il laboratorio di carlo

dove traiamo occasione per divertirci
Rispondi
Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6734
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

il laboratorio di carlo

Messaggio da carlo »

...il novembre 2014 , per chi lo ricorda, fu un anno terribilmente piovoso...troppo "£$£" "£$£"
aaa_alluv.jpg
aaa_alluv.jpg (31.63 KiB) Visto 321 volte
Il livello dell'acqua nel mio laboratorio raggiunse il segno indicato dalla freccia...poco meno di 80 cm... "£$£" "£$£"
Potete immaginare il disastro che fu !!! <v<v<

Non mi persi di coraggio e col tempo , piano piano l'ho riportato alle condizioni di quel tempo che sono rappresentate nel filmato qua sotto quando lo ripresi a lavori di pulizia di tutto il fango terminati <a>



Ora il laboratorio è virtualmente eguale a quello che compare nel video ed anche se questo stramaledetto virus mi tiene lontano da esso non ho dimenticato le vicissitudini che mi hanno portato a possedere e poter utilizzare le macchine in esso contenute.
Ne parlo di esse e di quelle che le hanno precedute e che mi hanno dato, comunque SEMPRE, l'occasione per divertirmi tantissimo ( ed anche qualche volta soffrire un pò :lol: )

Il primo tornio sul quale ho lavorato , mi era stato regalato da un amico...ed era proprio malconcio; peraltro mi ha aiutato a capire come adoperare questo tipo di macchine: allora il mio interesse principale era la costruzione di macchine a vapore vivo <a>
ab_macchvecchtornio.jpg
ab_macchvecchtornio.jpg (42.54 KiB) Visto 321 volte
Successivamente acquistai un Unimat 3 ( simile a uello della foto qua sotto) e mi era sembrato di toccare il cielo con un dito (^^) <a>
aa_unimat_.jpg
aa_unimat_.jpg (60.63 KiB) Visto 321 volte
...ma a questo mondo non si è mai contenti e quando in un negozio da ferramenta vidi un tornio Mentor, chiesi al negoziante se era disponibile a ritirare il mio Unimat in previsione dell'acquisto del Mentor: egli accetto e questo fu il tornio che mi accompagnò nei miei lavori per alcuni anni <a>
ac_mentor.jpg
ac_mentor.jpg (55.59 KiB) Visto 321 volte
...arrivai perfino al punto di motorizzare l'avanzamento longitudinale <_<_ <a>
ac1_mentor.jpg
ac1_mentor.jpg (62.4 KiB) Visto 321 volte
Conobbi poi il direttore di un cantiere di demolizione navi a La Spezia....ma questa è tutta un'altra storia che racconterò prossimamente :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6734
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: il laboratorio di carlo

Messaggio da carlo »

30...35 anni fa? ...avevo conosciuto, ed eravamo diventati amici, il Direttore di un cantiere di demolizioni di navi a La Spezia.
Le navi venivano portate in prossimità della terra ferma e li incominciava una lenta opera di demolizione e pressoché tutto andava a finire nelle fonderie.
dem1.jpg
dem1.jpg (43.66 KiB) Visto 313 volte
Al sabato, quando il cantiere era chiuso, avevo avuto il permesso dal mio amico di salire con una biscaglina ( una scala di corda appoggiata sulla fiancata dello scafo) a bordo della nave in quel momento in procinto di essere demolita e lì TUTTO ...e dico "TUTTO", era a mia completa disposizione ...potevo prendere quello che volevo (^^) (^^) ...una nave dalla quale potevo prelevare qualunque cosa desiderassi (^^) (^^)...purché riuscissi da solo a portarlo a terra: era una impresa estenuante . Dovevo riempire i vari secchi degli oggetti che mi servivano, calarli lungo la fiancata della nave fin sulla motobarca alla base della biscaglina e lì poi tornare a terra. °**°

Dovevo poi, in autonomia [-_-] , pesare tutti gli oggetti che mi venivano successivamente addebitati al prezzo di materiale ferroso destinato alla fusione...inezie (^^) .

Durante gli anni ho visitato in questo modo una decina di navi ...e potete immaginare il piacere, ogni volta, di potermi impossessare di qualunque cosa con la quale ambissi arricchire il mio laboratorio.
Ed infatti la prima cosa che visitavo sulla nave era l'officina della Sala Macchine: qua ,ovviamente tanta attrezzatura sollecitava il mio desiderio di portarmela via ( cosa che regolarmente facevo) ma tutte le macchine utensili erano grandi e non adatte a quelle di un laboratorio hobbista.

Solo su questa nave ( mi pare di ricordare)
dem2.jpg
dem2.jpg (39.89 KiB) Visto 313 volte
trovai un tornio dalle dimensioni ragionevoli. Informai il mio amico e quando la demolizione giunse al ponte dove era ubicata l'officina meccanica, con una gru, il tornio fu portato a terra in attesa che io andassi a ritirarlo...e pagarlo con le consuete modalità... $£"&& >()<

Questo il tornio, un Rex svedese, con il quale mi sono divertito per una decina di anni e con il quale ho realizzato molti componenti della mia locomotiva in miniatura FS 835-049
ad_rex.jpg
ad_rex.jpg (69.15 KiB) Visto 313 volte
....poi è subentrata la passione per l'orologeria e la conseguente necessità di torni di maggior precisione....

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6734
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: il laboratorio di carlo

Messaggio da carlo »

Poi è iniziata la passione per gli orologi e con essa la necessità di un tornio dalle migliori prestazioni e così acquistai il mio primo Schaublin 102 <a>
ad1_macchvecchshaub102.jpg
ad1_macchvecchshaub102.jpg (41.4 KiB) Visto 301 volte
Appena installato nel mio laboratorio mi resi conto di alcune anomalie di quel tornio e tornai dal venditore per farmelo cambiare con un altro Schaublin 102-W25 che tuttora posseggo e utilizzo <a>
DSC00393.JPG
DSC00393.JPG (55.73 KiB) Visto 301 volte
Venne poi il tempo di sostituire il tornio Rex con uno più moderno e mi piacque tantissimo il tornio di fabbricazione Kobaniaer Werkzeugmaschinen Fabrik,Emus 160 che acquistai da un rivenditore di macchine utensili a Milano <a>
af1_emus.JPG
af1_emus.JPG (70.38 KiB) Visto 301 volte
af2_emus.JPG
af2_emus.JPG (87.73 KiB) Visto 301 volte
Tornio fantastico che con i suoi 80 mm. di altezza eguagliava quasi lo Schaublin 70 con il vantaggio di essere molto più solido e , cosa non di non poco conto, aveva anche gli avanzamenti automatici del carro.

Ma proprio quegli 80 mm di altezza nel tempo si dimostrarono per me un limite in quanto non avevo più un tornio dalle dimensioni generose che mi consentissero di lavorare pezzi di "grandi" diametri. Fu così che vendetti l'Emus per acquistare l'insuperabile Hardinge che pur di una certa età non cambierei con NESSUN tornio di nuova produzione... <a>
ag!hardinge.jpg
ag!hardinge.jpg (73.77 KiB) Visto 301 volte
ag2_hardinge1.jpg
ag2_hardinge1.jpg (70.04 KiB) Visto 301 volte
ag3_hardinge.jpg
ag3_hardinge.jpg (74.19 KiB) Visto 301 volte
ag4_hardinge.jpg
ag4_hardinge.jpg (60.46 KiB) Visto 301 volte
Nel tempo un amico mi diede anche le pinze C5
ag5_pinze_hard_pop.jpg
ag5_pinze_hard_pop.jpg (67.92 KiB) Visto 301 volte
da utilizzare con questo tornio e da allora esso è diventato un mio insostituibile partner nella costruzione dei miei orologi...

...ma con i torni non è finita qua... :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6734
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: il laboratorio di carlo

Messaggio da carlo »

Era stato effimero amore a prima vista...e come tale destinato a durare poco :lol:
am_simon.jpg
am_simon.jpg (61.68 KiB) Visto 292 volte
un Simonet 102 da ripresa del quale avevo venduto poi singolarmente i componenti: tutti eccetto il carro da ripresa che tuttora adopero per tagliare la ruote dentate ; evitando così il consumo delle viti del carro tradizionale.
Il mio grande rimpianto è stato anche quello di aver alienato il gruppo del motore comprensivo del riduttore di giri: a mio avviso molto più funzionale di quello analogo dello Schaublin...pazienza non si pò recriminare sul latte volontariamente versato... ""==""

Non perfettamente in ordine , durò poco nel mio laboratorio questo 8 mm. <a>
ah_boley1.jpg
ah_boley1.jpg (52.14 KiB) Visto 292 volte
che nel tempo sostituii con il Boley 8mm. che utilizzo ora <a>
ah_boley.JPG
ah_boley.JPG (93.09 KiB) Visto 292 volte
oltre alle pinze che corredano la "scatola" ( completa di tutti gli accessori ) ne ho anche una serie completa , sempre da 8 mm. <a>
ah1_boley.JPG
ah1_boley.JPG (79.72 KiB) Visto 292 volte
Ho considerato di mostrarvi per ultimo il mio grande "amore" : lo Schaublin 70 anch'esso corredato con tutte le pinze ( ne mancano solo 5 o 6) in progressione di 1/10 di mm. da 0,5 mm. a 12 mm. <a>
ai1_schaublin1_70.jpg
ai1_schaublin1_70.jpg (66.69 KiB) Visto 292 volte
ai2_schaublin1_70_pinze.JPG
ai2_schaublin1_70_pinze.JPG (112.14 KiB) Visto 292 volte
Per esso avevo anche acquistato da un amico il carro per la rettifica, ma non avendolo usato che rarissime volte, più per altro per prove, avevo finito con il venderlo
ai3_schaublin1_70_rettifica.jpg
ai3_schaublin1_70_rettifica.jpg (88.49 KiB) Visto 292 volte
Prossimamente, i trapani....

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6734
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: il laboratorio di carlo

Messaggio da carlo »

""==""
""==""
Il mio primo trapano fu uno auto costruito che peraltro ebbe l'onore di essere pubblicato sulla rivista "Far da se" nel 1978
IMG_1616.JPG
IMG_1616.JPG (100.73 KiB) Visto 281 volte
IMG_1617.JPG
IMG_1617.JPG (65.07 KiB) Visto 281 volte
Potete quindi immaginare la gioia quando ruscii ( da solo §cal§ §cal§ )a portare a terra da una nave questa bella macchina <a>
ca_trap1.jpg
ca_trap1.jpg (45.54 KiB) Visto 281 volte
Fu poi la volta di tanti bellissimi trapani che di volta in volta vendevo per acquistarne altri con migliori caratteristiche

un Olivetti: <a>
ca_trap2.jpg
ca_trap2.jpg (60.38 KiB) Visto 281 volte
Successivamente un Rosa : <a>
ca_trap3.JPG
ca_trap3.JPG (111.21 KiB) Visto 281 volte
Quest'ultimo Rosa era veramente un gioiello ma aveva il difetto di concedere poco spazio fra la punta del trapano ed il piano di appoggio; così quando vidi quest'altro a colonna( sempre un Rosa) non esitai ad acquistarlo per sostituire quello da banco
ca_trap4.jpg
ca_trap4.jpg (46.91 KiB) Visto 281 volte
Diventato oramai un appassionato anche di macchine utensili non mi feci mancare la versione più piccola della produzione Rosa : un Rosa 3 ( che tuttora utilizzo) che consente un numero di giri del mandrino di 18.000 giri/minuto con un mandrino della portata massima di punte da 3 mm.
ca_trap6.jpg
ca_trap6.jpg (41.12 KiB) Visto 281 volte
Acquistai e poi alienai anche questo bellissimo trapano sensitivo svizzero ...anche perchè oramai non sapevo più dove sistemate le macchine nel mio laboratorio... §cal§
ca_trap5.jpg
ca_trap5.jpg (75.91 KiB) Visto 281 volte
Le fresatrici sono in lista di attesa.... :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
sobas66
Messaggi: 3439
Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 9:40
Località: treviso

Re: il laboratorio di carlo

Messaggio da sobas66 »

...Far da se?!? ho-ho Complimenti..in anni più recenti sono stato un assiduo lettore della rivista, avevo partecipato anc'hio proponendo una costruzione di ""=="" ""=="" "non mi ricordo più cosa.." ma non è stata mai pubblicata <v<v<

Ciao
Immagine

Leonardo diceva: "L'esperienza è il nome che si dà ai propri sbagli."

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6734
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: il laboratorio di carlo

Messaggio da carlo »

La fresatrice che sto usando attualmente è una Sixis 101
ba_fre6.jpg
ba_fre6.jpg (104.62 KiB) Visto 254 volte
ba_fre7.jpg
ba_fre7.jpg (62.93 KiB) Visto 254 volte
ba_fre8.jpg
ba_fre8.jpg (54.4 KiB) Visto 254 volte
Prima di questa me ne son "passate per le mani" alcune : di qualcuna di esse non ricordo neanche il nome della fabbrica che le aveva costruite e cert'altre le rimpiango per le maggiori opportunità di lavoro che offrivano. Anche se le foto sono sfuocate spero che suscitino qualche interesse
ba_fre1.jpg
ba_fre1.jpg (58.31 KiB) Visto 254 volte
ba_fre2.jpg
ba_fre2.jpg (53.44 KiB) Visto 254 volte
ba_fre3.jpg
ba_fre3.jpg (46.04 KiB) Visto 254 volte
ba_fre4.jpg
ba_fre4.jpg (66.54 KiB) Visto 254 volte
Nella foto qua sotto un "giocattolino" che avevo acquistato solo perché era troppo bella... ::love::
ba_fre5.jpg
ba_fre5.jpg (78.43 KiB) Visto 254 volte
Accessorio fondamentale per questo tipo di macchine la tavola rotante: per prima avevo acquistato questa , una Deckel <a>
ba_fre9.jpg
ba_fre9.jpg (66.11 KiB) Visto 254 volte
In previsione di un viaggio in Svizzera un amico mi chiese di cercare anche per lui una tavola rotante; ne trovai una <a>
ba_fre9a.JPG
ba_fre9a.JPG (67.85 KiB) Visto 254 volte
che aveva l'alloggio per la vite di bloccaggio sulla tavola della fresatrice leggermente "sbeccato" ( il quarto, non visibile nella foto) .
Il mio amico, vedendo la piccola frattura, tentennò per un istante ed io fui ben felice di 1) aver assolto comunque il mio compito nei confronti del mio amico, 2) potermi tenere questa fantastica tavola rotante che ho usato nel tempo infinite volte.... :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6734
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: il laboratorio di carlo

Messaggio da carlo »

In ultimo alcuna attrezzatura non specifica per l'orologeria ma essenziale per costruire orologi

Una levigatrice a nastro con annessa smussatrice <a>
smerigliatrice1.jpg
smerigliatrice1.jpg (79.98 KiB) Visto 223 volte
Sega a nastro <a>
seganastro.jpg
seganastro.jpg (61.4 KiB) Visto 223 volte
Una maschiatrice ( con la quale non ho mai rotto un maschio, neanche di dimemnsioni veramente piccole :lol: ) <a>
maschiatrice.jpg
maschiatrice.jpg (55.52 KiB) Visto 223 volte
Una mola smeriglio ( con, da una parte un braccio lungo) <a>
mola.jpg
mola.jpg (46.71 KiB) Visto 223 volte
Una tagliatrice <a>
IMG_0983.JPG
IMG_0983.JPG (66.55 KiB) Visto 223 volte
Una mola diamantata ( autocostruita) <a>
piccola_mola_diam.jpg
piccola_mola_diam.jpg (59.52 KiB) Visto 223 volte
Un piccolo piano di riscontro <a>
piano_riscontro.jpg
piano_riscontro.jpg (32.4 KiB) Visto 223 volte
ed infine uno smagnetizzatore ( auto costruito con l'induttore di un motore elettrico della pompa dell'acqua di una vecchia lavatrice) <a>
IMG_5433.JPG
IMG_5433.JPG (59.21 KiB) Visto 223 volte
Se mi capita fra e mani qualcos'altro d'interessante, non mancherò di pubblicarlo...sperando , naturalmente, di vedere dove e con cosa altri appassionati si divertono :lol: :lol:

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
Guido
Messaggi: 292
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2016, 9:50
Località: Pellizzano, Val di Sole, Trentino

Re: il laboratorio di carlo

Messaggio da Guido »

ecco dove nascono i tuoi capolavori!!! <><> <><> <><> <><>
Vedo tanta bella attrezzatura ma ciò che non si vede e c'è è la maestria! [[]
...piu imparo e piu mi accorgo di non sapere!
Guido

Rispondi