Orologio sperimentale

tutti gli argomenti pratici e teorici inerenti agli orologi a pendolo
Rispondi
Avatar utente
Hermann
Messaggi: 6
Iscritto il: domenica 30 dicembre 2018, 11:07

Orologio sperimentale

Messaggio da Hermann » sabato 12 gennaio 2019, 16:45

Salve a tutti,
ho sempre fatto il meccanico attrezzista e dato che sono in pensione ho costruito un orologio imparando come fare grazie al vostro sito e anche all'aiuto dì internet.
L’orologio è sperimentale ma funziona bene anche se non rispecchia le regole dell'orologeria, per esempio tutti gli ingranaggi sono realizzati con frese a modulo che disponevo già per lavori di meccanica.
Inizialmente come motore avevo messo due bariletti a molla in parallelo ma non avevano abbastanza forza allora ho inserito dei cuscinetti su tutti i pivot ma con scarsi risultati, così ho abolito i bariletti e ho adottato il sistema del peso(4kg) e ora funziona.
Dato che l'orologio si scarica giornalmente ho deciso di installare successivamente un motore elettrico e delle camme con micron che ogni 12h risollevavano il peso, ho costruito anche il mantenimento di carica così l’orologio continua a funzionare anche durante questa fase.
Allego le foto aspetto i vostri commenti
Senz’altro non è stupendo come i vostri orologi.. per il prossimo vedrò di fare meglio %%$%%
Cordiali saluti
Ermanno.
Allegati
6.jpg
6.jpg (106.39 KiB) Visto 542 volte
5.jpg
5.jpg (89.77 KiB) Visto 542 volte
4.jpg
4.jpg (107.86 KiB) Visto 542 volte
3.jpg
3.jpg (73.74 KiB) Visto 542 volte
2.jpg
2.jpg (55.13 KiB) Visto 542 volte
1.jpg
1.jpg (106.02 KiB) Visto 542 volte

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6481
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio sperimentale

Messaggio da carlo » sabato 12 gennaio 2019, 19:40

Non posso che complimentarmi per la fantasia e l'ottima buona volontà. <><>

Peraltro le domande che ti vorrei porre sono un migliaio e non so da che parte incominciare.
Se hai letto il forum avrai già capito che il mio intento è quello di capire e magari aiutare a trovare soluzioni che al più inesperto potrebbero sfuggire....come ho già detto tante volte, niente di personale e tanto meno di denigratorio del lavoro altrui. solo miei punti di vista... ""=="" ""==""

Se lo credi opportuno, vorresti mostrare un disegno con il treno del tempo con i numeri dei denti per ciascuna ruota e le ali di ciascun pignone ? Naturalmente nel rispetto della posizione degli assi così come sono stati assemblati fra le platine. Si potrebbe tentare di capire perchè la durata di carica è così bassa e , data la quasi totale impossibilità di intervenire per fare delle modifiche, cercare di "preparare il terreno" per il prossimo orologio. [[]

La speranza è quella di trovare assieme, confidando anche nelle tue esperienze professionali di attrezzista meccanico, soluzioni alle problematiche che hai incontrato nella costruzione del tuo primo orologio.

Cordialità. :lol:
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
Guido
Messaggi: 280
Iscritto il: mercoledì 17 febbraio 2016, 9:50
Località: Pellizzano, Val di Sole, Trentino

Re: Orologio sperimentale

Messaggio da Guido » martedì 15 gennaio 2019, 20:42

Bravo Ermanno
Qui c'è gente che va di fino fino ma a me piace quell'idea di massiccio che dà il tuo orologio, anche l'impostazione del quadrante con secondi decentrati.
bravo.... se poi è il primo... <><> <><> <><>
...piu imparo e piu mi accorgo di non sapere!
Guido

Avatar utente
Hermann
Messaggi: 6
Iscritto il: domenica 30 dicembre 2018, 11:07

Re: Orologio sperimentale

Messaggio da Hermann » mercoledì 23 gennaio 2019, 17:35

Il treno di ingranaggi che ho adottato é questo:
Ruota di centro =z200 m0,5 con pignone z16 seconda ruota 190con pignone z32 con ruota scappamento z55
Il rullo è diametro 80 affiancato da ruota z83 m1 che ingrana con ruota condotta z100 che ingrana su pivot centrale z16 .
Lo so ho pasticciato un po’ ho fatto delle misure strane,ma copiando dà YouTube e da internet non ho potuto fare meglio.
Non so se si capisce, ma io non sono tanto esperto a comunicare.Appena posso, faccio un disegno quotato ,lo fotografo e poi con l’aiuto di mio figlio posterò le foto,non voglio smontare l orologio apposta per fotografare i vari pezzi,perché aimé
L avrò già smontato almeno trecento volte <v<v< <v<v< <v<v< <v<v<
Buona giornata a tutti
 ! Messaggio da: carlo
Ho diviso io il tuo messaggio in quanto questa parte è più pertinente in questo argomento...spero che tu sia d'accordo... ""=="" .

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6481
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio sperimentale

Messaggio da carlo » mercoledì 23 gennaio 2019, 17:52

Hermann ha scritto:
mercoledì 23 gennaio 2019, 17:35
>>><<<
Lo so ho pasticciato un po’ ho fatto delle misure strane,ma copiando dà YouTube e da internet non ho potuto fare meglio.
Non so se si capisce, ma io non sono tanto esperto a comunicare.Appena posso, faccio un disegno quotato ,lo fotografo e poi con l’aiuto di mio figlio posterò le foto >>><<<
In effetti il numero dei denti delle ruote è alquanto strano e mi piacerebbe sapere quale è il sito dal quale hai tratto ispirazione... [[]

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
Hermann
Messaggi: 6
Iscritto il: domenica 30 dicembre 2018, 11:07

Re: Orologio sperimentale

Messaggio da Hermann » mercoledì 23 gennaio 2019, 20:50

Buona sera
Il sito che ho guardato si chiama CLICKSPRING
Chiedo scusa ma perché ai diviso il messaggio? Io sono nuovo e non so ancora le regole ,spero di non sbagliare ancora! $£"&&
Ciao buona serata

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6481
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio sperimentale

Messaggio da carlo » giovedì 24 gennaio 2019, 18:33

Hermann ha scritto:
mercoledì 23 gennaio 2019, 20:50
>>><<<
Chiedo scusa ma perché ai diviso il messaggio? Io sono nuovo e non so ancora le regole ,spero di non sbagliare ancora! $£"&&
Ciao buona serata
Il messaggio che hai pubblicato nell'altro argomento "mantenimento di carica" comprendeva anche la parte che ho spostato in questo argomento in quanto ad esso era attinente. Se un lettore leggeva quella parte di messaggio dove tu lo avevi pubblicato, c'era il rischio che non potesse capire a cosa tu ti riferissi [[]

E' quindi buona norma cercare di scrivere sempre nei vari "argomenti" a seconda dei temi in essi trattati.

Cordialità.
carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
Hermann
Messaggi: 6
Iscritto il: domenica 30 dicembre 2018, 11:07

Re: Orologio sperimentale

Messaggio da Hermann » giovedì 24 gennaio 2019, 19:50

Mi scuso ancora e grazie per la spiegazione
Ciao e buona serata

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6481
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio sperimentale

Messaggio da carlo » venerdì 25 gennaio 2019, 19:06

Hermann ha scritto:
sabato 12 gennaio 2019, 16:45
>>><<<
Inizialmente come motore avevo messo due bariletti a molla in parallelo ma non avevano abbastanza forza allora ho inserito dei cuscinetti su tutti i pivot ma con scarsi risultati, così ho abolito i bariletti e ho adottato il sistema del peso(4kg) e ora funziona.
>>><<<
Cordiali saluti
Ermanno.
La realizzazione del tuo orologio sembra non seguire dei canoni diciamo "ortodossi" e non ho capito se non ne desideri parlare perchè non ne hai piacere oppure hai difficoltà di carattere "informatico-generazionale" nell'accesso al forum. ""==""

Provo a stimolarti: la cosa più mi salta all'occhio è come 2 molle di carica non riescano a fornire una energia che sia paragonabile a quella di un peso motore di 4 Kg. :():

Se sei arrivato al punto di rivedere il sistema con il quale fornire energia al treno di ingranaggi, ovviamente quello che avevi pensato in prima battuta aveva dato scarsi risultati...ma non potrebbe essere che gli attriti lungo detto treno fossero veramente consistenti...tanto addirittura da indurti anche a prevedere dei cuscinetti a sfere per attenuare l'attrito dei pivot nei loro fori?

Come ho avuto modo di discutere alcuni anni fa con un appassionato che ( con mio IMMENSO dispiacere) ha lasciato il forum scandalizzato dalla approssimazione con la quale trattavo alcuni temi riguardanti le tolleranze fra elementi in scorrimento fra di loro, le tecniche riguardanti la meccanica propria dell'orologeria POTREBBERO essere completamente diverse da quelle riguardanti altra meccanica di precisione.

Se nella realizzazione del tuo prossimo orologio crederai di voler discutere passo passo tutti i vari passaggi inerenti la sua costruzione, FORSE insieme potremmo trovare soluzioni a dei problemi che mano a mano si presenteranno.

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Avatar utente
Hermann
Messaggi: 6
Iscritto il: domenica 30 dicembre 2018, 11:07

Re: Orologio sperimentale

Messaggio da Hermann » sabato 26 gennaio 2019, 10:00

Hai ragione Carlo ho un po’ di difficoltà con i forum,comunque cercherò di spiegarmi come posso.
Ero partito con un bariletto,solo che l orologio andava con fatica e dopo poco si fermava,allora provai a inserire dei microcuscinetti ma cambiò di poco , così decisi di affiancare un altro bariletto per dargli più forza , ma il problema era che quando le molle erano cariche l’orologio correva ,mentre quando si stavano scaricando rimaneva in dietro,ho provato ha costruire un conoide (in legno) e non avendo trovato su internet la catena usavo il filo di acciaio per collegarlo al bariletto ma non sono riuscito a farlo funzionare.così adottai il sistema del peso.
Adesso funziona,però non è costante,in una settimana magari corre 4 minuti,poi si assesta,poi magari perde qualche minuto
Insomma non è costante,ma non posso pretendere che sia preciso
Per costruire i vari ingranaggi io ho usato frese a modulo da meccanica ,secondo te é per questo che cé più attrito? e di conseguenza ci vuole più forza?
Le ruote così grandi le ho fatte per problemi di attrezzatura che io dispongo (non riuscirei mai a fare un pignone do 7 ali )
Se passi dalle parti di Bergamo vieni a trovarmi così potremo discutere di orologeria che mi sta appassionando molto.
Ciao. Buona giornata

Avatar utente
carlo
Site Admin
Messaggi: 6481
Iscritto il: giovedì 23 febbraio 2006, 10:19
Località: Bella Liguria - Lavagna
Contatta:

Re: Orologio sperimentale

Messaggio da carlo » domenica 27 gennaio 2019, 9:16

Hermann ha scritto:
sabato 26 gennaio 2019, 10:00
>>><<<
Ero partito con un bariletto,solo che l orologio andava con fatica e dopo poco si fermava,allora provai a inserire dei microcuscinetti ma cambiò di poco , così decisi di affiancare un altro bariletto per dargli più forza , ma il problema era che quando le molle erano cariche l’orologio correva ,mentre quando si stavano scaricando rimaneva in dietro,
Quello che verrebbe da pensare è che l'immensa energia disponibile sostiene il pendolo in modo anomalo con una quantità oltremodo necessaria a mantenere il pendolo in movimento : una parte di essa lo fa oscillare in modo "forzoso" e quindi non rispettoso delle regole che disciplinano il comportamento di un "normale" pendolo. la deduzione più ovvia potrebbe essere che, a questo punto, sarebbe stato interessante verificare cosa sarebbe successo caricando un solo bariletto. [[]
Hermann ha scritto:
sabato 26 gennaio 2019, 10:00
ho provato ha costruire un conoide (in legno) e non avendo trovato su internet la catena usavo il filo di acciaio per collegarlo al bariletto ma non sono riuscito a farlo funzionare.così adottai il sistema del peso.
Come al solito, non avando il movimento fra le mani, si possono fare solo congetture suscettibili di facili smentite ""==""
Quindi il conoide , non avendo apportato nessun beneficio, non serviva completamente a niente e quindi i problemi erano da ricercare a monte del conoide...ma, scusami se lo dico, andavano indagati... [[]
Hermann ha scritto:
sabato 26 gennaio 2019, 10:00
Adesso funziona,però non è costante,in una settimana magari corre 4 minuti,poi si assesta,poi magari perde qualche minuto
Insomma non è costante,ma non posso pretendere che sia preciso.
Credo che tu DEBBA pretendere che l'orologio che hai costruito mantenga il suo errore in termini accettabili...e 4 minuti decisamente non lo sono... ""==""
Hermann ha scritto:
sabato 26 gennaio 2019, 10:00
Per costruire i vari ingranaggi io ho usato frese a modulo da meccanica ,secondo te é per questo che cé più attrito? e di conseguenza ci vuole più forza?Le ruote così grandi le ho fatte per problemi di attrezzatura che io dispongo (non riuscirei mai a fare un pignone do 7 ali )
Se hai usato frese con profilo evolvente del giusto numero con riferimento al numero dei denti di ciascuna ruota, non dovrebbe esserci nessun problema: diversamente, se possiedi un solo modulo e con quello tagli tutti i numeri di denti...non saprei se da un punto di vista strettamente funzionale potrebbero esistere GROSSE complicazioni...io non ho mai provato... $£"&&

Visto che oramai tutte le ruote e bariletti sono tagliati...e visto che l'orologio comunque (con peso motore o bariletto con molla di carica) non funziona io, piuttosto che tenermi li un insieme di inutli ingranaggi ripartirei nel tagliare nuove platine...in fin dei conti mi pare che il tempo non dovrebbe mancarti ed il divertimento sarebbe assicurato....a maggior ragione se tu riuscissi ad ottenere risultati soddisfacenti.
Hermann ha scritto:
sabato 26 gennaio 2019, 10:00
Se passi dalle parti di Bergamo vieni a trovarmi così potremo discutere di orologeria che mi sta appassionando molto.
Ciao. Buona giornata
Se mi dovesse capitare di programmare un viaggio dalle tue parti non esiterò a mettermi prima in contatto con te!

Cordialità.
Carlo
The best is yet to come
cchiù lluonga è a pinsata, cchiù granni è a minchiata :lol:
_________________________________________________

Immagine

elenco dell'attrezzatura usata in vendita per orologiai hobbisti

Rispondi