Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

tutti gli argomenti pratici e teorici inerenti agli orologi a pendolo

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6502
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da carlo » lunedì 19 dicembre 2016, 8:42

Marino, ti ringrazio per l'informazione, ma non sono i siti che vendono catene che stavo cercando ( di quelli ce n'è a bizzeffe), ma uno che suggerisse come chiudere questo tipo di catena senza il cilindretto che usualmente viene consigliato e che racchiude due sfere : quando questo cilindretto si avvicinerà alla ruota dentata, mi sembra , dovrà creare inevitabilmente dei problemi.

Io speravo che esistesse una pallina apribile e poi da serrare sui due links di collegamento fra le sfere tanto da avere una uniforme continuità .

Proverò io a creare quella sfera...ma alla fin fine credo che se la cosa non si fa proprio nella fabbrica dove queste catene vengono realizzate , il risultato non potrà essere soddisfacente.

...e poi la catena da bicicletta, mi perdoni Gia, a me piace di più.... :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1509
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da pendolum » lunedì 19 dicembre 2016, 11:12

Scusate, ma in tutto questo disquisire di catene tra biciclette e cessi :lol: mi permetto di fare una domanda: ma le catenelle da cucù non andrebbero bene? E, in ultima analisi, Carlo ha considerato come mai la corda rossa che tu hai messo è sfuggita dalle ruote? Forse i perni non erano sufficientemente sottili o aguzzi per trattenerla? Oppure la corda era troppo spessa?

Io prima di scegliere tra bicicletta (non piace molto neanche a me) e cesso (visto che non sembra nascere per il nostro scopo credo sia difficile chiuderla ad anello in modo efficace) proverei a riconsiderare le altre due opzioni che segnalavo... ""==""

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6502
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da carlo » lunedì 19 dicembre 2016, 19:02

Sembra che tu abbia la capacità di leggermi nel pensiero infatti tutte le considerazioni che hai scritto nel tuo ultimo messaggio sono state anche le mie.
pendolum ha scritto:Scusate, ma in tutto questo disquisire di catene tra biciclette e cessi :lol: mi permetto di fare una domanda: ma le catenelle da cucù non andrebbero bene?

Forse ho scartato la catena del cucù troppo velocemente addebitando ad un passo sbagliato dei denti di trascinamento il mancato funzionamento dell'orologio, ma alla luce degli ultimi eventi penso di dovermi ricredere. ""==""

pendolum ha scritto: E, in ultima analisi, Carlo ha considerato come mai la corda rossa che tu hai messo è sfuggita dalle ruote? Forse i perni non erano sufficientemente sottili o aguzzi per trattenerla? Oppure la corda era troppo spessa?
Naturalmente ho pensato anch'io a questa cosa ovvia: che cioè le punte dei chiodi non fossero sufficientemente appuntite e quindi non trattenessero la corda. Ma avevo letto da qualche parte che l'utilizzo di quest'ultima era stato abbandonato in quanto i "chiodi" tendevano a sfilacciare la corda fino a renderla inservibile.

Mosso dalla necessità, nonostante l'ostacolo reso esplicito, avevo deciso di utilizzare la corda ed ora sono un pò reticente ad appuntire troppo la punta dei chiodi proprio per le ragioni sopra citate.
pendolum ha scritto:Io prima di scegliere tra bicicletta (non piace molto neanche a me) e cesso (visto che non sembra nascere per il nostro scopo credo sia difficile chiuderla ad anello in modo efficace) proverei a riconsiderare le altre due opzioni che segnalavo... ""==""
Ho fatto delle prove per aprire una pallina ....e con successo ( ne parlerò nel mio prossimo messaggio).
Domani vorrei anche andare dal ferramenta per acquistare un pezzo di quel tipo di catena per provare a chiuderla ad anello.

Peraltro vedendo un corto spezzone che ho utilizzato prelevandolo dal tappo del lavandino non sono certo che la forma della catena possa garantire una sicura presa su una puleggia che dovrei ancora tagliare: non vorrei che si verificasse lo stesso inconveniente che si era manifestato con la catena per conoidi; venendo cioè a mancare un "vuoto" tra le maglie non vi sia sufficiente connessione tra catena e puleggia.

Nonostante tutti i pareri contrari, a me non dispiace la catena da bicicletta e quindi, quando mi arriverà, vorrei provare a fare un tentativo anche con essa.

Mi sarà sempre possibile ripensare alla catena da cucù ...ed anche alla corda.... :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6502
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da carlo » martedì 20 dicembre 2016, 8:54

Devo confessare come il tagliare la pallina della catena sia stato più semplice del previsto .

Con una lama da seghetto per traforo per metallo ( la più sottile in mio possesso) ho praticato un taglio longitudinale nella pallina che sembrerebbe essere di ottone cromato . Facendo forza sui labbri , con un cacciavite ho iniziato ad allargare il taglio : nella foto qua sotto si riescono ad intravvedere i terminali dei due links di accoppiamento alle relative palline <a>

Immagine

sempre lentamente, ho continuato ad allargare il taglio fino a quando sono riuscito ad estrarre uno spezzone terminale di un link

Immagine

a questo punto togliere anche l'altro è stato semplicissimo ed ora mi ritrovo con la pallina pronta per essere serrata su due nuovi links di una catena per creare un anello. Una volta serrati i labbri sui nuovi links lo spessore del taglio sarà di molto inferiore al diametro del foro garantendo quindi alla catena una certa solidità alla trazione . <a>

Immagine

Peraltro, anche se forse farò delle prove non sono completamente convinto della possibile "tenuta" fra catena a pallini ed una sua ruota. Devo ancora decidere sul da fare... :(): :():

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da guidomaria » martedì 27 dicembre 2016, 17:06

Non mi sono dileguato .... e tifo sempre per la catena a palline :-D

Sono incasinato: tutti i miei lavori di orologeria proseguono a rilento, mentre mi sono rimesso ad aggeggiare con i trenini in scala HO. Sto lavorando ad un restauro di una imitazione di pendola boulle, nella quale ho dovuto inventarmi un modo per ricreare lo stucco rosso che riempie i vuoti tra le volute decorative d'ottone. Niente di chè da un punto di vista dell' orologeria: puro restauro.

Tuttavia seguo sempre pendoleria e, a volte, butto lì i miei 5 centesimi di saggezza (probabilmente anche meno) in risposta a post altrui.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6502
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da carlo » mercoledì 28 dicembre 2016, 9:04

guidomaria ha scritto: Sono incasinato: tutti i miei lavori di orologeria proseguono a rilento, mentre mi sono rimesso ad aggeggiare con i trenini in scala HO. Sto lavorando ad un restauro di una imitazione di pendola boulle, nella quale ho dovuto inventarmi un modo per ricreare lo stucco rosso che riempie i vuoti tra le volute decorative d'ottone. Niente di chè da un punto di vista dell' orologeria: puro restauro.
Tuttavia seguo sempre pendoleria e, a volte, butto lì i miei 5 centesimi di saggezza (probabilmente anche meno) in risposta a post altrui.
Strafelicisssimo ( come Billy Wilder farebbe dire a Marilyn Monroe :lol: ) che tra una Canadian Pacific steam loco ed una caboose, tra dello stucco rosso e delle volute di ottone di una Boulle tu abbia trovato il tempo per leggere anche questo forum... :lol: :lol:

Approfitto di questa tua fugace presenza, dato che non siamo riusciti a scambiarci gli auguri di un Buon Natale, per farti quelli di un Buon, prospero e sopratutto in buona salute 2017.

Naturalmente augurio che estendo a tutti i partecipanti ed a tutti i lettori del forum.

_________________________________________________________

Un mio amico, venuto a trovarmi nel mio laboratorio, vedendo appoggiato su un tavolo l'anello completato della catena a palline , mi ha chiesto se avevo problemi con lo sciacquone... $$$
Ho difeso a spada tratta la mia scelta di realizzare quell'anello (...anche considerando che il farlo è stato più complesso del previsto ) per utilizzarlo cosi come si vede nella foto che gli ho mostrato e che ho pubblicato alcuni messaggi più sopra.... >xx<>xx> .... :lol:

Alla fine della piacevolissima ( come sempre con lui) conversazione mi ha lasciato perplesso la sua conclusione: " probabilmente la realizzazione della catena a pallini non era parte della tecnologia del tempo cui può essere fatta ascendere la costruzione dell'orologio e forse essa potrebbe rappresentare la sostituzione, fatta in tempi più moderni, dell'elemento di trascinamento fra le varie pulegge.

...e confesso che mi ha lasciato disorientato... ""=="" $£"&&

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da guidomaria » mercoledì 28 dicembre 2016, 10:16

Ricambio di cuore gli auguri di buone feste a te, Carlo e a tutti gli iscritti partecipanti al forum.

Per quanto riguarda la catena di palline, c'è l'incognita delle precisione costruttiva, ma se dovesse funzionare .... beh direi che non è bello ciò che piace, ma ciò che funziona [[]

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6502
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da carlo » domenica 1 gennaio 2017, 8:49

Le cose vanno inspiegabilmente sempre peggio.... ""==""

Come ho scritto precedentemente ho realizzato l'anello con la catena a pallini <a>

Immagine

e non mi sono fatto mancare neanche i piedini di livellamento della base dell'orologio <a>

Immagine

Immagine

___________________________________________________

Provo ora a comporre una anamnesi degli ultimi eventi che hanno caratterizzato la storia della costruzione di questo orologio.

Il punto fermo sul quale vorrei fosse posta l'attenzione è che, prima di smontare l'orologio per effettuare una consistente pulizia,esso ha funzionato per pìù di 24 ore.
Come ho già scritto, quale fosse stata la magica alchimia che che ha regolato la "miscelazione " di tutti gli elementi che hanno concorso a farlo non la conosco...ma essa deve esistere...anche se la giudico inaffidabile in quanto un orologio non può funzionare solo quando una infinità si concomitanze si verificano in una sola, unica e precisa circostanza!!!!! [-_-]

dunque:
  • - l'orologio ha funzionato per più di un giorno
    - mi ha convinto che funzionasse ( se pur con il limite di quella durata, ma che poi spiegherò)
    - l'ho smontato per pulirlo
    - l'ho rimontato e non c'è più stato verso di vederlo andare per più di 3 - 4 ore
    - ho provato ad individuare le cause
    - ho visto che il cavetto scivolava via ed ho pensato alla sostituzione con catena da bicicletta ( che avevo inizialmente ordinato per poi ripensarci)
    - in attesa della catena ho voluto verificare che l'orologio comunque funzionasse correttamente ed ho sostituito i chiodi delle pulegge perchè facessero più presa sulla corda ( ed infatti non vi mai stato più scivolamento della stessa)
    - ho osservato che il sistema di carica non riesce ad alzare il peso motore come si può vedere dalla foto qua sotto dove l'arpione B continua ad allontanarsi dal pernetto di arresto senza che la relativa ruota si metta a girare (prima di essere comunque arrestata dalla vite-freno di sicurezza A ) <a>
    Immagine
    - ho alleggerito il peso
    - ne è derivata una energia non sufficiente a far girare con il dovuto "vigore" la ruota dello scappamento
    - ho aumentato nuovamente il peso del peso motore
    - ho osservato che il sistema di carica non riesce ad alzare il peso motore
    - ho alleggerito il peso
    - ecc.ecc.
Ho dovuto ovviamente rivolgere gli occhi altrove:
  • - ho immaginato allora qualche impuntamento tra gli ingranaggi del treno di ricarica ( che non riesce ad alzare un peso motore dal peso che pare dover essere alquanto consistente)
    - RIsmontato tutto, RIlucidato ali e pivot per poi poter verificare che A VUOTO il treno girava perfettamente libero e con una minima pressione del dito sul bariletto....su uno solo, perchè se la esercitavo su entrambi il treno andava come un "missile" [[] :lol:
    - rimontato tutto l'orologio per vedersi concretizzare gli stessi identici inconvenienti che ho già citato
Le mosse successive, con in mente che l'orologio ha già funzionato almeno per un giorno, non possono che essere dettate dalla disperazione... $£"&& :lol:

Rimuginando alcune considerazioni che Massimo aveva fatto circa la funzionalità della forchetta in base alla sua lunghezza ed anche vedendo l'unica foto in mio possesso del lato B :lol: dell'orologio (dove la forchetta appariva essere molto più lunga di quella che avevo realizzato io) , ho deciso di allungarla al fine di aumentare il braccio della leva che consegna l'impulso al pendolo. Nell'inset si vede la vecchia forchetta. <a>

Immagine

risultato... <v<v< >2<£

...ma non demordo... :lol:

Cordialità. :lol:
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
Guido
Messaggi: 283
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2016, 9:50
Località: Pellizzano, Val di Sole, Trentino

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da Guido » domenica 1 gennaio 2017, 23:42

Tutti i tentativi vani li hai fatti l'anno scorso... ora è l'anno nuovo [[]

Forse vale la pena accantonare per qualche giorno il tutto e ripartire a mente fredda fra un po, ma ora usi catena ad anelli o tipo bici?
Non ha molto a che fare con i tuoi intoppi ma non ho capito bene che tipo di sospensione usi?
...piu imparo e piu mi accorgo di non sapere!
Guido

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6502
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da carlo » lunedì 2 gennaio 2017, 8:38

Guido ha scritto:Tutti i tentativi vani li hai fatti l'anno scorso... ora è l'anno nuovo [[]
infatti!!! le speranze sono sempre le ultime a morire...specialmente per uno testardo come me che da più di un mese QUOTIDIANAMENTE "traffica" con questo orologio.... [[]
Guido ha scritto:Forse vale la pena accantonare per qualche giorno il tutto e ripartire a mente fredda fra un po, ma ora usi catena ad anelli o tipo bici?
Non ha molto a che fare con i tuoi intoppi ma non ho capito bene che tipo di sospensione usi?
al momento sempre corda , ma vorrei cambiare con una catena da cucù ( quella che avevo già utilizzato, ma ora con una tecnica nuova ( che poi è una vecchia ""=="" ).
La sospensione è una comunissima commerciale con lamina di acciaio.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 3383
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 9:40
Località: treviso

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da sobas66 » lunedì 2 gennaio 2017, 9:45

carlo ha scritto: al momento sempre corda , ma vorrei cambiare con una catena da cucù ( quella che avevo già utilizzato, ma ora con una tecnica nuova ( che poi è una vecchia ""=="" ).

Cordialità.
Carlo
.....Infatti se non ricordo male la catena aveva il difetto di arrotolarsi :(): :(): :(): .....

Ciao
Immagine

Leonardo diceva: "L'esperienza è il nome che si dà ai propri sbagli."

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6502
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da carlo » lunedì 2 gennaio 2017, 19:13

sobas66 ha scritto:.....Infatti se non ricordo male la catena aveva il difetto di arrotolarsi :(): :(): :(): .....
conto di provare a tagliare due nuove ruote di trascinamento al posto di quelle dentate che avevano dato scarsi risultati.
Il tipo dovrebbe ricalcare le ruote di trascinamento delle catene dei verricelli a mano: qualcosa come <a>

Immagine

...un esperimento....poi ci rimane sempre la corda [[]

______________________________________________________________

la mia foto tessera:

Immagine

NO! NO! non mi sono sbagliato. [[]

dalla Treccani:
allocco /a'l:ɔk:o/ s. m. [lat. tardo alucus, ulucus e uluccus, di origine onomatopeica] (pl. -chi). - 1. (zool.) [uccello della famiglia strigidi]. 2. (fig.) [persona sciocca] ≈babbeo, balordo, citrullo, (pop.) fesso, (pop.) gnocco, gonzo, (tosc.) grullo, scemo, scimunito, sciocco, stupido, tonto.

Per prendere un oggetto posto in un altro locale del mio laboratorio, ho girato attorno al tavolo sul quale era appoggiato l'orologio che stava funzionando da pochi secondi forse sfruttando anche la spintarella che avevo dato al pendolo per metterlo in movimento.

Lontano un paio di metri dal lato B dell'orologio ho potuto osservare con orrore come il pendolo si muovesse su un arco che aveva come un punto della massima oscillazione quello coincidente con uno posto sulla mezzeria dell'orologio ==))((/ ==))((/

Tanto per capirsi , qualcosa del genere ><><>< <a>

Immagine

...e ci credo che l'impulso non era mai sufficiente e l'orologio continuava a fermarsi. $$$ ....era un miracolo se "andava" per 4 o 5 minuti!!!

Avendo sempre fatto tutte le regolazioni dell'orologio con la platina anteriore davanti a miei occhi e solo ogni tanto sbirciando quello che accedeva nella parte posteriore, non mi sono mai reso conto della improponibile posizione del pendolo.

Ecco che salta fuori in tutta la sua concreta importanza la valenza di quella osservazione letta sul mio libro degli scheletrati " Note the levelling screw feet"..
Prima di tutto bisogna mettere in bolla l'orologio e POI effettuare le regolazioni per posizionare correttamente in modo micrometrico la forchetta, e quindi l'ancoretta, in una giusta relazione con la sua ruota dello scappamento.

Utilizzando i piedini per livellare la base , che avevo realizzato pur non avendo individuato, in tutta onestà, la loro reale utilità , ho "raddrizzato" l'orologio che pare funzionare regolarmente da un paio di giorni.... §cal§ domani mattina controllerò come stanno andando le cose... :lol: :lol:

Rimarrebbe il problema del perchè il sistema di ricarica del peso motore non riusciva ad alzarlo ...ma piano, piano riusciremo a capire tutto... [[]

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1509
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da pendolum » lunedì 2 gennaio 2017, 19:36

Cioè? ... fammi capire: l'orologio non andava perché non era in bolla???!!! >xx<>xx>

Tutte queste riflessioni e bastava fargli fare tic-tac?.... !!acc"" <<ZZ<< :lol:

Dai, non te la prendere... a tutti capita il momento del ..... volatile notturno ..... :lol:

Avatar utente
Guido
Messaggi: 283
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2016, 9:50
Località: Pellizzano, Val di Sole, Trentino

Re: Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

Messaggio da Guido » lunedì 2 gennaio 2017, 23:07

daiiiiiiiiiii non ci credo!
Questo puo succedere a me non a te Carlo! <***>
Battute a parte torno a ribadire che stare troppo sul pezzo a volte fa male e cambiare punto d'osservazione è importante, non ho esperienza degna di nota in materia specifica di pendoleria però il teorema secondo me va bene per tutto. Un trucchetto in campo del disegno artistico dei ritratti, per vedere ciò che non va, è quello di guardare il disegno davanti allo specchio, sembra incredibile come balzino agli occhi gli errori di dimensione e simetria... vabbè sto divagando ma era solo per dire che cambiando punto d'osservazione serve eccome!
Sono contento che quest'anno nuovo sia gia un buon inizio [[]
...piu imparo e piu mi accorgo di non sapere!
Guido

Rispondi