Revisione generale di uno Schaublin 102

...del presente e del passato
Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da guidomaria » venerdì 31 maggio 2019, 19:09

Carissimi, come ricorderete 4 anni fa iniziai a interessarmi di orologeria ed approdai su pendoleria, dove mi resi conto che con il mio tornietto Otpimum non potevo sperare di fare lavori di grande precisione, per cui nel novembre del 2014 acquistai uno Schaublin 102 usato, usatissimo, su ebay e me lo andai a prendere in Svizzera. Lo pagai 2800 euro, con 2 mandrini, un set di oltre 100 pinze W20 ed un divisorino che ho usato con molta soddisfazione sotto la mia fresetta.
il tornio prima della cura
il tornio prima della cura
DSCF5002.JPG (116.92 KiB) Visto 665 volte
Da allora con lo Schaublin ci ho lavorato veramente tanto, ma mi sono reso conto, con il passare del tempo, che la macchina mostrava i suoi anni, in particolare:

1 - gioco al cuscinetto principale che si evidenziava quando lavoravo pezzi più grossi sotto spinta laterale dal tavolo a croce
2 - giochi al tavolo a croce, ma devo dire non insopportabili, visto che sono riuscito a fare pezzi anche molto piccoli come alberini di orologi da tasca
3 - enorme gioco della contropunta sul piano della slitta, che rendeva difficilissimo forare un albero di punta
testa e tavolo a croce prima della cura
testa e tavolo a croce prima della cura
DSCF5003P.jpg (110.76 KiB) Visto 665 volte
contropunta prima della cura
contropunta prima della cura
DSCF5004P.jpg (98.97 KiB) Visto 665 volte
Siccome sono andato in pensione ho deciso di usare una parte della mia liquidazione per migliorare la mia officina ed ho provato a cercare chi mi potesse revisionare il tornio. Lo racconto perchè altri potrebbero voler fare la stessa cosa ed è bene sapere che la quasi totalità delle ditte che offrono questo tipo di assistenza ha preferito non mettere le mani sul mio tornio, ditte sia italiane che tedesche.

La Schaublin stessa mi ha fatto una offerta, ma talmente elevata, da non poter essere presa in considerazione (15.000 Euro).

L'unica ditta che mi ha risposto è la Swiss Machines di LeLocle (la capitale dell'orologeria svizzera insieme a La Chaux de Fond). La stessa ditta mi era stata consigliata anche da due officine tedesche che avevo interpellato (www.swissmachines.ch)

E' una ditta bene attrezzata, con 15 dipendenti specializzata nella revisione di Schaublin ed Aciera ed il responsabile commerciale è uno svizzero di origine italiana che parla bene la nostra lingua di nome Fabio

Ho chiesto un preventivo per le seguenti operazioni:

1 - revisione della testa motrice con sostituzione dei cuscinetti
2 - revisione del tavolo a croce con sostituzione di viti e lardoni
3 - revisione della contropunta con eliminazione dei giochi e riallineamento perfetto con il cannotto

4 - per riallineare, lui ha aggiunto l'opportunità di restituire la perfetta planarità al banco mediante raschiettatura
5 - infine ho richesto anche la riverniciatura completa, perchè anche l'occhio vuole la sua parte.

Dopo un paio di mesi sono tornato ritirare il tornio (e così ho visitato il mueso di orologeria di Le Locle e quello di La Chaux de Fond). L'ho trovato montato con gli strumenti di misura inseriti. Errore di eccentricità al cannotto 2 millesimi di millimetro.
Allineamento perfetto tra punta e contropunta, salvo 2 centesimi in più in altezza e verso l'operatore, che andarnno lenatmente a 0 lavroando con il tornio. Ance il cono di imbocco del cannotto, dove alloggiano le pinze W20 è stato ripreso attraverso la contropunta stessa per avere un allineamento perfetto anche delle pinze.
il tornio il giorno della consegna presso Swiss Machines
il tornio il giorno della consegna presso Swiss Machines
IMG_0334P.jpg (118.37 KiB) Visto 665 volte
Nel frattempo ho portato il motore ad una officina qui in Toscana e l'ho fatto riavvolgere a 230V (finora avevo sempre lavorato con metà potenza dato che era un motore trifase a 380V)

Oggi ho rimontato il tutto ed ho realizzato un paio di boccole per fissaggio delle lancette ad una pendola e ho potuto apprezzare la notevole differenza-
oggi a casa mia
oggi a casa mia
DSCF5967P.jpg (110.93 KiB) Visto 665 volte
dettaglio testa motrice
dettaglio testa motrice
DSCF5968P.jpg (92.82 KiB) Visto 665 volte
contropunta con nuova ghiera e manovella originale schaublin
contropunta con nuova ghiera e manovella originale schaublin
DSCF5972P.jpg (97.47 KiB) Visto 665 volte

Vi comunico i prezzi, nel caso qualcuno ne avesse bisogno a sua volta:

1 - revisione testa motrice 1500 CHF
2 - revisione tavolo a croce 1600 CHF
3 - rettifica e raschiettatura del banco 1500 CHF
4 - riverniciatura completa 1500 CHF
5 - allineamento, vari ed eventuali 700 CHF

In tutto ho speso 5650 Euro (sul franco svizzero c'è un guadagno del 7% al cambio), ma la riverniciatura è stata un capriccio. Però mi hanno regalato due oliatori a pompa e una piccola scorta dei 3 tipi di olio consigliati per la manutenzione regolare del tornio. Aggiungo, perchè potrebbe essere di interesse per tutti, che mi hanno dato tre rondelle piano-convesse che vanno inserite nei tre punti di fissaggio del tornio sul banco, dato che il tornio deve toccare il banco solo su queste tre rondelle particolari (snodi sferici) in modo da evitare che il banco possa deformarsi assumendo la forma del tavolo sottostante.

Il riavvolgimento del motore Dahlander (che ha mantenuto le due velocità e la potenza) mi è costato 200 euro

La garanzia sul lavoro eseguito è di 2 anni, ma spero proprio di non dovervi fare mai ricorso, perchè andare su e giù da Le Locle è un bel viaggio.

Che dire? ora mettiamoci al lavoro! :lol:

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6472
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da carlo » sabato 1 giugno 2019, 8:14

E' un piacere rileggerti sopratutto con un argomento così interessante...almeno per me! ""==""

Penso che non sia mai enfatizzata abbastanza la necessità di macchine che siano precise quanto si intende lavorare nel campo dell'orologeria ed anche se siamo dei semplici hobbisti, con l'impossibilità di accedere a macchine che siano controllate numericamente, quelle che dovremmo avere a disposizione dovrebbero garantire la massima precisione ottenibile.

Ed è indiscutibile che con uno Schaublin 102 si possano portare avanti lavori di un certo livello ...non solo , ma che producono risultati che sono di immensa soddisfazione...almeno per coloro i quali ambiscano confrontarsi con risultati eccezionali, se pur limitatamente al nostro ambito e possibilità... :lol: :lol:

Felicissimo quindi che tu abbia la possibilità di lavorare su un tornio che ti darà sicuramente grandi appagamenti in quanto non basta avere una macchina dal nome altisonante , ma questa deve garantire i risultati che da essa ci si aspetta ...ed essa può farlo solo se le sue condizioni di manutenzione sono quelle ottimali,...quelle che giustamente hai voluto ripristinare.

Spesso si sottovalutano piccolezze del tipo di quelle riguardanti il fissaggio del tornio al suo banco ( mi riferisco alle rondelle sagomate) ma esse hanno una grande importanza, specialmente nel lungo termine quando il banco che giace in modo incorretto sul suo basamento finirà inevitabilmente con il deformarsi....impercettibilmente...ma tanto quando basta per cui il solo pensiero che possa accadere ci fa venire dei grossi mal di pancia... :lol: :lol:

Non sapevo che un motore trifase 380V potesse essere riavvolto per essere utilizzato con una tensione 220V e mi conforta il saperlo nel caso che il motore del mio 102 dovesse venire a mancare... :lol:
guidomaria ha scritto:
venerdì 31 maggio 2019, 19:09
Che dire? ora mettiamoci al lavoro! :lol:
...ed il mio augurio è quello attraverso quel "lavoro" tu possa divertirti tantissimo... <><>

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da guidomaria » sabato 1 giugno 2019, 10:33

Grazie Carlo, non vedo l'ora di decarmi a particolari più difficili e complessi per apprezzare la ritrovata precisione del tornio.

Mi permetto di riportare le raccomandazioni che ho ricevuto dai tecnici della Swiss Machines circa la manutenzione del tornio, che penso siano di validità generale, anche per altri torni e fresatrici. Mi scuserete se vi racconto cose che già conoscete ed applicate da tempo, per me erano invece nuove e mi rendo conto di avere maltrattato alquanto le mi povere macchine per tanti anni.

Come olii sono consigliati i lubrificanti della ditta Blaser (svizzera ovviamente), ma certamente potrete trovare tabelle di equivalenza con olii di altri produttori forse meno cari.

https://www.ridix.it/prodotti/oli-lubri ... e-utensili

Per l'interno della testa (coppa dell'olio) Blaser Blahydrol BT10
per gli ingrassatori del cannotto Blaser Balhydrol BT32
per i lubrficatori della contropunta e per il banco Blaser Blasoslide 68

La raccomandazione è di dare olio con gli appositi oleatori e sul banco una volta a settimana (se l'uso non è quotidiano forse anche ogni 2 o 4)

Altra raccomandazione è di appoggiare qualcosa, come un fogli di cartoncino, tra la testa e la slitta porta utensili in modo da evitare più possibile la caduta di trucioli sul banco, specialmente se si dovesse lavorare con utensili per molatura.

Altra raccomandazione: non tornire il legno, perchè tende ad impastare tutto (io ogni tanto devo farlo quando lavoro alle casse)

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6472
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da carlo » sabato 1 giugno 2019, 19:26

Grazie per i consigli circa la periodicità con cui effettuare lubrificazione che conoscevo ma , come al solito... ""=="" troppo raramente rispetto.

Però il ricordarlo aiuta a tentare di provvedere alle necessità del tornio con più assiduità... [[]

Rinnovo gli auguri di buon divertimento con la ormai "nuova" macchina.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
aldo
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2011, 14:57
Località: udine

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da aldo » mercoledì 5 giugno 2019, 16:58

Complimenti per la scelta di rimetterlo a posto, cosa che dovrei fare anche sul mio.
Per il nostro uso è una macchina eterna che da soddisfazioni, non ultima quella di ammirarla con le parti non verniciate belle lucide e raschiettate.

Ciao, Aldo. %%$%%

Avatar utente
aldo
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 7 gennaio 2011, 14:57
Località: udine

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da aldo » mercoledì 5 giugno 2019, 17:26

Ovviamente grazie per la condivisione del lavoro fatto e del costo, utilissimo per farci un pensierino ! %%$%%

Avatar utente
LucaP10
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 5 maggio 2014, 17:00

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da LucaP10 » venerdì 1 novembre 2019, 23:35

La spesa non è poi molta paragonata al livello della macchina che ora hai a disposizione. Complimenti, sposo in pieno la scelta. E' interessante il discorso sulle rondelle per l'ancoraggio al banco di lavoro. Da quel che so, fissando un bancale al suo basamento, tra i due vince quello più "pesante". Cioè se il basamento è quello classico schaublin in ghisa da 300 kili è imperante accoppiare le superfici tramite raschiettatura od (evidentemente) usando questa scappatoia delle rondelle. Se il basamento fosse invece in lamiera di ferro (ne ho uno habegger così ed è leggerino proprio) non dovrebbero esserci problemi perchè è il banco a forzare la lamiera ad adattarsi. Loro ti hanno dato qualche ragguaglio in merito? Voglio dire, anche coi classici banconi di legno bisogna adottare questo sistema delle rondelle perchè il legno lavorando svergola il banco? Potresti, se possibile, mostrarci (anche se è abbastanza chiaro) una foto di queste rondelle? Ti ringrazio e tanto di cappello per la coraggiosa ed intelligente scelta.

Ciao,
Luca

Avatar utente
LucaP10
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 5 maggio 2014, 17:00

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da LucaP10 » sabato 2 novembre 2019, 15:38

Sarebbe altresì interessante se ci mostrassi come è stato raschiettato il banco, dalle foto non si intravvedono i segni classici della raschiettatura. Vorrei capire come procedono oggi, ho una schaublin 12 dove è rimasta intatta la raschiettatura originale sulla superfice di contatto della testa verticale e la sua sede. La raschiatura è quella classica svizzera a tirare, finissima. Raschiare in quel modo un banco e gli appoggi di testa e controtesta è un lavoro lunghissimo, oltre che di grande perizia. Il prezzo che ti hanno chiesto mi pare molto basso considerando le ore di lavoro di un operaio qualificato con paga svizzera. Forse dopo rettifica, oggi, la raschiatura ha l'unica funzione di creare delle piccole tasche per l'olio e limitare il contatto delle superfici per farle scorrere meglio, evitado incollaggi eccetera. Contrariamente ad una volta quando era grazie alla raschiettatura a mano che si raggiungevano le massime precisioni di planarità delle guide. Grazie.

Ciao,
Luca

Avatar utente
LucaP10
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 5 maggio 2014, 17:00

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da LucaP10 » sabato 2 novembre 2019, 16:28

Un piccolo consiglio per preservare il lavoro fatto, che ti giro in quanto dettomi da un amico: la contropunta quando la sposti non farla strisciare ma sollevala e spostala. Smolli l'eccentrico e mentre la sposti tiri verso l'alto. Procurati, se puoi, un carro a leve per la sgrossatura e utilizza questo a volantini solo per la finitura con piccole asportazioni. O in alternativa utilizza un carro massacrato per la sgrossatura e questo per la finitura. I carri a leve non sono quotatissimi, potresti trovarne con duecento euro o poco più.

Ciao,
Luca

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6472
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da carlo » domenica 3 novembre 2019, 7:45

Temo che l'autore del topic difficilmente ti risponderà... ""==""

Per l'utilizzo che facciamo noi hobbisti del tornio e per le ore che settimanalmente lo teniamo in moto ( probabilmente in una fabbrica resta in funzione tutti i giorni 8 ore al giorno) , scusami, ma le tue preoccupazioni mi sembrano eccessive.

L'utilizzo dei carri, con vite o con la leva in genere è configurato in modo contrario a come lo hai descritto.
Un carro a leva , in genere, è un carro "da ripresa" e viene utilizzato in una produzione di serie per portare tutti i pezzi esattamente a misura asportando solo una piccolissima quantità di materiale su un pezzo che , con un carro con viti è stato portato "quasi" a misura ; tutto questo, naturalmente prima che fossero stati creati macchinari a controllo numerico che si allineano automaticamente alla corretta misura tenendo anche conto dell'usura dell'utensile .

Per noi hobbisti, rimane alla sensibilità dell'operatore che vuole preservare la sua macchina asportare , utilizzando un carro con le viti, la giusta quantità di materiale in base anche alla sua natura.

La tecnica che suggerisci di alzare la contropunta mentre la si sposta longitudinalmente lungo il banco la considero corretta ...in quanto da sempre la metto in pratica.... :lol: :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
LucaP10
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 5 maggio 2014, 17:00

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da LucaP10 » martedì 5 novembre 2019, 23:11

Ciao Carlo,

grazie dei preziosi suggerimenti. Sono d'accordo che per un uso hobbistico un qualsiasi tornio nuovo duri non una ma almeno due vite, ma mi aspetto che chi investe un bel po' di denaro su di un tornio lo voglia sfruttare appieno anche se magari non otto ore al giorno. Ad ogni modo sarebbe un peccato uscire rapidamente da delle tolleranze così strette, percui io mi procurerei se non un carro a leve, almeno un secondo carro da battaglia per lo sgrosso. Viti e chiocciole di uno schaublin sono veri e propri strumenti di precisione, con tolleranze entro il centesimo di millimetro. Ciò significa che senza l'aiuto di un comparatore, ma con la sola letture dei noni, possiamo far uscire un pezzo in queste tolleranze. Tutto questo solo quando il carro è in condizioni pari al nuovo.

Ciao,
Luca

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6472
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da carlo » mercoledì 6 novembre 2019, 9:47

LucaP10 ha scritto:
martedì 5 novembre 2019, 23:11
Ciao Carlo,
grazie dei preziosi suggerimenti. Sono d'accordo che per un uso hobbistico un qualsiasi tornio nuovo duri non una ma almeno due vite, ma mi aspetto che chi investe un bel po' di denaro su di un tornio lo voglia sfruttare appieno anche se magari non otto ore al giorno. Ad ogni modo sarebbe un peccato uscire rapidamente da delle tolleranze così strette, >>><<<
Ciao,
Luca
...ci esci in una frazione di secondo al primo utilizzo... :lol: ...sto ovviamente esagerando...ma non troppo!
In Svizzera alcuni operai che revisionano questi torni mi avevano detto che certi proprietari pretendevano che la contropunta fosse leggermente ( un niente) più alta proprio per "anticipare" il consumo che inevitabilmente ci sarebbe stato sui piani di scorrimento. ><><>< Te la "vendo" come me l'hanno "venduta"... :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
LucaP10
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 5 maggio 2014, 17:00

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da LucaP10 » giovedì 7 novembre 2019, 14:45

Ciao Carlo,

ho un banco di un Habegger che credo abbia su per giù 70 anni... sta nel centesimo di millimetro dal primo all'ultimo centimetro di lunghezza. Raschiettature originali. Non è stato ripristinato te lo garantisco, è originale. A vederlo non pare affatto nuovo, anzi, ed in effetti non lo è. Questo perchè gli strisciamenti sono stati limitati per tutta la sua lunga vita, e ti assicuro che ne ha viste di cotte e di crude. La testa era massacrata cuscinetti marci, il cono per le pinze fuori di un decimo di puro consumo per aver stretto decine e decine di migliaia di volte, tutto ovalizzato, le guide dei carri un disastro addirittura un lardone saldato, il motore a pezzi, carta di spagna a spessorare ovunque, addirittura le ghise criccate sui fermi dei componenti stretti forse a martellate. Ma il banco nuovo di stecca. Se sopra non ci fai strisciare le cose avanti e indietro, questo non si consuma, ma in 70 anni di un uso così selvaggio qualche strisciatina l'avrà pur sopportata no? Probabilmente questi proprietari di cui parli, davano le macchine in mano agli operai dai quali non potevano pretendere una attenzione maniacale con l'alzata della contropunta e via dicendo. Perchè il mio dunque è perfetto? Ed è proprio il motivo percui me lo sono comperato questo rottame "da fonderia"... perchè era un tornio a revolver, nato e morto col revolver su. In pratica ho preso un tornio intero per riciclare il banco come se fosse uscito di fabbrica... spesi in totale 300 euro. :lol: così sono andato a sostituire il mio banco che era come una banana. Se volete un banco nuovo quindi, cercate un tornio a revolver come ho fatto io, che esce da una fabbrica dove è stato massacrato in tutte le sue parti, eccetto il banco :lol: :lol: :lol:

Ciao,
Luca

Avatar utente
LucaP10
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 5 maggio 2014, 17:00

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da LucaP10 » giovedì 7 novembre 2019, 23:30

LucaP10 ha scritto:
giovedì 7 novembre 2019, 14:45
Se volete un banco nuovo quindi, cercate un tornio a revolver come ho fatto io, che esce da una fabbrica dove è stato massacrato in tutte le sue parti, eccetto il banco :lol: :lol: :lol:
Ma attenzione ai frankenstein che qualche commerciante assembla (che poi tenta pure di vendere a peso d'oro, quando sono dei perfetti bidoni). Il tornio dev'essere nato con quella configurazione e fatto lavorare come un mulo in qualche fabbrica. Li si riconosce perchè appunto, sotto cumuli di trucioli, hanno i banchi ancora raschiettati. Ocio ><><>< ho-ho

Ciao,
Luca

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6472
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Revisione generale di uno Schaublin 102

Messaggio da carlo » venerdì 8 novembre 2019, 8:38

LucaP10 ha scritto:
giovedì 7 novembre 2019, 14:45
Ciao Carlo,
ho un banco di un Habegger che credo abbia su per giù 70 anni... sta nel centesimo di millimetro dal primo all'ultimo centimetro di lunghezza. Raschiettature originali. Non è stato ripristinato te lo garantisco, è originale.
Ciao,
Luca
Ciao Luca, non è polemica, ma il forum è luogo di discussione anche di idee che possono essere contrapposte.
Possiedi un grande banco di una grande rettifica ( o macchina similare) sul quale poggiare il banco del tuo Habegger? Diversamente, mancando un piano di riferimento certo, non riesco ad immaginare come tu sia riuscito a verificare il consumo su tutta la lunghezza del piano del banco del tuo tornio.
Non escludo che potrei essere io ad avere una visione limitata delle cose e quindi sbagliarmi... ""=="" ""==""

Anche io, tantissimi anni fa avevo acquistato presso un commerciante un tornio da ripresa Simonet completo di tutte le sue parti....perchè avevo adocchiato un suo elemento interessante... [[] ...il carro da ripresa.
Possedevo già uno Schaublin 102 ed ho finito con il vendere ( col senno di poi con grandissimo dispiacere <v<v< ... ma lo spazio nei nostri laboratori, lo sappiamo, è quello che è $£"&& ) il tornio in parti separate, tutto eccetto il carro da ripresa ed il banco sul quale appoggia il tornio ( al momento, per il mio Schaublin ne avevo uno auto costruito) .

Il carro da ripresa è stato fedelissimo servitore, fin da allora, per tagliare le ruote dentate. Se penso al consumo che le viti di un usuale carro avrebbero dovuto sopportare andando avanti ed indietro per migliaia di volte....mi vien da piangere...ed invece :lol: :lol: :lol:

Cordialità. :lol:
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Rispondi