Pagina 5 di 8

Re: nuovo progetto

Inviato: venerdì 15 agosto 2014, 9:11
da carlo
Certamente!
Mi piace che lo scappamento sia visibile.

Cordialità
Carlo

Re: nuovo progetto

Inviato: sabato 30 agosto 2014, 8:39
da carlo
ieri finalmente ho montato tutto il gruppo dello scappamento, ancorette e relative ruote

Immagine

e dopo aver ritagliata in alto la destra la platina per evitare che il contrappeso provvisorio vi strisciasse e senza effettuare nessuna regolazione , il risultato di una leggera pressione su una ruota del treno del tempo ( si intravvede la mia mano fra le platine) e dopo aver impresso manualmente una piccola oscillazione al pendolo, è stato questo: <a>



$£"&& ...la solita mia fortuna sfacciata... :lol: :lol:

ed ora al via tutte le rifiniture. [[]

Cordialità.
Carlo

Re: nuovo progetto

Inviato: domenica 31 agosto 2014, 8:54
da sobas66
Evviva la cavalletta cammina <><>

Immagine

Ciao

Re: nuovo progetto

Inviato: domenica 31 agosto 2014, 13:13
da 1972merlino
Da grande voglio diventarr bravo come te per
farlo anch'io.

Re: nuovo progetto

Inviato: mercoledì 3 settembre 2014, 9:03
da carlo
...ORRORE...... esterefatto esterefatto :lol:

Immagine

decido di rifinire una paletta del nuovo scappamento e ...cosa mi ritrovo!!!!

...già! COSA? ( giusto per stuzzicare la curiosità di chi segue con attenzione la costruzione del mio orologio... :lol: :lol: :lol: )

Cordialità.
Carlo

Re: nuovo progetto

Inviato: mercoledì 3 settembre 2014, 23:08
da Francesco
Magari ti ritrovi con una leggerissima scanalatura lasciata dai denti durante le prove per il funzionamento dello scappamento.
Troppi attriti :(): :():
Saluti
Francesco

Re: nuovo progetto

Inviato: giovedì 4 settembre 2014, 8:11
da carlo
Complimenti Francesco!
Nello scappamento grasshopper ( quello ideato da John Harrison e che gli è valsa la possibilità di vincere il premio di 20.000 Sterline istituito dal Longitude Board ) non ci sono sfregamenti dei denti sulle palette e da ciò deriva la totale mancanza di attriti con conseguente assenza di lubrificazione.

Le regolazioni ( peraltro derivanti da una corretto rispetto costruttivo della geometria dello scappamento) dovrebbero essere tali per cui il dente della ruota dello scappamento si appoggia solo "nel vertice dell'incavo" di ciascuna delle due palette che ricevono quindi l'impulso necessario a mantenere il pendolo in moto.

L'evidente traccia lasciata dal dente della ruota dello scappamento sulla paletta del mio orologio denota inequivocabilmente uno sfregamento e dovrò quindi ora modificarla e regolare correttamente la sua posizione affinché la specifica appena sopra descritta venga rispettata.

Cordialità.
Carlo

Re: nuovo progetto

Inviato: venerdì 5 settembre 2014, 19:29
da carlo
l'orologio incomincia a funzionare autonomamente con la sa molla di carica °§evv§



come si può vedere ( si dovrebbe vedere ""=="" ) ora il dente della ruota dello scappamento non scorre più su nessun piano e quindi niente attriti °§evv§



Cordialità.
Carlo

Re: nuovo progetto

Inviato: sabato 6 settembre 2014, 2:58
da 1972merlino
La leva di sinistra sembra che faccia un po di fatica a staccarsi dalla ruota.è. forse una mia impressione?

Re: nuovo progetto

Inviato: sabato 6 settembre 2014, 7:59
da carlo
Non saprei!
Anche se prima di bloccare il pendolo sullo stesso asse provvedo ad equilibrare ( mediante il contrappeso sulla DR.) tutto il gruppo delle ancorette, mi sembra di poter dire che le masse spostate richiedono una discreta quantità di energia e se essa arriva alla ruota di scappamento potrebbe significare che il treno delle ruote dentate ingrana correttamente (...almeno quello... §cal§ :lol: )

Le ancorette escono dalla ruota di scappamento in modo deciso ed ovviamente in modo diverso in funzione della loro lunghezza e rispettive masse: forse è questo che ti ha colpito nel comportamento dell'ancoretta di SN. :():

Se osservi il secondo filmato del precedente post, sembrerebbe che l'ancoretta non abbia nessuna difficoltà ad allontanarsi dal dente della ruota dello scappamento e quindi parrebbe :(): tutto regolare :lol: :lol:

Se dovessi riscontrare anomalie nel comportamento del gruppo dello scappamento ,ovviamente non mancherò di riportarle anche qua.

Cordialità.
Carlo

Re: nuovo progetto

Inviato: sabato 6 settembre 2014, 14:10
da Francesco
Ciao Carlo,
penso che John Harrison sia stato più felice di aver realizzato un progetto simile con uno scappamento senza attriti anche se un po' di soldi rendono il tutto più piacevole!!! :lol: :lol:
Vedendo il tuo secondo video e mettendolo in pausa più volte e in punti diversi del filmato io sinceramente non vedo attriti.... [[] i movimenti dello scappamento sembrano molto puliti e sincroni.
Veramente un bel lavoro :lol: :lol:
Saluti
Francesco

Re: nuovo progetto

Inviato: lunedì 8 settembre 2014, 20:56
da guidomaria
ma il movimento retrogrado impresso alla ruota di scappamento grande dall' ancora di sinistra ad ogni "entrata", è voluto?

Re: nuovo progetto

Inviato: martedì 9 settembre 2014, 8:33
da carlo
guidomaria ha scritto:ma il movimento retrogrado impresso alla ruota di scappamento grande dall' ancora di sinistra ad ogni "entrata", è voluto?
Fermo restando che quanto descrivi avviene anche, ma in misura ridotta date le diverse dimensioni, per la ruota di scappamento piccola e relativa ancoretta, tieni presente che questo tipo di scappamento è uno dei pochi ( forse il solo, ma non ne sono certo) in cui non vi è cammino perso.

Se da poco ti interessi all'orologeria, il cammino perso è l'inutile ( da un punto di vista della dispersione di energia immagazzinata nella molla di carica ,...ma purtroppo necessario) tragitto che la ruota dello scappamento percorre dopo aver lasciato ( in uno scappamento ad ancora) la paletta di uscita e prima di ingaggiare quella di entrata ( e poi viceversa e sempre così).

In questo caso accade che solo quando una paletta viene ingaggiata dalla ruota dello scappamento che essa ( la paletta) consente all'altra paletta un immediato rilascio : peraltro la massa del gruppo delle ancorette è tale per cui appoggiandosi ciascuna ancoretta sulla ruota dello scappamento ne imprime un momentaneo senso di rotazione inverso.

Cordialità.
Carlo

Re: nuovo progetto

Inviato: sabato 27 settembre 2014, 9:56
da carlo
Forare o non forare ; questo è il dilemma: se sia troppo azzardato praticare un foro in quella posizione ,oppure combattere tutti i nostri triboli e risolutamente procedere con un bel foro. Forare, bucare ...null'altro.... :lol: :lol: :lol: ( mhhhhhh, non è farina del mio sacco :lol: )

Immagine

Il dilemma è questo: con il compasso ho riportato sulla platina la distanza dal foro di centro a dove dovrei praticare il foro che ospiterà il pivot della ruota della minuteria . Il segno del compasso è nella posizione A e meglio visibile nel riquadro in quella indicata con B.

Accidenti! a me sembra dannatamente troppo vicino al foro del pivot della seconda ruota :():

Potrei
  1. - cambiare la fresa a modulo con la quale ho tagliato ruote e pignone della minuteria ( il classico 39-39-6-72)
    - cambiare il numero dei denti delle ruote della minuteria
    - spostare in C il foro del pivot creando, durante l'operazione di traforo una penisola adatta alla bisogna
Alla fin fine la mia opzione dovrebbe essere la terza. Cosa ne pensano i pochi che mi seguono nella costruzione di questo mio orologio?

Cordialità.
Carlo

Re: nuovo progetto

Inviato: sabato 27 settembre 2014, 10:21
da toni
secondo te Harrison quale opzione avrebbe scelto?
E comunque, qualsivoglia soluzione adotterai, sono certo sarà la più elegante e razionale.
Buona domenica
Toni