dischi divisori

...del presente e del passato
Rispondi
Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6502
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

dischi divisori

Messaggio da carlo » mercoledì 19 luglio 2006, 8:12

Sono riuscito ad aggiudicarmi su ebay un paio di dischi divisori da applicare sul tornietto Levin.

Io non posseggo quel tornio e così ho dovuto adattarli al mio Schaublin 102 che porta le pinze da 25 mm.

Durante l'operazione ho scattato alcune fotografie che forse potrebbero essere di interesse per altri.

Questo uno dei due dischi ( l'altro è eguale con, ovviamente, un numero diverso di fori)

[img]http://img80.imageshack.us/img80/5674/platenw9.jpg[/img]

Questa è la parte più esterna del canotto dove andrà fissato il disco divisore .
É ben visibile l'alloggio per la chiavetta di fissaggio.

[img]http://img214.imageshack.us/img214/5217/canottouo3.jpg[/img]

Dopo aver tornito il supporto per i dischi ed aver praticato i fori di bloccaggio ho dovuto provvedere a creare la scanalatura interna al foro per la chiavetta.

Non possedendo una stozzatrice ( la specifica macchina utensile preposta a quello scopo) mi sono dovuto arrangiare con il mio tornio.

- Ho fissato sulla torretta un utensile dello stesso spessore della scanalatura da creare
- ho quindi bloccato il canotto del tornio ed il suo mandrino in modo tale che non potesse muoversi
- facendo andare avanti ed indietro longitudinalmente il carro e regolando ogni volta la profondità di lavorazione dell'utensile ho generato la scanalatura.

le due foto rappresentano l'operazione essendo state scattate dalla parte posteriore e quella frontale del tornio.

[img]http://img205.imageshack.us/img205/9381 ... ttanr5.jpg[/img]

quella frontale

[img]http://img161.imageshack.us/img161/1576 ... antet9.jpg[/img]

Per quello che è la mia opinione, la creazione dell'alloggio di una chiavetta fatta sul tornio non è una operazione consigliabile in quanto le sollecitazioni cui è sottoposta la macchina non sono quelle per le quali essa è stata progettata.

Peraltro in considerazione che il materiale da lavorare era l'ottone, che le quantità di materiale da asportare ad ogni corsa del carro erano veramente minima e che infine eseguo questa cosa molto, molto raramente, spero che anche in questa circostanza il mio Hardinge mi abbia perdonato... :lol:

La foto seguente mostra la piastra divisoria fissata sul suo supporto il quale a sua volta è bloccato sul canotto.

[img]http://img68.imageshack.us/img68/2257/p ... atadc2.jpg[/img]

Utilizzando poi un vecchio componente ( di cui ho dovuto ricostruire alcune parti troppo usurate) di un divisorio montato su un pezzo di barra di ferro a T, ho completato la realizzazione del nuovo divisore.

[img]http://img204.imageshack.us/img204/5404 ... etowg7.jpg[/img]

Io posseggo già un divisore industriale con il quale ho sempre tagliato tutte le ruote dentate per i miei orologi, ma trovo che la divisione diretta ( quella ottenuta con un disco divisorio) sia infinitamente più rapida nell'esecuzione, per cui quando è occorsa la prima occasione, non mi sono lasciato sfuggire i dischi.

Cordialità.

Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6502
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Messaggio da carlo » domenica 23 luglio 2006, 9:07

La prima ruota che ho tagliato con il nuovo divisore aveva 56 denti.

Ho quindi adoperato il cerchio dei 112 fori fori , saltando un foro per ogni taglio di dente.

Per quanto possa sembrare strano, più di una volta durante la rotazione del disco divisore per passare da una posizione a quella successiva, mi ha assalito il dubbio di aver sbagliato ( aver saltato, cioè, tre fori anziche due).

Terminato il taglio della ruota dentata e terminata la relativa sofferenza :lol: ho pensato che avrei dovuto risolvere immediatamente il problema in quanto se avevo avuto dubbi quando saltavo un solo foro , Amleto sarebbe stato un principiante quando avrei dovuto saltarne 4 o 5... :D

Ho quindi adattato un vecchio settore che avevo dimenticato in un cassetto.

Ho dovuto per prima cosa rimuovere le brugole di fissaggio del disco ( che ovviamente erano di ostacolo alla rotazione del settore) e sostituirle con brugole con testa svasata.

Ho costuito quindi un supporto di sostegno (provvisto di una frizione) per il settore che ho fissato al centro del disco ed ho allungato i bracci del settore stesso che originariamente erano troppo corti per le attuali necessità.

[img]http://img81.imageshack.us/img81/3663/settorekp7.jpg[/img]

Vi saprò dire al prossimo taglio di ruota dentata... :lol:

Cordialità.

Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

VS

Messaggio da VS » domenica 23 luglio 2006, 9:57

Lo stesso dubbio che mi assale quando taglio i denti con il nuovo tornio. :lol:
[img]http://img184.imageshack.us/img184/5944 ... oni8zi.jpg[/img]

Avatar utente
modulo
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 14 febbraio 2012, 12:25
Località: Rovigo

Re: dischi divisori

Messaggio da modulo » lunedì 27 febbraio 2012, 7:58

Salve, quali divisioni è possibile fare con questo disco??
Grazie

Rispondi