orologio con scappamento detent e planetario (terminato)

tutti gli argomenti pratici e teorici inerenti agli orologi a pendolo
Rispondi
Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento detent e planetario

Messaggio da carlo » martedì 21 novembre 2017, 19:31

carlo ha scritto:
lunedì 20 novembre 2017, 19:07
ho lasciato l'orologio funzionante e....domani spero di trovarlo tale... :lol: :lol:
Carlo
:(((((: <v<v< <v<v< <v<v<

Temo di aver bisogno di qualche giorno di riflessione durante i quali smetto di cercare cose che non riesco a vedere.... ""=="" ""==""

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 3364
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 9:40
Località: treviso

Re: orologio con scappamento detent e planetario

Messaggio da sobas66 » mercoledì 22 novembre 2017, 8:40

Arrivati a questo punto posso solo.....donarti una spalla su cui piangere ""=="" ""=="" ""==""

Ciao
Immagine

Leonardo diceva: "L'esperienza è il nome che si dà ai propri sbagli."

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento detent e planetario

Messaggio da carlo » venerdì 24 novembre 2017, 9:39

Come forse sapete, non mi arrendo tanto facilmente.... [[]

Non riesco a togliere gli occhi da questo orologio e ho provato con altri tentativi.

Mi è sempre parso ovvio che il problema di fondo fosse una mancanza di energia che sostenesse l'oscillazione del pendolo : ma non necessariamente questa mancanza doveva dipendere dalla poca energia elargita dalla molla di carica. Mi son reso conto che forse poteva dipendere da una poco corretta messa in fase degli eventi che regolano la consegna dell'impulso al ( tanto per sintetizzare) pendolo.

Ho cercato di porre attenzione a questo problema ed ho regolato tutto quanto era regolabile nella geometria dello scappamento: ho caricato per metà la molla di carica e l'orologio ha funzionato per più di una ventina di ore. §cal§

Incoraggiato da questo progresso ho caricato completamente la molla di carica con grande soddisfazione dell'orologio stesso che ha continuato a "ticchettare" in modo, all'apparenza, efficace e per più di una decina di ore. :lol:

Ho anche ripreso un paio di filmati: una con una visione di insieme ( nel quale si può anche osservare la nuova posizione del gancio della catena sul bariletto) ed un altro per poter verificare come i denti della RdS interagiscono con l'arpione della massa oscillante consegnandone l'impulso <a>





Orbene! facendo attenzione ho spostato l'orologio dal piano di lavoro su un appoggio dove non interferisse con le mie attività ed ...orrore ha smesso di funzionare.... [-_-]

Probabilmente si è spostata la forchetta ( che per poterla smontare assieme al suo asse ho dovuta comporla in due elementi separati e bloccati fra loro da una bussola filettata e godronata) finendo con il variare, così, la geometria dello scappamento ...o per lo meno, questa è la mia speranza.... ""=="" ""==""

Oggi ho il "lavoro" assicurato.... :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento detent e planetario

Messaggio da carlo » venerdì 24 novembre 2017, 19:09

<v<v< <v<v<

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento detent e planetario

Messaggio da carlo » lunedì 27 novembre 2017, 19:39

naturalmente non demordo.... :lol:

Dopo aver effettuato alcune regolazioni, mi era parso, come si vede nel filmato qua sotto , che il dente della RdS conferisse un impulso all'arpione fissato sulla massa oscillante e quindi al pendolo.
Infatti si vede il dente appoggiarsi sull'arpione e poi abbandonarlo lasciando il posto ad un'altra azione di impulso <a>



A onor del vero la cosa non mi convinceva ( anche considerando l'orologio continua a fermarsi per quella che sembra essere una mancanza di energia conferita dalla RdS al pendolo) ed ho provato a rallentare l'esecuzione del filmato per constatare ( almeno a me sembra così) che il dente della RdS non entra mai in contatto con l'arpione se non forse per un ultimo istante prima di sorpassarlo $£"&&



Che sia questa la ragione per cui il pendolo continua a fermarsi ? [-_-]

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 3364
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 9:40
Località: treviso

Re: orologio con scappamento detent e planetario

Messaggio da sobas66 » lunedì 27 novembre 2017, 20:44

...effettivamente li di energia c'è nè veramente poca.... :():

Ciao
Immagine

Leonardo diceva: "L'esperienza è il nome che si dà ai propri sbagli."

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento detent e planetario

Messaggio da carlo » venerdì 1 dicembre 2017, 9:19

sobas66 ha scritto:
lunedì 27 novembre 2017, 20:44
...effettivamente li di energia c'è n'è veramente poca.... :():
Ho trascorso più di alcune settimane a cercare di far funzionare l'orologio modificando la geometria dello scappamento.

Mi incoraggiavano temporanei successi che vedevano l'orologio in funzione anche per più di un giorno...seguito da un inesorabile arresto.

L'ho sempre dichiarato fin dai primi esperimenti che a me (...ed ora anche a Daniele... :lol: ) è sempre parso che l'energia messa a disposizione dalla molla di carica non fosse adeguata. La molla non era quella che avevo previsto, ma leggermente più piccola, oltre che nell'altezza anche nello spessore...che comunque con un valore di 0.4 mm. mi sembrava che potesse andare bene. Avevo collocato questa molla nel bariletto in quanto, confesso, non ero riuscito a introdurre a mano quella che avevo pensato adatta ed avente uno spessore di 0.45 mm.

Non avevo utilizzato l'estrapade della Bergeon , di cui sono fortunato possessore di un bell'esemplare, ( tanto per intendersi questa )

Immagine

in quanto ( non avendo mai provato ""=="" ) ho sempre temuto che inserendo la molla con questo attrezzo non sarei mai stato certo che il foro nell'estremità della molla si sarebbe agganciato sul gancio fissato sul bariletto.

La logica vorrebbe che , durante l'azione di carica della molla, essa , strisciando sulla parete interna del bariletto, prima o poi si agganci...già , prima o poi ....ma, non solo... CREDO che potrebbe esserci il rischio ( sopratutto con una molla di ragguardevoli dimensioni) che, strisciando la molla per un lungo percorso per infine agganciarsi, potrebbe creare un contraccolpo tale da spezzare la catena...capisco... $£"&& ...tutte paure dovute all'inesperienza... ""=="" ""=="" ""==""

...e così ho preso il coraggio a 4 mani ed ho deciso (...con 2 di esse... :lol: ) di mettere la molla 0.45 x 35 x 55 mm. nel bariletto.
Confesso che ho impiegato , a causa delle continue soste per prendere fiato, una decina di minuti ma alla fine, sudando freddo, ci sono riuscito °§evv§
IMG_3862.JPG
IMG_3862.JPG (259 KiB) Visto 1288 volte
a fianco al bariletto i guanti di cuoio senza i quali sarebbe stato impossibile riuscire nell'impresa.

Sembra ora che con qualunque geometria dello scappamento l'orologi funzioni con molta energia tanto che ho dovuto perfino aumentare la lunghezza della sezione con la quale l'arpione di arresto della RdS la intercetta... :lol:

Speriamo bene.... :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 3364
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 9:40
Località: treviso

Re: orologio con scappamento detent e planetario

Messaggio da sobas66 » venerdì 1 dicembre 2017, 11:52

Inserendole sempre a mano non ti sei mai preoccupato se un estrapade potesse funzionare....... :():
Ma se lo hanno inventato un motivo ci sarà %%$%%

Ma se funziona il mio autocostruito....... [[]

Ciao
Immagine

Leonardo diceva: "L'esperienza è il nome che si dà ai propri sbagli."

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento detent e planetario (terminato)

Messaggio da carlo » giovedì 7 dicembre 2017, 9:02

Mi è arrivato il quadrante che avevo fatto argentare da un amico e ( a prescindere dalle rifiniture....che noia!!!! $£"&& ) credo di aver terminato la costruzione di questo orologio che, anche in considerazione dei tanti problemi che mi ha dato, mi ha regalato ancora migliori soddisfazioni!!!! :lol: :lol: :lol:

Condivido, per il piacere di chi pazientemente mi ha seguito nella realizzazione di questo mio 55° orologio, alcune foto nella speranza che siano anche di stimolo per altri per tentare nuove e più consistenti "avventure".

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

...e questa una visione di alcuni dettagli



Spero l'orologio piaccia anche a chi mi legge... :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlocor
Messaggi: 162
Iscritto il: lunedì 10 giugno 2013, 10:00
Località: brescia

Re: orologio con scappamento detent e planetario (terminato)

Messaggio da carlocor » giovedì 7 dicembre 2017, 17:03

Certo che a me piace molto, anzi moltissimo. Un grazie anche per avermi insegnato a non demordere. Un aiuto per cortesia : come si fa a lucidare i pignoni una volta tagliati con le frese? Ancora le frese Torton sono compatibili con le Bergeon? Ancora grazie, adesso riposati, ma non troppo, e se voi anticipa cosa farai ancora. Un grosso saluto e anticipo un sacco di auguri di Buone Feste a Te e a tutto il forum. Carlocor

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6374
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: orologio con scappamento detent e planetario (terminato)

Messaggio da carlo » giovedì 7 dicembre 2017, 19:19

carlocor ha scritto:
giovedì 7 dicembre 2017, 17:03
Certo che a me piace molto, anzi moltissimo. Un grazie anche per avermi insegnato a non demordere. Un aiuto per cortesia : come si fa a lucidare i pignoni una volta tagliati con le frese?
Fermo restando che una volta tagliato il pignone QUALUNQUE intervento successivo, anche di sola lucidatura, modificherà il profilo che era stato creato dalla fresa a modulo , credo quindi che , al massimo, si possano solo limitare i "danni".

C'è chi interviene con un disco di legno di bosso (tornito al fine di ottenere la sagoma di un modulo) facendolo ruotare velocemente nella scanalatura fra le ali dopo aver interposto della diamantina: con una buona dose di pazienza si può ottenere una buona lucidatura. Ma la diamantina è un abrasivo ed il profilo dell'ala , bene o male, ne resterà modificato.

Un intervento un pò più invasivo , ma più veloce nell'ottenere un risultato, potrebbe essere l'utilizzo di dischi di stoffa sulla mola. Ma anche in questo caso , con l'utilizzo della pasta abrasiva si finirà con l'avere una, se pur modestissima, asportazione di metallo dalle ali .

Come facessero i maestri che realizzavano le parigine e che ci hanno tramandato pignoni semplicemente spettacolari...proprio non lo so! ""==""
carlocor ha scritto:
giovedì 7 dicembre 2017, 17:03
Ancora le frese Torton sono compatibili con le Bergeon? Carlocor
Non so se il coefficiente da aggiungere a Z per ottenere il De sia lo stesso per entrambi i produttori.
Peraltro , credo che , comunque, una piccola differenza , se esiste, fra i due coefficienti non sia tale da non consentire un ragionevole ingranamento fra due ruote dentate tagliate con moduli di diverso produttore...almeno credo. Io non mi sono mai confrontato con quel problema.

Posso dire che una volta, per sostituire una ruota con denti spezzati ( denti con profilo epicicloidale) , ho tagliato una ruota dentata con un modulo per denti con profilo evolvente e non ho avuto nessun problema di ingranamento con il relativo pignone.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlocor
Messaggi: 162
Iscritto il: lunedì 10 giugno 2013, 10:00
Località: brescia

Re: orologio con scappamento detent e planetario (terminato)

Messaggio da carlocor » venerdì 8 dicembre 2017, 10:56

Grazie. Proverò a lucidare i pignoni con i dischi di feltro, ma poco però. Un saluto Carlocor

Avatar utente
1972merlino
Messaggi: 878
Iscritto il: lunedì 25 novembre 2013, 19:03

Re: orologio con scappamento detent e planetario (terminato)

Messaggio da 1972merlino » venerdì 22 dicembre 2017, 10:56

Ciao Carlo
me lo regali per Natale?
Ciao Antonio <><>

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1504
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: orologio con scappamento detent e planetario (terminato)

Messaggio da pendolum » giovedì 4 gennaio 2018, 0:17

Mi è arrivato il quadrante che avevo fatto argentare da un amico
Immagino che il disco del quadrante fosse di ottone. Hai preso in considerazione l'idea di argentarlo da solo in una trentina di secondi?
Non ricordo se ne avevo già parlato, ma c'è un prodotto della AllTrade che si passa con un batuffolo di cotone sui metalli a base di rame e li argenta all'istante. I risultati sono ottimi e il prodotto non costa molto.... [[]

Avatar utente
Simona
Messaggi: 15
Iscritto il: venerdì 5 gennaio 2018, 13:03

Re: orologio con scappamento detent e planetario (terminato)

Messaggio da Simona » mercoledì 17 gennaio 2018, 16:42

Che spettacolo!
Ho letto di questa sua avventura...
Complimenti

Rispondi