Orologio con scapp. coup perdu e remontoir (terminato)

tutti gli argomenti pratici e teorici inerenti agli orologi a pendolo
Rispondi
Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » mercoledì 5 agosto 2015, 19:29

Una coppia di ruote cricchetto qua sotto presenta un macroscopico errore ed, a una più attenta osservazione, ho deciso di tagliarne un nuovo paio:

Immagine

quale coppia e perchè? :():

Il lavoro , se pur lentamente dato che penso e ripenso prima di realizzare un nuovo componente, procede nonostante il caldo.... :lol: :lol:

Immagine

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: nuovo progetto

Messaggio da guidomaria » mercoledì 5 agosto 2015, 23:10

non vedo un macroscopico errore (a meno che non sia una questione di diametri), però mi sembra che la 2 e la 3 siano più ben definite e precise nei loro angoli.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » giovedì 6 agosto 2015, 8:34

L'errore è veramente grave!! ""==""

Immagine

nella coppia di ruote cricchetto 1 e 4 , la forza che attraverso il piano della ruota a cricchetto si scarica sul cricchetto si scompone in due parti una delle quali , orrore $$$ , tende a far uscire il cricchetto dal suo "alloggio" compromettendo così la stabilità dell'accoppiamento.

La foto non lo evidenza con chiarezza, ma ho tagliato la coppia 2 e 3 con un piccolo set-off dell'utensile ( facendolo avanzare rispetto al centro di un paio di mm.) avendo così la sicurezza che il cricchetto possa cadere liberamente nel suo alloggio senza strisciare lungo la parete del dente e che la forza esercitata dal piano del dente"inviti" il cricchetto a restare nel suo alloggio.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: nuovo progetto

Messaggio da guidomaria » giovedì 6 agosto 2015, 17:37

confesso che non ho capito. Nelle ruote 1 e 4 io ho notato il piano superiore che contiene i denti smussato verso il basso e l'esterno (cioè il dente si restringe verso la punta anche in sezione. ALtro non ho visto.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » giovedì 6 agosto 2015, 19:28

lo schizzo, naturalmente, esagera le cose.

Immagine
  • - la ruota cricchetto di SN esercita la sua forza perpendicolarmente ed essa è completamente sostenuta dal cricchetto
    - la ruota cricchetto di destra scarica la forza su un piano inclinato e quindi essa si scomporrà in due componenti, una delle quali tende a "buttar fuori" dal suo alloggio il cricchetto.
Spero di essere riuscito a spiegarmi.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: nuovo progetto

Messaggio da guidomaria » giovedì 6 agosto 2015, 20:47

Sì, è vero ... anche se, con un angolo così piccolo, non credo ci fosse un rischio concreto.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » venerdì 7 agosto 2015, 8:06

guidomaria ha scritto:Sì, è vero ... anche se, con un angolo così piccolo, non credo ci fosse un rischio concreto.
Il fatto di dover utilizzare due molle di carica per poter disporre di una congrua quantità di energia, fa apparire chiaro che ciascuna di esse deve essere alquanto "robusta" ...e quindi il rischio avrebbe potuto esserci... :():

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » lunedì 17 agosto 2015, 19:26

Se debbo essere sincero, qualche sospetto mi era già nato durante l'esecuzione del lavoro, ma senza analizzare troppo le cose, mi son detto : se a lui ha funzionato non vedo perché non dovrebbe farlo anche con me.

Così , appena tornato dalle vacanze, ho completato il sistema dei leverismi che nella parte frontale dell'orologio dovrebbe liberare il treno di carica e consentire al peso motore di risalire.

Immagine

...orbene, tentando di muovere con la mano l'asse che sostiene la lunga leva...rimane tutto completamente bloccato !!acc""

il ricorso alla stesura di un piccolo schizzo ha spiegato l'arcano <a>

Immagine

sembrerebbe più che ovvio che le due leve ancorate fra loro dal pernetto C compiendo archi di circonferenza con diametri e centri A e B diversi, non possono muoversi in nessuna maniera.... [-_-] [-_-]

Ripropongo qua il disegno di come è stato pensato il meccanismo, ed, a una attenta osservazione, sembrerebbe che esso ricalchi quello del mio schizzo subito qua sopra :(): <a>

Immagine

...e allora, cosa mi sta sfuggendo ? :():

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
MarioV
Messaggi: 8
Iscritto il: domenica 9 agosto 2015, 22:58
Località: Sicilia

Re: nuovo progetto

Messaggio da MarioV » lunedì 17 agosto 2015, 21:21

Ciao Carlo

come sai, non mi intendo di orologi, però mi pare di notare una differenza fondamentale (sempre se non leggo male il disegno), il tuo punto "B" è imperniato dove? non riesco a vederlo, mentre nel disegno (leva F) sembra un punto "volante" cioè non è imperniato sulla carcassa quindi è libero di muoversi in base ai movimenti della leva "E"... o sbaglio? :oops:
Ciao
Mario

Prima si utilizza la testa, poi le mani

Avatar utente
MarioV
Messaggi: 8
Iscritto il: domenica 9 agosto 2015, 22:58
Località: Sicilia

Re: nuovo progetto

Messaggio da MarioV » lunedì 17 agosto 2015, 22:02

Osservando meglio... sembra che la curva della leva F nel tuo è al contrario.
Prova con il solito disegno, sembra che funzioni disegnandola al contrario
Ciao
Mario

Prima si utilizza la testa, poi le mani

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » lunedì 17 agosto 2015, 22:31

Ora è tardi. .ma credo di aver trovato la soluzione che proverò a sottoporvi domani. ...assieme ai commenti al post di Mario.

Cordialità. Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: nuovo progetto

Messaggio da guidomaria » martedì 18 agosto 2015, 0:16

Secondo me c'è una sola soluzione ad un punto di cerniera tra due leve con centri diversi che quindi percorrerebbe archi di cerchio diversi e nel disegnino, guardando bene, sembra essere visbile: il pernetto è solidale con una delle due leve, mentre l'altra mostra un foro a losanga nella quale il suddetto perno può scorrere. Questo vincolo (un glifo con cerniera) permette 2 gradi di libertà e ti risolve il problema dello scorrimento del punto su due traiettorie.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6473
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: nuovo progetto

Messaggio da carlo » martedì 18 agosto 2015, 9:19

per Mario:
MarioV ha scritto:Ciao Carlo
>>><<<
il tuo punto "B" è imperniato dove? non riesco a vederlo,...
forse ti è sfuggita qualche foto precedente che riassumo in questa qua sotto dove si vede l'asse su cui gira la leva lunga e la stessa lunga leva in fase di realizzazione ( al momento c'è solo il primo pezzo indicato dalle due frecce) <a>

Immagine
MarioV ha scritto:........ mentre nel disegno (leva F) sembra un punto "volante" cioè non è imperniato sulla carcassa quindi è libero di muoversi in base ai movimenti della leva "E"... o sbaglio? :oops:
se osservi alcune foto delle pagine precedenti ti accorgi che , a prescindere da un movimento di rotazione , tutti i punti di ancoraggio sono fissi.
MarioV ha scritto:Osservando meglio... sembra che la curva della leva F nel tuo è al contrario.
Prova con il solito disegno, sembra che funzioni disegnandola al contrario
Qualunque sia la forma della leva , sopra, sotto, zig-zag, un suo punto , ad una certa distanza dal centro, percorrerà sempre lo stesso arco di circonferenza: <a>

Immagine
__________________________________________________________________________________________________

Per guido:
guidomaria ha scritto:Secondo me c'è una sola soluzione ad un punto di cerniera tra due leve con centri diversi che quindi percorrerebbe archi di cerchio diversi e nel disegnino, guardando bene, sembra essere visbile: il pernetto è solidale con una delle due leve, mentre l'altra mostra un foro a losanga nella quale il suddetto perno può scorrere. Questo vincolo (un glifo con cerniera) permette 2 gradi di libertà e ti risolve il problema dello scorrimento del punto su due traiettorie.
Non sono sicuro, ma credo, in buona sostanza di aver intravvisto qualcosa del genere che descrivi tu

nel disegno qua sotto <a>

Immagine

La leva Z , che è solidale con la leva S tenderà, per effetto del suo peso, a muoversi secondo la direzione della freccia e sarà appoggiata sul piano b della scanalatura della leva S.
Mano a mano che la leva T si alza, il pernino X scorrerà sul piano b consentendo alla leva S-Z di abbassarsi e quindi liberare il treno degli ingranaggi di carica.

Appena ciò avviene la leva T incomincia ad abbassarsi accompagnando ( tramite il pernino X che scorre lungo il piano a) la leva nella direzione opposta della freccia e quindi bloccando il treno di ingranaggi di carica.

Rimarrebbe da capire, se la mia soluzione è valida, la forma e la direzione della scanalatura :():

L'enorme draw-back e che con tutti questi giochi, alla fin fine l'ultima ruota del treno di carica ( quella che porta il pernino che è bloccato dalla leva T finirà con il fare molti giri contrariamente all'unico indicato nella spiegazioni del libro . [-_-]

Cosa ne pensate? ""==""
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
guidomaria
Messaggi: 1004
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 11:10
Località: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Re: nuovo progetto

Messaggio da guidomaria » martedì 18 agosto 2015, 11:16

Non credo che farà più giri del previsto ... dovrai però regolare bene le posizioni di inzio e fine corsa del dente di arresto.

La losanga io la vedevo disposta longitudinalmente nel corpo della leva S e chiusa: così ti può scappare fuori. L'effetto cinematico è lo stesso.

Eventualmente potresti prevedere una possibilità di regolazione della posizione del dente di arresto, tramite una regolazione dell' angolo di posizionamento della leva T sul suo asse di rotazione (ma immagino che tu l'abbia già prevista).

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 3381
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 9:40
Località: treviso

Re: nuovo progetto

Messaggio da sobas66 » martedì 18 agosto 2015, 13:33

Immagine

Io invece di fare un losanga aperta da un lato farei un foro alesato come si intravede dal disegno

Immagine

Ciao
Immagine

Leonardo diceva: "L'esperienza è il nome che si dà ai propri sbagli."

Rispondi