mini astrario De Dondi (terminato)

tutti gli argomenti pratici e teorici inerenti agli orologi a pendolo
Rispondi
Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6381
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da carlo » venerdì 14 ottobre 2011, 8:54

°§evv§ °§evv§ °§evv§



°§evv§ °§evv§ °§evv§
è con non poca soddisfazione che posso riportare il successo nella costruzione di questo quadrante, quello del Primo Mobile.

La ruota dentata da 365 denti , come si può vedere anche nel filmato, non ha razze ed è virtualemnte un anello fissato ad un'altra parte del quadrante. Si può immaginare facilmente la grande difficoltà di creare un corretto ingranamento con la ruota da 61 denti ( quella in basso) quando , con denti di ridottissime dimensioni, una mancanza di un perfetto posizionamento dei centri delle due ruote comprometterebbe in modo irreversibile un ingranamento per tutta la circonferenza della ruota più grande... °§evv§

Il movimento della ruota con 365 denti è enormemente accelerato solo per propositi dimostrativi: in effetti compie un giro in un anno.

Per i pochi che mi seguono e che sono interessati all'argomento, preparo una descrizione degli elementi che compongono questo interessantissimo quadrante.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6381
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da carlo » sabato 15 ottobre 2011, 19:06

vista la lunga teoria di richieste di delucidazioni :lol: , non mi trattengo oltre e provo a spiegare quello che ho capito io.

Il problema è muovere l'indice a preposto a consentirci una lettura sul quadrante.
L'indice, che ruota attorna all'asse f ( che è fisso sulla croce m ) è trascinato dalla ruota dentata b ( 183 denti). Cosa muove questa ruota dentata è il pignone c.

Sperando di farmi capire, cerco di spiegarmi come.

Immagine

Il meccanismo dell'orologio,l'origine di tutti i moti presenti nell'astrario, muove , attraverso i già visti ingranaggi , la ruota oraria z (mediante la quale è possibile leggere una ora) : essa, in ordine,
  • - muove la ruota v e quindi la sua solidale u1
    - u1 muove u e con essa la sua solidale t
    - la ruota t muove la ruota q ( 365 denti) , la quale, mediante i 3 piolini s è bloccata sul disco r ( la tavola del Primo Mobile)
    - il foro di centro del disco r alloggia l'asse f che, come ho già avuto modo di dire, è fisso sulla croce m
quindi , girando la ruota oraria Z, gira la ruota del Primo Mobile q

orbene: sulla ruota q ( 365 denti) è fissata l'assieme asta della corda e l'asta della saetta che sono i supporti di una serie di ruote dentate.

Vediamo cosa succede quando gira la ruota del Primo Mobile q
  • - i denti a sega della ruota H "appoggiandosi" , di volta in volta, ai (4) piolini d della croce m. la fanno ruotare
    - solidale alla ruota H, evvi il pignone S che muove la ruota G
    - solidale alla ruota G vi è la ruota P che muove la ruota E
    - solidale alla ruota E c'è la ruota c che finalmente muove la ruota b ( 183denti) ( nonostante la rappresentazione nel disegno, l'asse della ruote E e c non attraversa la ruota del primo mobile e nenche la Tavola del Primo Mobile)
    - la ruota b trascina l'indice a
§cal§ §cal§
Ecco come Giovanni de Dondi è riuscito a far muovere l'indice a del quadrante del primo mobile.


Nel prossimo messaggio mostrerò i vari componenti di questo quadrante.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6381
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da carlo » domenica 16 ottobre 2011, 9:22

Forse per qualcuno potrebbe essere di interesse vedere separatamente i miei singoli componenti del quadrante del Primo Mobile .

Li ho fotografati in prossimità della relativa rappresentazione sul disegno . Il proporzionamento non è rispettato in quanto nel ridurre così enormemente le misure ( l'astraio di Giovanni de Dondi era alto più di 1 metro ,la mia replica non più di una ventina di centimetri) , era virtualmente impossibile andare oltre certi limiti fisici ed anche perchè tutte le incisioni dei numeri e dei nomi si sarebbero ridotte ad un microscopico scarabocchio non leggibile.

Detto per inciso, la riduzione che ho utilizzato sul mio pantografo per incidere i numeri più piccoli ha un rapporto 1/18.

Questi i primi ingranaggi che prendono il moto dalla ruota oraria

Immagine

e qui come risultano essere assemblati al loro posto

Immagine

La parte fissa del quadrante <a>

Immagine

la ruota con 365 denti <a>

Immagine

l'anello esterno diviso in 24 ore <a>

Immagine

la ruota dentata con 183 denti <a>

Immagine

la Tavola della Regione <a>

Immagine

la croce <a>

Immagine

la Tavola del Primo Mobile vista da un lato <a>
(Il centro, quello in rilievo attorno al quale gira la ruota dentata con 183 denti risulta essere , come previsto nell'originale descrizione dell'Astrario, fuori centro rispetto al centro del quadrante).

Immagine

la stessa Tavola vista dall'altro <a> ( ""=="" ""=="" si può osservare come abbia utilizzato la stessa piastra di ottone dopo che, all'inizio della sua realizzazione, le prime incisioni sono risultate essere completamente sbagliate e storte... <<<<)) ""=="" )


Immagine

l'Asta della Corda e della Saetta vista da una parte <a>

Immagine

la stessa Asta vista dall'altra <a>

Immagine

Questa sera pubblicherò le foto di insieme di tutti questi componenti.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1506
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da pendolum » domenica 16 ottobre 2011, 15:52

esterefatto (^^) Che meravigliosa spiegazione!!!
Ma così rischio di capire qualcosa anch'io che sono completamente a digiuno di astri e clock-making °§evv§

E' un po' faticoso §cal§ ma affascinante riuscire a percepire la complessità di un oggetto mai neanche immaginato e mai avuto per le mani.

Continua! continua! <><>

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6381
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da carlo » domenica 16 ottobre 2011, 19:46

Massimo, sono contento che tu apprezzi le mie spiegazioni. Almeno una persona le ha lette... ""==""

Come promesso, aggiungo altre foto di questo quadrante del Primo Mobile della mia replica dell'astrario.

Immagine

Immagine


Immagine


Immagine

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
luca
Messaggi: 12
Iscritto il: domenica 12 dicembre 2010, 8:13

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da luca » martedì 18 ottobre 2011, 8:09

Carlo, ti seguo con interesse ed invidia, ma , per restare in tema, queste per me sono cose di un altro universo.
Ti auguro un successo per il completamento della tua opera.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6381
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da carlo » mercoledì 26 ottobre 2011, 8:44

Come spesso accade, dopo aver lasciato "lievitare" per un certo tempo i problemi che si incontrano durante la costruzione di qualcosa, può succedere di "vedere" cose che pur continuamente sotto agli occhi ci erano sfuggite.... :lol: :lol:

Ripreso così in mano il quadrante del pianeta Saturno e dopo che le numerose ruote che avevo tagliate si erano dimostrate sbagliate nella loro configurazione sul quadrante ( le ruote in questione si possono vedere appoggiate su un angolo del quadrante... >>||<< >>||<< )

Immagine

mi son deciso a studiare più diligentemente le istruzioni date da Giovanni de Dondi nel suo Tractatus ed ho finalmente capito come andavano posizionati i vari componenti ed i centri attorno ai quali girano le ruote fino ad ora costruite.

Immagine

Il corretto funzionamento delle parti al momento realizzate si può osservare anche dallo scorrimento della "slitta" contenuta in una razza della ruota dentata:



§cal§ :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
maxxx
Messaggi: 16
Iscritto il: mercoledì 20 luglio 2011, 12:37

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da maxxx » mercoledì 26 ottobre 2011, 17:31

Carlo, questa è arte allo stato PURO.
Anche le fotografie sono intrise di arte.
Con quello sfondo antico il capolavoro è amplificato.
Purtroppo non ti riesco più a seguire. Troppo complicato per me.
Complimenti, complimenti sinceri.

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6381
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da carlo » lunedì 31 ottobre 2011, 19:51

Ho tagliato un pignone 7 ali mod 0.2 che fa parte del treno che muoverà "Saturno" ( il pignone è appoggiato su una monetina da 1 centesimo - si vede Cent in verticale)

Immagine

Purtroppo non posseggo i moduli delle misure corrette per tagliare pignoni di così piccole dimensioni e mi sono trovato costretto ad utilizzare quello stesso che avevo usato per tagliare la corrispondente ruota.
Come si può vedere dall'immagine qua sotto la forma delle ali è completamente sbagliata... ""=="" .
La considero accettabile ( ...di necessità , virtù... :lol: ) in quanto il pignone si muove molto lentamente e "trasporta moto" e non "energia"

Immagine

Ho quindi preparato una sesta per verificare i centri per un buon ingranamento fra ruota e pignone e nel filmato si vede come la ruota mossa dal pignone giri perfettamente....



....ma c'è un particolare non trascurabile.... >>||<< ... il treno di ingranaggi prevede che sia la ruota a muovere il pignone....e, in questo caso, le cose non vanno così liscie come mostrato nel filmato.... >>||<< >>||<<

Il guaio sta anche nel fatto che il pignone non ha due pivot che lo tengono compreso fra una platina ed un ponte, ma poggia solo sulla piastra e quindi ha un solo pivot.... >>||<< >>||<<

Gira...ma non come vorrei.... ""=="" ""==""

Cordialità. :lol:
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1506
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da pendolum » martedì 1 novembre 2011, 8:51

Non capisco mome possa avere un solo pivot e rimanere appoggiato alla platina.
Cosa lo tiene in sede?

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6381
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da carlo » mercoledì 2 novembre 2011, 9:48

...hai accanto a te la solita tazza di tè caldo?... :lol: ...invece che per dello zucchero, adopera la sassola per una buona, ...meglio, ottima dose di pazienza... :lol: :lol:
  • La fotografia si riferisce ad un modello di astrario in scala 1/1
    I disegni sono presi da quell'ottimo libro del quale vorrei citare i crediti ma di cui mi mancano le pagine necessarie. ""==""
Immagine

L'asta di scorrimento 1 ( di cui nella foto si vede solo un piccolissimo angolo), sostiene sia la ruota a ( nel disegno è stata tagliata fuori) , che la ruota 2. Entrambe sono solidali al loro asse che passa attraverso la citata asta 1. Il moto che assume a diventa proprio anche della ruota 2.

Sull'asta dello scorrimento 1 è fissato un asse attorno al quale può ruotare il pignone 4 ( 7 ali, l'ultimo che ho tagliato e di cui ho mostrato le foto con riferimento alla moneta da 1 Cent di € ) con la sua solidale 3 . Entrambi, ruota 3 e pignone 4 sono posizionati AL DI SOPRA dell'asta di scorrimento 1
...poi, attraverso poi un pignone da 12 ali, il moto sarà trasferito all'epiciclo di Saturno.

Orbene! come vedi dalla fotografia dell'astrario scala 1/1, le dimensioni dei componenti , nello specisfico il pignone 4 e la sua ruota solidale 3 , sono tali per cui è stato possibile praticare un foro passante per un asse e che su quell'asse è stato addirittura possibile praticare un foro per una coppiglia.

Nel pignone che ho tagliato io, sarebbe possibile sì, praticare un foro, ma risulterebbe essere di dimensioni così ridotte da risultare inefficace al caso.
Per cui cosa ho pensato?

Immagine

Utilizzare parte del pignone 4 come porzione dove calettare a pressione la ruota 3 , ed un altra parte come "pivot" da inserire nell'asta di scorrimento 1.

Sono naturalmente aperto a suggerimenti che portino a migliori risultati... ""=="" :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
pendolum
Messaggi: 1506
Iscritto il: venerdì 19 gennaio 2007, 20:47
Località: Roma

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da pendolum » mercoledì 2 novembre 2011, 14:08

Ora è chiaro!!!

Non avevo capito che, oltre a "copiare" in scala ridotta l'astrario in questione, avessi anche adottato soluzioni originali. <><>

Già quello che hai descritto fino ad oggi mi sembrava complicato, ma mi viene il mal di testa solo a pensare quante cose non ci hai detto. §cal§

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6381
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da carlo » giovedì 3 novembre 2011, 8:18

pendolum ha scritto:Non avevo capito che, oltre a "copiare" in scala ridotta l'astrario in questione, avessi anche adottato soluzioni originali. <><>
mi spiace allontanarmi dal modello descritto da Giovanni, ma talvolta non riesco a trovare soluzioni che me lo impediscano ""==""

Il pignone 4 ha quindi (purtroppo) un solo pivot e fra esso ed il suo foro deve eserci un minimo, per quanto infinitesimale, gioco.

Ne consegue che la forza motrice proveniente della ruota 2 si scomporrà con una che tenderà a far girare il pignone ed un altra che tenderà a spostarlo lateralmente >>||<< >>||<< ...ed è anche questo uno dei motivi per cui un pignone condotto (...e per di più con un solo pivot) tende a bloccarsi.

Nel tentativo di limitare lo spostamento laterale ho pensato di allungare ( mediante l'inserimento a pressione nella slitta di una bussola) il foro in cui alloggia il pivot nella speranza di ottenere una minore flessione del corpo del pignone e quindi mantenete un corretto ingranamento fra esso e la sua ruota conduttrice.

In questa foto, si vede il pignone prima che il suo pivot sia inserito nel foro

Immagine

ed in quest'altra con i componenti ( fino ad ora costruiti) assemblati

Immagine

Risultato finale?.... ""=="" ""==""
....ma non demordo.... :lol: :lol: ....mai! :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6381
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da carlo » mercoledì 9 novembre 2011, 19:33

...un progetto che NON so se riuscirò portare a termine... ""==""
sono stato costretto a riportare a galla questa introduzione... ""=="" :lol: :lol:

Credetemi! Non è stato semplice tagliare la ruota con modulo 0.15 con un pignone ( quello indicato in fotografia) con 12 ali (Ø est. 1.72 mm.) , e cercare di ottenere un ingranamento adeguato §cal§
Speriamo che non ci siano più ruote così piccole o più piccole perchè sarebbe un vero disatro... <<<<)) .

Immagine

Comunque, la qualità dell'ingranamento del piccolo treno di due ruote e due pignoni, si può osservare nel filmato qua sotto ...e ne sono abbastanza soddisfatto.



Ora c'è da incidere il quadrante...un altro microbo.... <<<<))

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6381
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: mini astrario De Dondi

Messaggio da carlo » martedì 15 novembre 2011, 19:24

...e il pianeta Saturno, alfine, .... okok :lol:

Immagine

Immagine

Immagine

...ed ora pensiamo a Giove... :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Rispondi