informazioni sulle pinze ER16

...del presente e del passato
Rispondi
Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1509
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: Help! + informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da pendolum » venerdì 7 novembre 2014, 13:22

provo a postare un po' di foto del sistema che mi sono fatto un annetto fa per montare sull'Optimum le pinze w12 del mio Schaublin 70.

Il tutto sempre all'insegna del massimo risparmio ""==""

Ho utilizzato un riduttore cono morse da 3 a 1 e, dopo averlo inserito nel cono 3 dell'Optimum (senza mandrino) l'ho lavorato per alloggiare le pinze w12 che avevo in abbondanza (ma non sono mai troppe [-_-] ).

Ho quindi ricavato all'interno del riduttore il foro di misura per la pinza e l'imbocco conico. Ho poi piantato un perno che, sporgendo all'interno del riduttore, si aggancia con il canale laterale delle pinze per impedirne la rotazione.

Ho poi modificato il tirante delle pinze della contropunta a leva del 70 applicando una manopola in bachelite ad una estremità. In questo modo il bordo inferiore della manopola fa battuta sul labbro del canotto dell'Optimum. Volendo si può interporre una rondella in ottone.

In questo modo ho ottenuto un accoppiamento sicuro (il portapinze non può uscire dal cono perché tenuto in sede dal gruppo tirante-pinza), un passaggio barra da 8mm (quello delle pinze w12) ed un minimo ingombro sulla flangia portamandrino, che consente di avere più spazio di lavoro rispetto alle ER16.

Il tutto completamente reversibile: basta svitare il tirante e riposizionarlo sulla contropunta dello Schaublin.

Certo tutto è partito dall'avere disponibili le pinze w12 che sono si più precise ma anche più costose e richiedono un maggiore assortimento.

Ieri, allerta meteo a Roma, ho passato un po' del pomeriggio a modificare un carro verticale che avevo acquistato per tagliare ruote sullo Schaublin 70 per adattarlo, sempre in modo reversibile, a divenire un carro di fresatura per l'Optimum (che si presta meglio dello Schaublin 70 a fare piccole fresature non troppo "pesanti").

Ovviamente devo acquistare una morsa più seria e precisa. Per ora l'ho provato con una Valex da quattro soldi che avevo comprato per il trapanaccio cinese a colonna.

Ecco alcune foto:


Immagine Immagine Immagine
Immagine
Ultima modifica di carlo il venerdì 7 novembre 2014, 20:11, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: scusa Massimo se ho cancellato la tua sollecitazione a spostare in questa sezione tutto l'argomento.

Avatar utente
daniele.marini
Messaggi: 112
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 13:00
Località: Milano

Re: Help! + informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da daniele.marini » venerdì 7 novembre 2014, 13:32

Splendida soluzione. Io sto preparando una cosa simile per pinze 8mm Boley. Un amico mi sta facendo il riduttore CM3-8mm.
sto anche preparando un attacco per la fresa verticale Boley.
Abbiate pazienza, quando tutto pronto comunico!.

d.


nota di carlo
Daniele sono 4 o 5 giorni che hai un MP

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da guidomaria » venerdì 7 novembre 2014, 22:11

Oggi ho finalmente ricevuto i pezzi che attendevo per il piccolo EMCO UNIMAT 3 ....

1 - cannotto nuovo (ho anche i cuscinetti ma per ora non serve cambiarli)
2 - portapinze ER 16
3- serie di pinze ER16 di probabile origine cinese, da 1 a 10mm

Vi dirò che la Pinza da 1mm è difettosa: non entra nella vite di serraggio e me la sostituiranno (ma ne ho già una)

Il primo montaggio del portapinze e la susseguiente misura di eccentricità ha dato risultati disastrosi ... allora ho cambiato il cannotto.

Con la pinza ceca, come con la pinza cinese da 3mm e con il solito stelo di punta da trapano da 3 mm ho misurato
0,005 di eccentricità. La stessa misura ce l'ho anche sul cannotto da solo. (in realtà inizialmente avevo avuto un risultato peggiore, ma mi sono ricordato quanto è stato detto sull'importanza della pulizia nel collegamento conico)

Sono veramente contento

Nonstante questo dimostri che le pinze ER anche cinesi sono ottime (salvo quelle difettose) ho preso qualche ulteriore pinza ER16 ed una vite di serraggio Schaublin ESX .... vedremo la differenza, ma credo che non sia misurabile.

ecco la foto del tornietto .... anche la contropunta rotante ha un errore inferiore al centesimo: ora devo allineare alla perfezione la testa con la slitta.

Immagine

Immagine

Invece, sul mio Optimum, ho montato il portautensili con cambio rapido, originale della Optimum.

Immagine

Ora mi manca solo uno Schaublin :-D .... e magari imparare ad usarli ""==""

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1509
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da pendolum » sabato 8 novembre 2014, 0:08

Ma il portautensili originale Optimum come è fatto nella parte bassa? Ha l'incavo di 18mm di diametro per poggiarsi sul piano del carro o, come sembra dalle foto, rimane sollevato e poggia solo sulla sporgenza da 18mm di diametro del carro?

Se posso chiederlo quanto è costato?

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da guidomaria » sabato 8 novembre 2014, 1:34

Il portautensili ha un incavo di 18mm, per cui poggia sul piano del carro. Per montare questo rapido ho dovuto metterci sotto la rondella sagomata che si trovava sopra il portautensili originale (altrimenti non si riusciva a bloccarlo).
Devo dire che la cosa mi sollevato qualche perplessità (il fatto che non poggia sul carro) ed ho scritto alla Optimum per chiedere lumi. Secondo me sotto ci dovrebbe stare una bussola realizzata appositamente, che sollevi il portattrezzi, ma gli dia un appoggio più largo e riempia lo spazio vuoto tra il prigioniero ed il foro di posizionamento. Attualmente c'è una bussola di tale tipo solo superiormente (ilforo è inferiore a 18mm e non permette di arrivare fino al carro).

Non ho capito nemmeno la scala graduata riportata superiormente: non è in gradi, ma è divisa in 40 parti.

Immagine

Il sistema di cambio rapido + 4 portautensili costa circa 300 euro e c'è solo quello originale. Può darsi che ce ne siano altri in giro che si possano adattare.

Quando avevo scritto alla Optimum mesi fa (ero molto più inesperto di ora) per chiedere che accessori consgliassero per dedicarsi a lavori di pendoleria, mi avevano detto: pinze, subito e portautensili a cambio rapido eventualmente in seguito.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da carlo » sabato 8 novembre 2014, 8:12

a me pare indiscutibile che il portautensili debba appoggiare sul piano del carro a croce, a maggior ragione se nell'attrezzo è presente il recesso per ospitare l'anello di 18 mm. ( che peraltro non ho mai visto e non so come sia fatto)

Quasi sicuramente la "rondella" va posizionata al di sopra.

Le tacche non credo che indichino i gradi ma servano a riposizionare diverse cartelle, con diversi utensili, sempre nelle loro rispettiva posizione dopo ciascun utilizzo durante una serie di sostituzioni.

Cordialità.
Carlo

PS complimenti per la nuova attrezzatura [[]
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da guidomaria » sabato 8 novembre 2014, 9:53

Continuo a non capire, dato che c'è un solo modo per posizionare le cartelle ....

In più il portautensili a cambio rapido non ha il foro da 18mm e quindi non potrà mai poggiare sul piano del carrello.

A questo punto potrei sospettare che non mi abbiano inviato quello corretto per il mio modello di tornio....

Immagine

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da carlo » sabato 8 novembre 2014, 10:09

se nel portautensili a cambio rapido non c'è il recesso per la rondella del perno fissato sul carro a croce, a me pare ovvio che il portautensili non è quello originale.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da guidomaria » sabato 8 novembre 2014, 14:51

Dunque, ho indagato ... Il portautensili è quello originale e qui ci sono le istruzioni per il montaggio in inglese:

http://web.deu.edu.tr/sbt/files/gumush/SWH.pdf

Poi c'è chi si diverte a lavorare di fino con il tornio, come questo greco (?), che mostra come lui si è fatto il prigioniero apposito per il montaggio ed ha tornito internamente il cilindro del portautensili per farlo posare sul piano...



tuttavia la Optimum istruisce a lasciare che il portautensili si blocchi sulla rondella di base da 18mm e non sul piano del carrello, utilizzando il prigioniero esistente M10. La rondella, non è poi una rondella, ma la base in acciaio speciale su cui si avvita il prigioniero.

Io mi sono limitato a fare due cose:

1 - tornirmi una bussola da 13mm da inserire sul prigioniero M10 per togliere il gioco radiale
2 - tornire internamente a 18mm due grosse rondelle in modo da allargare la rondella di base da 18mm

Immagine

Non sarà elegante, ma l'importante è che non dia problemi operativi.

I modelli di maggiori dimensioni di portautensili a cambio rapido della Optimum prevedono tutti un perno di bloccaggio o due per impedire la rotazione del portautensili sotto sforzo ... il modello AA per potenze sotto 1 KW non lo prevede.

Per quanto riguarda l'allineamento previsto nelle istruzioni, credo ci avere fatto meglio del Greco ... utlizzando come riferimento il lato della contropunta. Ho bloccato il portautensili con un errore di allineamento di 2 centesimi, senza dover impazzire con successive correizoni.

Immagine

In pratica, contraramente a quanto pensavo inzialmente, il cilindro dentato del portautensili è fisso ed è la parte esterna che, quando è sbloccato, ruota rispetto al cilindro consentendo varie angolazioni di posizionamento della cartella, con una certa precisione di ripetibilità. La scala graduata è un riferimento, pur mancandole una tacca di riferimento fissa.

Comunque questo è un virtuoso dell' Optimum D180x300 ... c'è molta roba sua in giro, decisamente interessante.
Qui qualcuna dele sue modifiche alla macchina:

http://www.metallmodellbau.de/Opti180Umbau.php

Dimenticavo, ho scoperto che esistono anche altri portautensili rapidi, anche a prezzi inferiori.

questo ne offre tutta un gamma

http://www.werkzeugmaschinen-baxmeier.de/shop14/177/nonJava/Katalog.html

mentre questo mi sembra quasi identico al mio, ma costa qualche decina di euro di meno

http://www.ebay.de/itm/151253677214

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1509
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da pendolum » sabato 8 novembre 2014, 18:54

Guarda che secondo me ti hanno "tirato il pacco" o come si dice a Roma, "ti hanno dato 'na sola".

Il disegno della torretta AA, che mi pare aver capito sia quella che hai acquistato, ha il recesso da 18mm alla base del cilindro dentato. Lo puoi vedere nelle istruzioni di montaggio dell'AA. Infatti dai loro disegni si vede che c'è un recesso e che la torretta poggia sul carro.

Quella che hanno dato a te non è la AA illustrata sul manuale.

Per lo meno mi pare di aver capito così dalle tavole delle istruzioni. Rimango allibito per il comportamento della Optimum. Si fanno pagare 300 euro per darti una torretta originale che, immaginavo, fosse specifica per il tornio, e poi ti danno una torretta qualunque di quelle che si trovano a prezzo più basso su internet. A questo punto ritengo inaccettabile che ti mandino un adattatore con foro da 18mm da piazzare sotto la torretta, per due motivi: 1) che avresti potuto comprarti una torretta commerciale a molto meno. 2) che ti fa sballare altezza massima e minima della cartella rispetto a quelle previste per il tornio. Per giunta avrebbero dovuto mandarti il prigioniero adatto alla torretta.

Ciò che ha fatto ineccepibilmente il greco è assurdo debba essere fatto su una torretta proprietaria venduta come accessorio originale. A questo punto me ne comprerei una commerciale e me la adatterei come ha fatto il greco risparmiando bei soldini.

A mio parere dovresti pretendere la sostituzione con una identica a quella riportata nel manuale, ovviamente a spese loro.

P.S. le 40 divisioni non sono metriche ma corrispondono alle 40 divisioni della corona dentata del cilindro. Uno scatto a molla rende precisa la rotazione da una posizione all'altra.
Ultima modifica di pendolum il sabato 8 novembre 2014, 19:35, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da carlo » sabato 8 novembre 2014, 19:17

  • - Il greco ha tornito un recesso per l'anello affinchè il portutensile possa appoggiare sul carro

    - tu hai dovuto tornire una bussola per adattare il perno al foro del portautensili
Per me è qualcosa che non quadra ed un portautensili che non appoggi completamente sul piano del carro io ( ma forse anche il greco), non lo considero affidabile... ""==""

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da guidomaria » sabato 8 novembre 2014, 20:50

il "greco" ha comprato la stessa torretta che ho preso io. Come potete vedere dalle foto la mia è marcata "Optimum"
Guardando il disegno a pag. 4 . si vede che il recesso di 18mm alla base non è previsto.

La confema viene dalla tabella con le misure 1.6.1 : infatti A (il foro nella bussola superiore è di 10mm, mentre B ovvero il foro passante nel cilindro è di 12mm (in realtà però sono 13).
C'è un recesso superiore di quel diametro, che accoglie la bussola.

Nelle istruzioni per il montaggio, nel disegno il portautensili viene rappresentato appoggiato al piano della slitta ...

Ho letto in alcuni forum tedeschi, che il problema del montaggio è stato segnalato anche da altri. Ora vediamo cosa mi scriverà la Optimum. Certamente i portautensili rapidi che loro vendono, sono gli stessi prodotti ed offerti da altri, con la sola aggiunta della loro targhetta. Certamente sono cinesi.

Lasciando da parte il problema, per parlare invece di soluzioni (chi ha dato, ha dato, ha dato...) realizzare il recesso non sarebbe un problema, ma faccio presente che, una volta fatto, il contatto tra il portautensili e la base del carrello, avverrà su di un' area anulare con diametro interno 18,5 ed esterno pari al cilindro.

Con la rondella che ci ho messo io, avviene esattamente la stessa cosa o forse anche di più dato che l'altezza è la stessa della famosa rondella da 18mm, per cui potrei avere una superficie di contatto anche maggiore.

i 6mm di altezza in più non rendono più difficile centrare in altezza i miei utensili da 8 e 6 mm

Quindi non vedo il problema. La "sola" può darsi ci sia, ma di 30 -40 euro. Ora, per esempio, comprerò il portapinze con flangia e vogli essere sicuro di non dovermela forare da solo ==))((/

Se proprio dovessi vederne uno, direi che sarebbe meglio se le superfici di contatto fossero scabrose, in modo che l'attrito mi fornisca un momento torcente resistente ancora maggiore.

Come fare per irruvidire le due facce della mia rondella, nonchè il fondo del cilindro e la superficie del carro?

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1509
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da pendolum » domenica 9 novembre 2014, 0:33

Io mi riferivo alla figura 3-1 a pag. 11 dove si vede chiaramente un recesso da 18mm alla base del cilindro. ed alla fig. 3-4 dove si vede la torretta perfettamente poggiata sul carro.

Comunque da un'azienda come Optimum non me l'aspettavo. Praticamente ti hanno venduto un semilavorato senza minimamente informarti. ><><><

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da carlo » domenica 9 novembre 2014, 8:31

guidomaria ha scritto:Come fare per irruvidire le due facce della mia rondella, nonchè il fondo del cilindro e la superficie del carro?
E' una azione di cui non ho mai sentito parlare nessuno e di cui credo che nessuno abbia mai sentito la necessità.

Anche per una torretta di generose dimensioni quali 145 mm, x 145 mm. ( http://www.sicutool.it/DesktopModules/Catalogo/allegati/Tabella_dimensioni_1587.pdf ) è previsto un solo dado che si serri su un prigioniero.

Se è pur vero che alla fin fine con l'aggiunta di una rondella ora, nel tuo caso, il cilindro dentato appoggia per tutta la sua superficie, ciò nonostante la soluzione non mi sembra completamente convincente... :():

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: informazioni sulle pinze ER16

Messaggio da guidomaria » domenica 9 novembre 2014, 20:19

Pendulum, hai ragione: non avevo letto con attenzione. Nelle istruzioni che accompagnano la figura citata, c'è espressamente scritto "turn out the hole of the crown gear (pos.1) according to the adjoining drawing." .... a parte la bruttezza di quell' "adjoining" vuol dire proprio che sta al compratore allargare il foro per fare posto alla famosa rondella da 18mm.

Vabbè .... si può ancora fare. Vi confesso che da quando ho comprato il mio tornio ho fatto di tutto per evitare di tornire l'acciaio. Forse perchè i primi tentativi, molti anni fa sono finiti con esiti disastrosi ""==""

Invece devo dire che ieri, per fare la bussola non ci ho messo niente. HO ancora timori, ma mi sento più fiducioso :wink:

Tuttavia, prima testerò la soluzione con le rondelle ... se va bene, perchè cambiare?

Rispondi