orologio con scappamento dentent (terminato)

tutti gli argomenti pratici e teorici inerenti agli orologi a pendolo
Rispondi
Avatar utente
sobas66
Messaggi: 3364
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 9:40
Località: treviso

Re: nuovo progetto

Messaggio da sobas66 » venerdì 25 gennaio 2013, 21:47

Carlo non disperare. :-D ....ho seguito tutto il tuo post e sono ancora convinto che il tuo punto di vista dello scappamento sia sbagliato ""==""

Ho stampato le tue ultime foto e appena posso, ti vorrei far vedere come io penso sia fatto quel scappamento e come dovrebbe funzionare.
Avevo pensato di fare un modello in cartoncino......ma il tempo :evil:

ciao
Immagine

Leonardo diceva: "L'esperienza è il nome che si dà ai propri sbagli."

Avatar utente
toni
Messaggi: 979
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 12:07

Re: nuovo progetto

Messaggio da toni » sabato 26 gennaio 2013, 7:32

carlo ha scritto: Ed allora, ci viene in aiuto Владимир Ильич Ульянов per lo meno con un titolo di un suo libro: Che fare?

...non sapevo che Lenin, tra una rivoluzione e l'altra, si dilettasse di orologeria!
che la giornata ti sia prodiga di intuizioni sul tuo nuovo progetto
toni
p.s.
non è che l'accoglienza ai tuoi post non sia calorosa, il punto è che (naturalmente parlo per me) non si può disputare intorno alla critica della ragion pura se si possiedono a malapena poche e confuse idee sui presocratici!

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » sabato 26 gennaio 2013, 8:42

sobas66 ha scritto:Carlo non disperare. :-D ....ho seguito tutto il tuo post e sono ancora convinto che il tuo punto di vista dello scappamento sia sbagliato ""==""
ciao
ahhhh...non hai idea di quale piacere mi riempa il cuore la tua osservazione se non altro nel constatare che qualcuno legge con attenzione quanto scrivo : l'unico neo è quel "sbagliato" scritto così microscopico. >>||<<
Se lo pensi ed hai una evidenza della validità delle tue tesi...quel "sbagliato" scrivilo a chiare e cubitali lettere.... :lol: :lol:

Rimango ovviamente in attesa che tu condivida quanto a tua volta abbia compreso dalle foto.
toni ha scritto: carlo ha scritto: Ed allora, ci viene in aiuto Владимир Ильич Ульянов per lo meno con un titolodi un suo libro: Che fare?

...non sapevo che Lenin, tra una rivoluzione e l'altra, si dilettasse di orologeria!
toni
il titolo...solo il titolo...dei contenuti, per quanto mi riguarda, meglio lasciar perdere... :lol:
toni ha scritto:p.s.
non è che l'accoglienza ai tuoi post non sia calorosa, il punto è che (naturalmente parlo per me) non si può disputare intorno alla critica della ragion pura se si possiedono a malapena poche e confuse idee sui presocratici!
già! :lol: ...ma allora perchè non iniziare con Anassimandro-Croce ""=="" ""=="" ""=="" ( http://www.clockmaker.it/noteteoria.htm ...che peccato di superbia!!!! ""=="" ) per terminare con Hume-Garuffa ( Orologeria moderna) oppure Kant-Rawlings ( The science of clocks and watches)...e spero che Anassimandro, David e Immanuel mi vorranno perdonare... :lol: :lol: ...Garuffa e Rawlings, essendo con me sulla stessa barca potrebbero essere già più tolleranti nei miei confronti.... :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
toni
Messaggi: 979
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 12:07

Re: nuovo progetto

Messaggio da toni » sabato 26 gennaio 2013, 14:08

Ha detto già tutto Eraclito (πάντα ῥεῖ ὡς ποταμός), che proprio per questa frase, peraltro di non certa attribuzione, ritengo essere l'autore più congeniale a noi appassionati di orologeria. Comunque, complimenti anche per la competenza filosofica!
buon fine settimana
toni

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1504
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: nuovo progetto

Messaggio da pendolum » domenica 27 gennaio 2013, 17:58

Scusate se mi intrometto come uno zotico in una festa tra nobili :oops: :lol:

Sono sicuro di dire cose che avete già ampiamente valutato e quindi non saranno di alcuna utilità, ma lo scappamento delle foto ispiratrici non può essere ricondotto con minime variazioni allo scappamento libero illustrato da Garuffa al cap V par. 66 figura 183 ? (i riferimenti sono della 3° edizione, spero rimangano invariati nelle vostre edizioni di Orologeria Moderna).

Se così fosse la leva di arresto dovrebbe essere mossa da una leva di disinnesto nascosta nella foto.

Ma sicuramente lo avrete già considerato. ""==""

Infine, ultima mia gaffe ""=="" , mi sembra che, vista la forma della ruota di scappamento di Carlo e dei suoi piani di impulso, una caviglia sarebbe più indicata di un prisma... ma probabilmente mi sbaglio.

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 3364
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 9:40
Località: treviso

Re: nuovo progetto

Messaggio da sobas66 » domenica 27 gennaio 2013, 19:12

Questa è la pagina che indica pendolum

Immagine

e questo è quello che avevo inteso io sul funzionamento del scappamento

Immagine

Certo è un po' grezzo e ridotto ai minimi termini..... ""=="" se ci capisci qualcosa.... :-D segue..

Ciao
Immagine

Leonardo diceva: "L'esperienza è il nome che si dà ai propri sbagli."

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » domenica 27 gennaio 2013, 19:18

pendolum ha scritto:Scusate se mi intrometto come uno zotico in una festa tra nobili :oops: :lol:
>>><<<
Ti prego Massimo, nessun nobile, nessun zotico e nessuna gaffe...perchè altrimenti il piacere di colloquiare dove va a finire se si introducono delle categorie. Tutti semplici appassionati desiderosi di scambiare qualche idea...niente di più [[] :lol:

Io ho la seconda edizione e quindi paragrafi ed il resto non coincidono per cui non ho potuto verificare.

Peraltro, sperando di non scoraggiare Daniele che ha promesso una sua interpretazione delle foto, pubblico lo schizzo che mi ha inviato alla mia casella di posta personale un lettore del forum ( ma non iscritto)

Immagine

Pietro mi scrive:
  • Buona sera Sig. Croce,
    >>><<<
    Vengo al dunque, visitando il forum ho visto la discussione inerente la sua nuova realizzazione con le problematiche inerenti lo scappamento a Dentent.

    Augurandomi di esserLe di aiuto, Le allego quanto riportato a pag.188 del libro”Skeleton Clock “ Britain 1800-1914 di Derek Roberts, circa il funzionamento dello scappamento in oggetto.
L'interpretazione che ho dato io non dovrebbe quindi essere tanto distante dalla realtà ""==""

Per quanto riguarda l'impulso niente vieterebbe di mettere una caviglia, ma mi pare altrettanto niente dovrebbe impedire di utilizzare un piano di impulso ( a prescindere dalla forma prismatica della "paletta" ).

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » domenica 27 gennaio 2013, 19:19

...ooops... ""==""
scusatemi , messaggi scritti in contemporanea.

Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1504
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: nuovo progetto

Messaggio da pendolum » domenica 27 gennaio 2013, 23:42

Lo scappamento di Garuffa (di cui gentilmente Sobas66, che ringrazio, ha riprodotto il disegno) mi sembra sostanzialmente identico a quello dei disegni di Pietro.

In entrambi i casi la leva di arresto incernierata in un punto libera un dente della ruota di scappamento quando il pendolo si muove verso destra (nel Garuffa è un arpione a spostare la leva mentre nei disegni di Pietro è lo stesso dente della (impropriamente detta) ancora.
La ruota di scappamento, ruotando, imprime un impulso al dente dell'ancora per fornire l'energia perduta dal pendolo, ed al suo ritorno verso sinistra la leva di arresto torna a bloccare la ruota di scappamento sul dente successivo.
Quindi, in sostanza, nello scappamento delle foto a cui Carlo si è ispirato, potrebbe non esserci una passing spring ma semplicemente un arpione che, verso destra trascina la leva di arresto e verso sinistra, sotto l'azione del punto di scontro, si solleva per scavalcarla. Questo arpione potrebbe essere nascosto nel retro della sagoma oscillante.

Inoltre attirava la mia attenzione è che, in entrambi gli schemi di scappamento, la ruota non sfrutta piani di impulso ma solo la punta del dente, in quanto il piano di impulso è presente sul dente dell'ancora, che giustamente in quel caso è prismatico (cioè presenta un piano di impulso).

Se viceversa, come nelle sveglie, il piano di impulso risiede sui denti della ruota di scappamento, mi sembrerebbe più appropriata una caviglia, in quanto, essendo pressochè puntiforme la sua sezione, anche durante la oscillazione dell'ancora presenta sempre la stessa geometria al piano di impulso della ruota, cosa che un prisma normalmente non fa.

Ma da ciò che capisco le creste della ruota di scappamento disegnata da Carlo sono solo estetiche in quanto l'ingaggio del dente avviene comunque solo sulla punta.

O mi sbaglio? [-_-]

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » lunedì 28 gennaio 2013, 9:11

Osservando i disegni che siamo riusciti a mettere insieme ( ...potenza di internet... :lol: ) credo di poter affermare che la geometria dei due scappamenti è virtualmente identica.

L'unica differenza fra essi , è il sistema meccanico per cui viene liberata la ruota dello scappamento: peraltro c'è sempre qualcosa che si "flette" . Metto assieme i disegni per poterli confrontare meglio:

Immagine

Nel disegno che ho fatto io( che CREDO corrisponda a quello che ha inviato Pietro) :
  • a) - il dito ( con il suo corpo di sostegno) muovendosi verso SN flette la passing spring e la oltrepassa.
    b) - ritornado poi verso DR, il dito ingaggia la passing spring che non potendosi flettere ( in quanto si appoggia al suo braccio), muove il braccio stesso ed il ( ad esso solidale) braccetto di arresto della RdS consentendo a quest'ultima di ruotare con tutto il conseguente ambaradan
Nello scappamento di Garuffa :
  • a) . quando il pendolo si muove verso SN la leva d ( marrone) ruota ( si flette, supponiamo di poter dire) attorno al suo fulcro,
    b) - la sua estremità a gancio h scivola sull'estremità della lunga leva verde la quale non può ruotare in quanto la sua parte inferiore si appoggia sul fermo f
    c) - ritornando il pendolo verso DR, l'uncino h della leva d ( quella marrone) ingaggia la leva c la quale libera la RdS con l'ambaradan che ne consegue.
Mentre quindi nel mio disegno , il dito svolge 2 funzioni
  • 1) sgancia ( attraverso i leverismi) la RdS
    2) riceve l'impulso dalla RdS
in qello di Garuffa le due operazioni sono svolte da due organi diversi ( ...e quindi maggiori attriti :lol: )

Interessante, comunque, il Garuffa [[] :lol:

Credo che la criticità di entrambi i sistemi risieda nel tempo impiegato perchè il dente di arresto della RdS ritorni in posizione di riposo per attendere quello che Garuffa chiama il dente 8 ( chissà poi perchè 8 in quanto i denti della sua RdS sono 10 :(): :lol: )....un minimo ritardo e la RdS gira inarrestabile vorticosamente... :lol: :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » lunedì 28 gennaio 2013, 19:50



lo scappamento potrebbe anche funzionare, ma quella passing spring ( con quel incommensurabile percorso del pendolo perchè venga oltrepassata), proprio non mi convince. :():

E pensare che la passing spring è ingaggiata dal dito per pochi decimi:
  • 1) al limite della sicurezza
    2) con il rischio che non venga ingaggiata
Incomincio a pensare a delle modifiche per avvicinarmi al concetto del Garuffa.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1504
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: nuovo progetto

Messaggio da pendolum » lunedì 28 gennaio 2013, 20:28

Incomincio a pensare a delle modifiche per avvicinarmi al concetto del Garuffa.
""=="" allora a qualcosa è servito anche il mio piccolo contributo °§evv§

Allora continuo .... :lol:

Secondo me se vuoi che, a parità di profondità di ingaggio, il dito oltrepassi la passing spring dopo un minore angolo di oscillazione, devi ridurre la lunghezza (il raggio) del cosiddetto pendolo che porta il dito.

Con un raggio più corto, a parità di angolo di oscillazione, il dente si alzerà di più rilasciando la passing spring.... almeno credo :():

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » martedì 29 gennaio 2013, 7:30

pendolum ha scritto: >>><<<
Secondo me se vuoi che, a parità di profondità di ingaggio, il dito oltrepassi la passing spring dopo un minore angolo di oscillazione, devi ridurre la lunghezza (il raggio) del cosiddetto pendolo che porta il dito.

Con un raggio più corto, a parità di angolo di oscillazione, il dente si alzerà di più rilasciando la passing spring.... almeno credo :():
Grazie Massimo per la tua osservazione, ma forse ti è sfuggito questo mio post nella pagina precedente http://www.pendoleria.com/forum/viewtopic.php?f=2&t=1925&start=60#p13842 che riportava questo schizzo:

Immagine

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1504
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: nuovo progetto

Messaggio da pendolum » mercoledì 30 gennaio 2013, 17:38

""=="" ooops....
E' vero. Mi era sfuggito ""==""

Avatar utente
francè
Messaggi: 70
Iscritto il: mercoledì 9 gennaio 2013, 22:19

Re: nuovo progetto

Messaggio da francè » mercoledì 30 gennaio 2013, 23:28

Toc toc!
permesso?Posso!

Anzi mi permetto, solo perché Carlo ha più volte esortato gli altri ad esprimere il proprio parere senza timore,
anche perché magari, qualcuno vede o può vedere quello che ad altri può sfuggire.
Poi volevo chiederti, Carlo stai cercando di replicare l'orologio oppure vuoi trarre ispirazione dal meccanismo per crearne uno ex novo?
Premesso ciò espongo quello che è il mio pensiero.

Ho ingrandito del 400% la foto di Carlo con GIMP ed ho tracciato con dei puntini alcuni particolari come nella foto:

Immagine

Con i puntini rossi ho tracciato quella che è il dito, mentre con i puntini di colore giallo il profilo della ruota dello scappamento (credo si chiami così) e si
può vedere che sebbene in prospettiva ma la distanza tra i due particolari è minima tanto da non permettere il passaggio di un eventuale dente,
quindi il modello di Carlo già realizzato è diverso da quello rappresentato in figura.
Inoltre mi sono permesso di segnare con i puntini in azzurro il profilo della Passing Spring come la chiamate voi e questa sembrerebbe abbia una leggera
curvatura verso sinistra (guardando l'immagine) per permettere eventualmente al dito di passing "passante" la spring "molla" e questo giustifica anche il perché si trova a destra dell'asse
e non a sinistra, appunto perché abbia la tendenza a curvarsi verso il basso e non verso l'alto come succede nel modello realizzato da Carlo in modo che appena passata la molla questa torni in posizione di riposo.
Oppure anziché tornare in posizione di riposo aspetti che il dito torni indietro ed ingaggi il "supporto passing spring" che abbia il compito di portare indietro l'ancoretta.
Infatti io credo che bisognerebbe guardare il supporto a forma di goccia e magari andare oltre (con la fantasia), qui si vede evidenziato in verde che resta la traccia dei denti della ruota dello scappamento
ad indicare che il dente urta su quella superficie consumandola lentamente, ma nella foto che noi abbiamo, la traccia è libera da denti e questo mi fa presupporre che la ruota nel momento in cui è stata scattata la foto
era ingaggiata con un altro braccio di arresto ruota inducendomi a pensare che dietro il supporto a goccia ci sia un prolungamento così come lo ho immaginato nel disegno che ho messo qui sotto.

Immagine

Ovviamente è uno schizzo e quindi andrebbero date le giuste proporzioni.
Poi la vite sul dito servirebbe a permettere una regolazione "dell'unghia" che ingaggia la molla e questo mi fa pensare che la parte oscillante sia fissa e non abbia altre possibilità di regolazioni.
Con umile rispetto da parte di un neofita della materia.
Francesco

Rispondi