Divisore - quarto asse

...del presente e del passato
Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6479
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da carlo » lunedì 5 giugno 2017, 8:06

Felicissimo che tu sia soddisfatto del tuo divisore mosso da un MPP e della forma dei denti che, con esso, hai ottenuto.

Probabilmente, al tempo in cui io avevo costruito il mio divisore CNC avevo sbagliato qualche cosa o il software non era sviluppato come uno dei tempi odierni.

Mi aiuteresti a capire come un MPP che , credo, si possa solo fermare al compimento di un passo completo ( questo lo credo io, ma potrei sbagliarmi ""=="" ) riesca invece a tener conto di divisioni che presuppongono un arresto intermedio fra due passi.
Io continuo ad immaginare che se è il software che interagisce per trovare ogni volta delle soluzioni mediane fra passi interi e che prima o poi mano a mano si compensano....ebbene il risultato non dovrebbe essere una divisione "perfetta" ma forse solo una che alla vista appare tale e della quale, volendo ci si può accontentare ( d'altronde con cosa mai si può ottenere una divisione "perfetta" [[] ) .... ""=="" ""=="" ...ma sono certo che sono io che non capisco qualcosa.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
ulisse53
Messaggi: 87
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2016, 17:48
Località: Provincia di Brescia
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da ulisse53 » lunedì 5 giugno 2017, 12:31

Ciao Carlo,
la cosa funziona così:

i motori passo passo odierni in genere hanno 200 passi/giro tuttavia è possibile (mediante opportune schede elettroniche) pilotarli a mezzo passo (diventano 400 passi/giro)od anche a micropassi (nel mio caso 1600 passi/giro).

Come si ottiene questo?

Immagina che l'asse del motore sia trascinato da una lancetta che salta di ora in ora su un orologio che ha 200 ore e ogni ora sia un
elettromagnete che può essere acceso o spento.

addesso accendiamo il magnete 1 : la lancetta va sull' 1
spento 1, accendiamo 2: la lancetta va su 2

Però se io accendo contemporaneament 1 e 2 , la lancetta si pone in mezzo tra i 2 numeri --> ho ottenuto il mezzo passo.

Adesso immagina di dare corrente ad entrambi ma un po' meno a 1 e un po' più a 2 : la lancetta si metterà tra i due numeri ma più spostata verso il 2 che ha più forza --> così si ottengono i micropassi, variando la corrente tra i due gradualmente.

Ora è ovvio che queste posizioni ottenute con i micropassi non sono precisissime ma bastano due conti per dimostrare che sono più che accettabili.

nel caso della mia ruota di prova con la corona+vite da 60 denti e 200 passi si ha:

60 x 200 = 12000

su un diametro della ruota in costruzione di 135 mm e circonferenza di 424 mm l' errore è:

424 : 12000 = 0.035 mm

che già sarebbe tollerabile.

con 400 passi l'errore si dimezza
con 1600 passi l' errore è trascurabile anche se i micropassi non sono perfetti.

cordialità
Ulisse

Le mie costruzioni meccaniche nel campo dell' Astronomia.
Sito web: http://www.ulisse.bs.it
Osservatorio: http://www.osservatoriobassano.org

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6479
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da carlo » lunedì 5 giugno 2017, 18:44

Ora ho capito qualcosa e per le tue pazienti spiegazioni ti ringrazio.

Come avevo supposto, il software che io avevo utilizzato con il divisore collegato ad un MPP era ovviamente primordiale.

Grazie ancora.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
ulisse53
Messaggi: 87
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2016, 17:48
Località: Provincia di Brescia
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da ulisse53 » lunedì 5 giugno 2017, 20:45

Si, ho avuto pure io esperienze negative specialmente con le schede elettroniche e con i software home-made.
I micropassi sono prodotti dalla scheda e io mi sono trovato bene con quelle che comandano un solo motore mentre
ho avuto pessime esperienze con quelle che ne comandano 3 o 4 insieme.
Come software mi sto trovando benissimo con LINUX-CNC.
Sulla mia fresatrice ci sono 4 schede motore e sono riuscito ad assemblare tutto da solo con l' aiuto di vari forum
Ovviamente ho fatto i vari acquisti su ebay di materiale di produzione cinese.

Con cordialità.
Ulisse

Le mie costruzioni meccaniche nel campo dell' Astronomia.
Sito web: http://www.ulisse.bs.it
Osservatorio: http://www.osservatoriobassano.org

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da guidomaria » lunedì 5 giugno 2017, 23:03

Quello che è importante è che, ad ogni spostamento successivo, il programma ricalcoli la posizione che deve assumere il motore, sempre a partire dallo 0 iniziale, in modo che l'errore rimanga sempre limitato in valore assoluto e non ci sia un inaccettabile accumularsi degli arrotondamenti che devono necessariamente essere fatti per posizioni che non sono divisori esatti di 12000 (o 24000 o 48000).

Il programma di calcolo dei passi di divisione, con i relativi arrotondamenti, te lo sei scritto da solo o hai usato qualcosa di preconfezionato?

Potresti renderlo disponibile in caso di bisogno (anche se ormai ho acquistato il divisore a dischi forati)?

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6479
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da carlo » martedì 6 giugno 2017, 6:46

guidomaria ha scritto:>>><<<
Il programma di calcolo dei passi di divisione, con i relativi arrotondamenti, te lo sei scritto da solo o hai usato qualcosa di preconfezionato?
Potresti renderlo disponibile in caso di bisogno (anche se ormai ho acquistato il divisore a dischi forati)?
Anche io ho messo in un cassetto il vecchio divisore elettronico, ma mi piacerebbe capire se utilizzando una nuova scheda ( la vecchia aveva una porta, credo parallela, di quelle più grosse che non non si utilizzano più) e magari con il windows 7 che ho sul mio portatile, posso pensare di rimetterlo in funzione ( anche se solo per qualche prova) in quanto, per quello che ricordo, la parte meccanica dovrebbe essere tutt'ora efficiente... ""==""

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
ulisse53
Messaggi: 87
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2016, 17:48
Località: Provincia di Brescia
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da ulisse53 » martedì 6 giugno 2017, 8:49

Nel mio caso la scheda a micropassi a cui è connesso il motore del divisore è la 2M542-N reperibile su ebay.
Il computer è un vecchio PC con porta parallela (necessaria)
in più c'è l' alimentatore per la scheda e il motore PP che viene da un demolitore di fotocopiatrici.
Un setup semplice da frequentatore di rottamai.

Sul pc è installato LINUX-CNC che secondo me è la carta vincente. Meglio non usare Win specialmente le versioni più recenti
e meglio non usare portatili.

Con questa configurazione il divisire è visto (ed è) come un quarto asse della fresatrice e per muoversi deve ricevere
una sequenza di comandi in G-CODE e, da solo, provvede a compensare gli errori che dice Guidomaria.

A titolo di esempio il G-Code che ruota la tavola di 35 gradi è:

G01 F120 A35

dove:
G01 è il comando di avanzamento
F120 è la velocità
A35 è l' asse A che ruota di 35 gradi

Poi nel mio caso la fresa ha altre 3 schede e 3 motori per le tavole, ma nulla vieta di automatizzare
solo il divisore e muovere le tavole a mano.

Ovviamente scrivere manualmente tutto il gcode, specialmente se ci sono molti denti, può esere fonte di errori per cui ho realizzato
un programmino in visual basic (Windows) che compone il testo in gcode.
Il programmino è disponibile per gli utenti del forum.

Spero di aver risposto sia a Guidomaria che a Carlo e di aver sucitato la curiosità di provare a percorrere questa strada.

Cordialmente.
Ulisse

Le mie costruzioni meccaniche nel campo dell' Astronomia.
Sito web: http://www.ulisse.bs.it
Osservatorio: http://www.osservatoriobassano.org

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6479
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da carlo » mercoledì 7 giugno 2017, 7:38

Mi stai tentando....sempre che riesca a trovare un vecchio computer.... :lol:

questa scheda che non ha la "N" finale andrebbe bene lo stesso? http://www.ebay.it/itm/Useful-CNC-Micro-Stepping-Stepper-Motor-Driver-2M542-Bi-polar-2phase-4-2A-Switch-/381779686579?hash=item58e3d7b4b3:g:NBMAAOSwTA9X4Kc9

tu hai avuto problemi con la dogana ?

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
ulisse53
Messaggi: 87
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2016, 17:48
Località: Provincia di Brescia
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da ulisse53 » mercoledì 7 giugno 2017, 20:20

Ciao Carlo,

Si la scheda è quella, ho visto che è da 4.2 Ampere e guardando le tabelle
che ci sono sul coperchio si vede che va bene per motori da 1A fino a 4.2A.
Perciò controlla gli Amp del tuo motore e vedi se stanno in questo range.

Dovresti anche prendere l'interfaccia per la porta parallela. Io ho questa:

http://www.ebay.com/itm/CNC-Wantai-Stepper-Motor-Driver-6-Axis-Interface-Breakout-Board-TB2520-/321892151744?hash=item4af24471c0:g:wCEAAOSwhcJWHHmW

Questa schedina va a 5 volt per cui può essere collegata all'alimentatore interno
del pc (tirando fuori un cavo)

Ne trovi tantissime altre su ebay cercando "Wantai Interface Breakout Board".

Io ho preso tutto da Wantay motors che ha un sito suo e un negozio su ebay

http://stores.ebay.com/wantmotor111?_trksid=p2047675.l2563

ma adesso i costi di spedizione sono eccessivi per cui, secondo me, conviene prendere
cose analoghe da altri.

Per la dogana in genere non ho avuto problemi, anzi non me ne sono mai accorto.

Sappimi dire e, nel limite delle mie capacità, conta su di me.

Cordialmente
Ulisse

Le mie costruzioni meccaniche nel campo dell' Astronomia.
Sito web: http://www.ulisse.bs.it
Osservatorio: http://www.osservatoriobassano.org

Avatar utente
ulisse53
Messaggi: 87
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2016, 17:48
Località: Provincia di Brescia
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da ulisse53 » domenica 18 giugno 2017, 10:20

Buongiorno,

come mi ero ripromesso, ho provato a implementare un modo per costruire ingranaggi di modulo qualsiasi e numero di denti
pure qualsiasi, utilizzando un solo utensile che quindi si può definire universale.
Ho un poco copiato il procedimento delle dentatrici a pettine usando però un "pettine" ad un solo dente come vedrete nel video.

Questo metodo mi permette di non dover acquistare 7 frese per ogni modulo, che credo sia un buon vantaggio,
inoltre posso anche inventarmi i moduli che voglio io.
Richiede tempi di lavorazione più lunghi ma tanto, il tempo non mi manca e la fresa a controllo col quarto asse fa tutto da sola.



PS: anche se la cosa non si dovrebbe fare, pubblico questo video anche su CNC-ITALIA FORUM al quale sono iscritto.
Penso che per questa volta me lo concederete.

Con cordialità
Ulisse

Le mie costruzioni meccaniche nel campo dell' Astronomia.
Sito web: http://www.ulisse.bs.it
Osservatorio: http://www.osservatoriobassano.org

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6479
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da carlo » domenica 18 giugno 2017, 20:40

Non è certamente l'inventiva a mancarti.... :lol: ...quello che mi lascia perplesso è la forma finale del dente che ovviamente sembrerebbe essere composta da tanti "piani" : quanti sono gli abbassamenti dell'utensile per ogni successiva passata.

Immagino che il pignone che hai tagliato possa essere utilizzato solo per "trasportare moto" ( come potrebbe essere, tanto per capirci, con gli ingranaggi della minuteria) in quanto non riesco a farmi passare i miei dubbi sugli attriti che verrebbero a formarsi nel caso che la ruota in questione dovesse "trasportare" anche energia come nel caso di un treno del tempo di un orologio.

Sai che mi piace chiedere :(): : come fai a stabilire quante passate sono necessarie perchè il modulo della ruota che stai creando sia corrispondente a quello della ruota con la quale essa deve ingranare? Parti dai tradizionali calcoli di dimensionamento delle ruote dentate?

Introduci sempre degli argomenti veramente interessanti... :lol:

Cordialità.
Carlo

PS : rientra nei tuoi pieni diritti pubblicare i tuoi lavori in altri forum, ma ti sarei grato se non lo facessi in altri che trattino di orologeria
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
ulisse53
Messaggi: 87
Iscritto il: domenica 11 dicembre 2016, 17:48
Località: Provincia di Brescia
Contatta:

Re: Divisore - quarto asse

Messaggio da ulisse53 » lunedì 19 giugno 2017, 8:15

Ciao Carlo,

intanto grazie dei complimenti

1) partendo dal punto centrale (zero) ho spostato l' utensile con questa sequenza, dove
ogni step corrisponde al valore di un passo della dentatura:

-2 -1 0 +1 +2

oltre, l'utensile non tocca il disco della ruota dentata.

Ad evitare di avere dei piani si potrebbe scendere di valori più piccoli ruotando contestualmente la corona.

2) Sulla seconda domanda, se il pignone è adatto a trasportare il moto... non ti so rispondere.

3) Si, i calcoli sono quelli tradizionali + una aggiunta in quanto l' utensile è triangolare e deve scavare un poco più
in giù di uno trapezio.

4) non ho intenzione di pubblicare queste cose su altri forum di orologeria. £$%&/
Ulisse

Le mie costruzioni meccaniche nel campo dell' Astronomia.
Sito web: http://www.ulisse.bs.it
Osservatorio: http://www.osservatoriobassano.org

Rispondi