, 20:47

carlo ha scritto: Per cortesia ridimensiona le foto a max 800x600 pixel ( con imagestime è questione di un solo click) e non usare il tasto URL per i collegamenti a siti esterni, bensì il tasto LINK
Oops, provvederò.

d.

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: Help!

Messaggio da guidomaria » giovedì 9 ottobre 2014, 1:27

Ogni tanto qualcosa non funziona nel modo dovuto: stamattina ho scritto una risposta l'ho inviata e si deve essere persa nel cyberspazio .... ><><><

Comunque, vediamo se mi ricordo: innanzitutto il mio assenso alla proposta di Carlo di spostare il thread in un capitolo più consono ... assolutamente d'accordo.

Poi il grazie a tutti coloro che mi hanno dato informazioni preziose .... oggi ho fatto un po' di ordini e, in effetti, noto che gli accessori alla fine vanno a costare un bel po' <<<<))

tuttavia mi servono e ... mi piacciono da morire ""==""

Ho preso il portapinze ER16 con le pinze per l' EMCO, ma vorrei prendere il portapinze MK3 ER16, così posso usarle anche sull' Optimum. Le offerte dei rivenditori italiani sono vergognose (dal 30% in più al doppio) .... basti pensare che l'Optimum 220x300 TU2004V in germania si prende per 1200 euro e qui si va dai 1600 ai 1800.

L'unica nota soprendente: ho trovato un mandrino autocentrante da 50mm per l'EMCO presso un rivenditore di Napoli (che vende tramite Amazon) a 39 Euro contro i 109 di quelli tedeschi (probabilmente sarà una) ...ma vedremo.

Una domanda : ho trovato il portapinze MK3 ER16, ma la descrizione competa è MK3 M12 ER16 ... per cosa sta quell' M12 che sa di passo di filettatura? Ho visto che c'è anche l'MK3 M10 ER16, che però è considerato fuori standard.

Qualcuno sa dirmi qualcosa di più? non vorrei sbagliare nell' acquisto

Ho visto anche buone offerte per le pinze Schaublin usate, però non c'era un portapinze MK3 per W20 ... però ci sono le ES 16 ,25 ,32 e 40 che dovrebbero essere l'equivalente Schaublin delle ER

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6564
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Help!

Messaggio da carlo » giovedì 9 ottobre 2014, 7:45

guidomaria ha scritto:.

Una domanda : ho trovato il portapinze MK3 ER16, ma la descrizione competa è MK3 M12 ER16 ... per cosa sta quell' M12 che sa di passo di filettatura? Ho visto che c'è anche l'MK3 M10 ER16, che però è considerato fuori standard.
Qualcuno sa dirmi qualcosa di più? non vorrei sbagliare nell' acquisto
Logica vorrebbe che la specifica menzionasse tutti i "dati sensibili" dell'attrezzo per cui quasi sicuramente si tratta delle dimensioni della filettatura del tirante.
Ho visto anche buone offerte per le pinze Schaublin usate, però non c'era un portapinze MK3 per W20 ... però ci sono le ES 16 ,25 ,32 e 40 che dovrebbero essere l'equivalente Schaublin delle ER
Come giustamente ha fatto osservare Aldo in un cono morse 3 non "ci sta" un foro da 20 e quindi non ne può esistere uno che ospiti le pinze W20.

"ER", non credo che sia uno standard proprietario della Schaublin , ma nello stesso tempo confesso la mia ignoranza sulla differenza fra queste pinze e le ES... ""==""

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
aldo
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2011, 14:57
Località: udine

Re: Help!

Messaggio da aldo » giovedì 9 ottobre 2014, 8:14

.
Ultima modifica di aldo il giovedì 9 ottobre 2014, 8:16, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
aldo
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2011, 14:57
Località: udine

Re: Help!

Messaggio da aldo » giovedì 9 ottobre 2014, 8:15

Mi ha incuriosito la faccenda ER-ES e allora cercando cercando, ho trovato nel solito sito di Tony lathes UK , questa dettagliata spiegazione, della quale faccio paste/copy, non è farina del mio sacco .
Grazie a voi ne ho imparata un altra. :-D



The early EMCO Maier supplied collet holders were for the E-16 and ES-6 series of collets from Schaublin in Switzerland and were a little shorter than the ER-16 style invented by Rego-Fix (also of Switzerland) in 1972 and do not have the ER-16 extraction groove (ES = Schaublin, ER = Rego-Fix).
An ER-16 collet can sometimes be used in an E/EX-16 holder - but never the reverse i.e. an E/ES-16 collet in a ER-16 holder - if this is tried the extractor in the nut will ruin the smaller collet. Although the ER-16 collets will seat in the E/ES holder they will protrude more and the nut may not have enough threads to engage the body safely. Schaublin now makes an ESX-16 collet set with is compliant with the DIN standard.
The current M14-1 Collet holders are for the Unimat 3/4 and use the ER-16 collets. The ER-16 collet and the rest of the ER family were invented by REGO-FIX . The E/ES-16 series became obsolete in mid 1980s..
Unfortunately there are several designations for the ER collet family (including .RD) with different makers branding collets with their own nomenclature. From a user's point of view, ask the manufacturer if the collets he sells are the same as the ER family - and meet the design requirements of the DIN specification. The E collets have just 6 slots and, with a collapse range of only a few thousandths of an inch, are intended for use only with the "nominal" size marked on the collet. The ES and ER collets have 8, 12 (or more) slots and a collapse range of about .040". ER collets also have an extraction groove-- the E and ES collets do not. The diameter of the E and ES collets is measured at the largest diameter where the two cones meet which, in the case of E/ES-16 collets, is 16 mm. The ER type are measured at a defined distance below the extraction groove on the 8-degree (16 Degrees included angle).
An ER-16 collet can sometimes be used in an E/EX-16 holder - but never the reverse i.e. an E/ES-16 collet in a ER-16 holder - if this is tried the extractor in the nut will ruin the smaller collet. Although the ER-16 collets will seat in the E/ES holder they will protrude more and the nut may not have enough threads to engage the body safely. Schaublin now makes an ESX-16 collet set that is compliant with the DIN standard.
Ultima modifica di aldo il giovedì 9 ottobre 2014, 13:19, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
aldo
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2011, 14:57
Località: udine

Re: Help!

Messaggio da aldo » giovedì 9 ottobre 2014, 8:17

Piccolo OT, perchè partono due messaggi ? esterefatto
Mi è successo anche ieri.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6564
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Help!

Messaggio da carlo » giovedì 9 ottobre 2014, 9:04

aldo ha scritto:Piccolo OT, perchè partono due messaggi ? esterefatto
Mi è successo anche ieri.
...a saperlo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ""==""
Ieri nel cancellarne uno se ne sono cancellati gli entrambi eguali ( e di questo mi sono scusato con Daniele) ""=="" ""=="" BOH!!!!

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Rispondi